Keystone
SANTO DOMINGO
13.06.19 - 15:210
Aggiornamento : 22:33

Quattro morti sono troppi: Rojo abbandona il suo hotel

Il difensore del Manchester United ha deciso di lasciare l'albergo in cui soggiornava a causa di una successione di decessi

SANTO DOMINGO (Repubblica Dominicana) - Sull'isola della Repubblica Dominicana sono morti quattro turisti negli ultimi due mesi. Uno di questi - Robert Bell Wallace, un americano di 67 anni - era un cliente dell'Hard Rock Hotel e del Casino di Punta Cana, lo stesso stabile scelto dal difensore argentino del Manchester United Marcos Rojo, per trascorrere le vacanze con la sua famiglia.

Il 29enne non era al corrente di questa serie misteriosa di morti prima di arrivare sul posto. All'inizio della settimana però, al suo ritorno da una battuta di pesca, il calciatore è venuto a conoscenza dei decessi e a quel punto ha preferito lasciare l'isola per non far correre rischi alla sua famiglia.

Stando a diverse fonti, Wallace si sarebbe sentito male poco dopo aver bevuto del whisky che si trovava nel mini-bar della sua camera - lo scorso 11 aprile - e dopo tre giorni di agonia l'uomo è morto in ospedale. Altri tre turisti statunitensi sono stati ritrovati senza vita nella loro stanza d'hotel: Miranda Schaup-Werner (anche lei dopo aver bevuto una bibita al mini-bar) e la coppia composta da Edward Holmes (63 anni) e Cynthia Day (49 anni).

Secondo le autorità dominicane le autopsie avevano stabilito che ognuna delle quattro vittime è morta per cause naturali.

Commenti
 
Mauro Brenn 5 mesi fa su fb
Meglio non andare a cancun allo spring break da febbraio a marzo....gli alberghi con una grande capienza avevano sempre un ambulanza di picchetto .....americani e canadesi pazzi
Andrea Bruni 5 mesi fa su fb
Fatto benissimo di andare via!
Zarco 5 mesi fa su tio
Ci sta
Paolo Kopa 5 mesi fa su fb
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
NAZIONALE
24 min
La Svizzera vince senza sudare, l'Europeo è realtà
Imponendosi 6-1 a Gibilterra, la truppa di Vlado Petkovic ha staccato il pass - da prima del girone - per Euro 2020
MOTOGP
1 ora
Da fenomeno a peso: Yamaha ostaggio di Valentino Rossi
Il Dottore non deciderà fino all'estate se continuare oltre il 2020. E fino ad allora la casa giapponese non potrà scegliere liberamente i piloti del futuro
MOTOGP
3 ore
Marquez + Marquez: la Honda ufficializza la coppia
Nella prossima stagione Marc e Alex – che sostituirà Jorge Lorenzo - correranno nella stessa squadra
HCL
6 ore
Vicky Mantegazza ci mette la faccia: “Vi chiedo scusa, ma sosteneteci”
La presidente del Lugano ha ammesso i problemi e chiesto ai tifosi di rimanere vicini alla squadra
FORMULA 1
8 ore
Disastro Ferrari: «Daremo un segnale forte ai piloti»
Mattia Binotto, team principal della Rossa: «Sono errori che si pagano come immagine e come squadra: non va bene». Nel frattempo la FIA chiude la vicenda: «Nessun colpevole»
HCAP
11 ore
Ad Ambrì il massimo (per ora) non basta
L'ultimo posto in classifica è un risultato preoccupante per una squadra che già sta spingendo il piede sull'acceleratore
HCL
14 ore
Crisi-Lugano? No, però è tempo di riconoscere ed evitare gli errori
"Mollati" dagli attaccanti che hanno tirato la carretta per settimane, i bianconeri faticano a segnare. Tocca a Kapanen trovare una soluzione, anche magari rivedendo la sua filosofia
NAZIONALE
16 ore
Svizzera, il compitino a Gibilterra e poi la festa
Alla Nazionale basterà raccogliere un punto contro una selezione modesta per garantirsi la partecipazione all'Europeo
FORMULA 1
23 ore
«Io andavo dritto», Vettel disastroso e ignaro
Colpevole nell'autoscontro della Ferrari, il tedesco ha fatto finta di nulla: «Pensavo di essere già passato»
RIYAD
1 gior
Thiago Silva accusa Messi: «Si tuffa e gli arbitri gli credono perché sono suoi tifosi»
Il capitano del Brasile ha usato parole dure nei confronti della stella dell'Argentina in seguito alla sconfitta maturata proprio contro l'Albiceleste
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile