Ascoli calcio
SERIE B
16.04.20 - 11:450
Aggiornamento : 20:34

Coronavirus, Ascoli e Lugano: parola a Piccinocchi

L'ex centrocampista del Lugano si era trasferito nelle Marche l'estate scorsa

«Quel che mi è rimasto dell'avventura a Cornaredo è la familiarità che è nata con diverse persone».

ASCOLI PICENO - Quattro anni a Lugano intensi lungo i quali è cresciuto e maturato sia come uomo che come calciatore. Chiuso il capitolo Super League, la scorsa estate Mario Piccinocchi ha deciso di voltare pagina: l'occasione l'ha trovata nelle Marche dove l'Ascoli, club di Serie B, gli ha sottoposto un contratto. D'altronde il 25enne scuola Milan lo aveva sempre detto: "Il mio sogno è quello di poter giocare un giorno ad alti livelli in Italia".

Nel club marchigiano si trova bene, nonostante nelle settimane precedenti la crisi legata al coronavirus la squadra ha attraversato un periodo difficile, che dovrebbe sfociare con il cambio di allenatore. A prendere il posto di Roberto Stellone - dopo un periodo nel quale sono arrivati solamente due punti in cinque partite - sarà molto probabilmente un altro ex bianconero: Guillermo Abascal. Il tecnico andaluso è in attesa di poter esordire alla guida del Picchio, una squadra in piena lotta per evitare i playout. 

Come sta vivendo la quarantena Mario Piccinocchi? «Ciò che mi premeva sin dall'inizio era riuscire a non subire la situazione ed evitare il panico. Vivo con la mia ragazza e in questi giorni, inevitabilmente, ci siamo creati una nuova routine. Di mattina ci alleniamo per quel che è possibile fare in balcone o nel parcheggio del condominio, di pomeriggio mi dedico allo studio. Sono iscritto a "scienze motorie indirizzo calcio", un percorso nuovo nato da quattro anni. Inevitabili poi le videochiamate con amici e parenti. Mi piace parecchio leggere e il tempo che mi resta lo dedico quasi sempre alla lettura». 

Com'è la situazione coronavirus ad Ascoli?
«La mia famiglia e i miei parenti sono a Milano, nell'epicentro della pandemia. Ad Ascoli, invece, la situazione è leggermente migliore rispetto alla Lombardia, nonostante anche qui i casi non manchino. Abbiamo però la fortuna di vivere nelle vicinanze del mare in un paese poco frequentato vista la bassa stagione. Ad ogni modo abbiamo adottato anche noi tutte le precauzioni del caso».

In questo momento c'è un'altra questione che sta tenendo sulle spine l'ex Lugano...
«A giugno mi devo sposare e siamo in attesa di scoprire se sarà possibile celebrare il nostro matrimonio. Ci sono diverse incognite. Rinviarlo? Difficile pensarlo, dovremmo riorganizzare il tutto e non sarebbe così semplice».

Parliamo di calcio: la vostra stagione sin qui è stata un saliscendi continuo...
«Avevamo iniziato bene il campionato, in seguito ci siamo complicati la vita da soli. A causa delle diverse sconfitte si è poi creato un clima negativo, nel quale non era sempre facile convivere. Se si dovesse ricominciare a giocare, il nostro unico obiettivo sarebbe quello di evitare i playout». 

Parlavi di ripartire: sarà possibile secondo te?
«Stanno facendo di tutto per riprendere, visti i tanti interessi in ballo. Nel contempo praticamente tutte le Federazioni di altri sport hanno già optato per lo stop definitivo. Noi per il momento siamo in balia della situazione, ci sono tanti progetti. È giusto provarci, ma vedremo quel che accadrà».

Due parole infine sul Lugano, un'esperienza davvero importante per te...
«Sento spesso diversi ex compagni. Abbiamo un gruppo in WhatsApp nel quale sono presenti diversi ex giocatori con cui ho giocato a Lugano. Uno di quelli che sento maggiormente è Sabbatini. Quel che mi è rimasto dell'avventura a Cornaredo è la familiarità che è nata con diverse persone, ho stretto davvero tante amicizie. È stata la mia prima esperienza nel calcio professionistico e lì da voi sono cresciuto tantissimo».

CALCIO: Risultati e classifiche

Ascoli calcio
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Ado Renda 3 mesi fa su fb
Secondo me lo spera di più la tua lei!cosi poi vedi...
Andrea Willi 3 mesi fa su fb
Olive all'ascolana.
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CHALLENGE LEAGUE
3 ore
«Obiettivo mancato, ma di certo non molliamo»
Mirko Salvi, portiere delle Cavallette: «Un club come il GC, insieme ai suoi grandi fans, non può restare a lungo in B»
EUROPA LEAGUE
5 ore
Basilea già pronto alla festa, Eintracht in cerca di miracoli
I renani sono vicini alla qualificazione alla final eight.
CICLISMO
14 ore
Caduta shock allo sprint: Jakobsen in coma farmacologico
Spaventoso e drammatico incidente nella volata della prima tappa del Tour di Polonia. Il 23enne è in pericolo di vita.
MOTOMONDIALE
16 ore
Valentino “gasato”, e a Brno ha già goduto
Una buona Yamaha e l’assenza di Marquez hanno fatto salire le quotazioni del Dottore.
FORMULA 1
20 ore
Guerra fredda in Ferrari: Vettel ignora Binotto
Intanto è sempre più vicino l’accordo con l’Aston Martin per il 2021.
SUPER LEAGUE
1 gior
«Ora c'è un po' di delusione, ma ci davano già per spacciati»
Simone Rapp affila gli artigli per lo spareggio: «Inutile piangersi addosso: dobbiamo dimostrare di essere più forti».
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
1 gior
Eurocrucci e sorprese: i graffi di Conte e il Basilea
Tra grandi favorite e possibili outsider, l’Europa League torna a incantare.
TENNIS
1 gior
Nadal rinuncia agli US Open: «Casi di Covid ovunque, meglio non viaggiare»
La defezione del mancino di Manacor va ad aggiungersi a quella di altri campioni come Roger Federer e Stan Wawrinka
PREMIER LEAGUE
1 gior
Minacce zittite e accuse respinte: che rivincita per l’odiatissimo Granit
Per settimane parso sul piede di partenza, il centrocampista è tornato a essere un punto fermo dei Gunners.
FORMULA 1
1 gior
Calvario Vettel e dubbi su Leclerc: Marko getta benzina sul fuoco
Parole sibilline del dirigente della Red Bull, che punzecchia la Rossa: «Leclerc ha trovato velocità, Seb no...»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile