keystone-sda.ch/ (Pablo Gianinazzi)
+ 1
SUPER LEAGUE
20.10.19 - 19:090

«Avremmo dovuto fare di più, ma se penso alla traversa di Aratore...»

Fabio Celestini è soddisfatto a metà per la prestazione offerta dal Lugano contro lo Zurigo

LUGANO - Soddisfatto del pareggio? È stata ovviamente questa la prima domanda posta a Fabio Celestini nel post partita di Lugano-Zurigo

«Abbastanza – ha risposto il mister bianconero - Comunque noi dovevamo fare di più, con e senza la palla. Non abbiamo preso reti e abbiamo creato anche alcune occasioni. E poi non siamo fortunati, se penso alla traversa di Aratore... Posso dire che non è stata la partita che volevo facessimo, ma non sempre in campo riesce quello che si era pensato. Ci mancava un po' di dinamismo, ma in difesa tutto è stato ottimale. Ci siamo dimostrati ben organizzati e, negli ultimi 30 metri, non abbiamo lasciato spazio agli attaccanti avversari. Non ci è mancato il coraggio. Il campo era pesante e forse, ogni tanto, ci siamo abbassati troppo. Ma anche lo Zurigo non ci ha lasciato giocare».

Un punto che fa comodo e muove la classifica? «Parlare di classifica è un po' presto, mancano ancora tantissime partite, ci sono se non sbaglio ancora 75 punti in gioco. Ripeto: ho visto delle belle cose, altre sicuramente da migliorare. Chiaro mi rendo conto facciamo fatica a segnare (in 5 partite casalinghe, è arrivata una sola rete, quella contro il Lucerna ndr). La classifica ancora molto, ma molto strana da leggere».

Baumann è uscito per un problema alla mano, come stà? «Ha ricevuto una botta al gomito. Forse ha toccato un nervo, non aveva più sensibilità nella mano. È una cosa strana, ma il cambio era inevitabile. Niente di grave, posso garantire che la sensibilità è tornata. Ma domani faremo un controllo».

keystone-sda.ch/ (Pablo Gianinazzi)
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
cle72 3 sett fa su tio
Partita soporifero. E come dice il mister troppo spesso la squadra rimaneva bassa, nonostante i suoi continui richiami dalla panchina. Altro punto la partita non doveva cominciare finché i beceri tifosi dello Zurigo non rimuovevano il loro striscione dal tabellone. Assurdo sentire dallo speaker che per il tempo bisognava guardare l'orologio posto nella tribuna Monte Bre. Solo Ticino questo può succedere. E aggiungo la sicurezza la polizia non controlla l'entrata degli spalti avversari? Possibile che questi entrino sempre con fumogeni e altro? Ripeto solo in Ticino. Cmq. ForZa Lugano.
Zarco 3 sett fa su tio
Pessimo incontro x le due squadre!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
PREMIER LEAGUE
41 min
Granit Xhaka il reietto è ostaggio dell'Arsenal
Praticamente chiusa la sua avventura da Gunner, il centrocampista rossocrociato sogna la Serie A. A Londra però, per non perdere troppi soldi, potrebbero spedirlo al Newcastle
MOTOGP
3 ore
Marquez-Marquez, la Honda pensa ai fratelli-coltelli
Via Jorge Lorenzo, sarà Alex a diventare compagno di squadra di Marc? «Più svantaggi che vantaggi»
HCAP
13 ore
Ambrì punito ai supplementari, alla Valascia passa il Losanna
I biancoblù sono usciti sconfitti di misura al termine di una sfida combattuta e decisa solo all’overtime. 2-1 il risultato finale
HCL
13 ore
Il Lugano piange ancora
Velocemente avanti con Sannitz, alla Cornèr Arena i bianconeri – alla quinta sconfitta consecutiva - si sono fatti riprendere e superare dal Langnau, che si è imposto 2-1
FORMULA 1
15 ore
Verstappen, non solo lingua lunga: è pole in Brasile
L'olandese della Red Bull scatterà davanti a tutti a Interlagos. Preceduti Vettel, Hamilton e Leclerc
TENNIS
18 ore
Federer sprecone, Tsitsipas lo infilza
Capace di trasformare solo una delle dodici palle break avute, Roger si è inchinato 3-6, 4-6 al greco, volato così all'ultimo atto delle ATP Finals
MOTOGP
20 ore
Quartararo sprinta, Marquez tiene, Rossi affonda
Il francese scatterà in pole a Valencia. Preceduti il campione del mondo e Jack Miller. Dovizioso sesto, Vale Rossi addirittura dodicesimo
FORMULA 1
21 ore
Verstappen sulla Rossa: «Le Ferrari come prima di Austin? Vedremo»
Il pilota olandese è carico in vista del Gran Premio del Brasile
NATIONAL LEAGUE
23 ore
Niente ritorno sul ghiaccio: Robert Nilsson pronto al ritiro
Il 34enne svedese dello Zurigo non ha superato l'ultima commozione cerebrale: «Voglio solo poter condurre una vita normale»
HCAP
1 gior
Fine della corsa per Michael Ngoy?
Il 37enne difensore dell'Ambrì pare intenzionato a chiudere la carriera al termine di questo campionato
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile