KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (PETER KLAUNZER)
+6
SUPER LEAGUE
11.05.19 - 21:010
Aggiornamento : 12.05.19 - 14:54

Niente lode per il Lugano, battuto e superato dal Thun

Meno brillanti del solito, i bianconeri sono caduti 0-1 contro i bernesi, interrompendo una serie di dieci risultati utili e scivolando al quarto posto della classifica

THUN – Si è arrestata (almeno momentaneamente) la corsa del Lugano, caduto 1-0 a Thun nella 33esima giornata di campionato.

Zero vittorie nelle ultime dieci partite per i bernesi. Zero sconfitte nelle ultime dieci partite per i ticinesi. Con in palio il terzo posto della graduatoria – o comunque punti pesanti nella corsa per raggiungerlo – biancorossi e bianconeri si sono sfidati danzando (anche) intorno ai numeri. Attorno a serie lunghissime da interrompere o allungare.

A rischiare di più, almeno a livello mentale, erano sicuramente i padroni di casa i quali, ripresi e superati dalla concorrenza dopo una prima parte di stagione molto buona, al match della Stockhorn Arena chiedevano lo slancio per ripartire. Un nuovo tonfo avrebbe probabilmente per loro significato la fine di ogni sogno di gloria e, regalo di un campionato molto equilibrato, con la salvezza ancora da “assegnare”, pure l'inizio di grandi preoccupazioni.

Per questo motivo, subita l'iniziale “leggerezza” del Lugano, spinto dalle sicurezze costruite negli ultimi due mesi, a prendere in mano le redini dell'incontro è stato il Thun. I biancorossi hanno provato con maggior convinzione a costruire e offendere, dimostrando di non potersi né volersi accontentare del pari. La loro intraprendenza è stata premiata al 26' quando Costanzo, dagli undici metri (fallo su Tosetti), ha battuto Baumann per il vantaggio. Avanti nel punteggio, i bernesi non si sono poi limitati a gestire le operazioni. Sono andati alla ricerca del raddoppio. Non trovandolo. Hanno anche rischiato (traversa di Maric), ma sono soprattutto riusciti a tenere sgombra la loro trequarti. Merito pure delle scelte di mister Schneider, che senza badare troppo alla forma ha progressivamente chiesto ai suoi di abbassare il baricentro e di affidarsi al contropiede. E Celestini? Ha provato a regalare peso e imprevedibilità ai suoi inserendo, negli ultimi 20', Sadiku (per Crnigoj), Bottani (per Mihajlovic) e Covilo (per Vecsei). Il tentativo non ha tuttavia dato i risultati sperati: il Lugano non ha sfondato e per la prima volta dall'inverno è arrivato al 90' a mani vuote.

La corsa europea dei bianconeri non si è interrotta; ha però subito una brusca battuta d'arresto. Il sabato di campionato ha però, almeno, “regalato” alla truppa ticinese la sconfitta dello Xamax, ripreso e superato 1-2 dallo Zurigo. Con 5 punti di margine sui neocastellani a tre giornate dalla fine, Sabbatini e soci sono ormai vicinissimi alla salvezza.

THUN-LUGANO 1-0 (1-0)
Reti: 26' Costanzo (rig.) 1-0.
LUGANO: Baumann; Sulmoni, Maric, Daprelà; Yao, Vecsei (84' Covilo), Sabbatini, Mihajlovic (72' Bottani); Crnigoj (72' Sadiku), Junior; Gerndt.

CALCIO: Risultati e classifiche

KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (PETER KLAUNZER)
Guarda tutte le 10 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Indira69 1 anno fa su tio
Prima o poi si doveva perdere,peccato averlo fatto contro una formazione che definire scarsa é un complimento,partita brutta giocata con una formazione iniziale poco convincente,Domen fuori posizione.Ci rifacciamo giovedì col San Gallo,i conti si fanno il 25 maggio.
Zarco 1 anno fa su tio
@Indira69 Esatto, niente dramma
watson 1 anno fa su tio
Con questo gioco, meglio lasciar stare l'Europa. E poi i cambiamenti, quando si perde, non bisogna aspettare 20 minuti dalla fine per farli. Troppo tardi!!!
watson 1 anno fa su tio
Certo che giocando cosi meglio lasciar stare l'Europa. E poi, cosa aspetta il coach a fare i cambiamenti?? A 20 minuti dalla fine, troppo tardi. Peccato.
Zarco 1 anno fa su tio
@watson Europa? Chi se ne frega; salvezza vero obbiettivo
Evry 1 anno fa su tio
tanta volonta ma teste sconcentrate mancanza di precisione nei momenti decisivi.
Fran 1 anno fa su tio
Grande Thun!!! :-))))
Zarco 1 anno fa su tio
@Fran Dura essere in 1 lega.....
Zarco 1 anno fa su tio
Rigore generoso....comunque la salvezza più vicina ! Vero obbiettivo
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
2 ore
Calcio svizzero: ripartono i campionati
Il campionato elvetico riprenderà a porte chiuse il prossimo 20 giugno e... niente nuova formula (12+8)
NATIONAL LEAGUE
4 ore
«Covid-19? Ho avuto un po' di paura, mia moglie è incinta»
Il difensore ticinese del Losanna Matteo Nodari: «Il cambio societario? Stiamo andando nella direzione giusta»
DAVOS
8 ore
Impensabile una Spengler senza tifosi
Marc Gianola: «Una deadline? Possiamo attendere al massimo fino a ottobre, forse novembre».
SERIE A
20 ore
La Serie A riparte il 20 giugno!
Anche in Italia si torna in campo. Si dovrebbe iniziare con la Coppa Italia (13 e 14), poi spazio al campionato
PREMIER LEAGUE
1 gior
«Spero che tuo figlio prenda il coronavirus»
Il capitano del Watford, Deeney, ha raccontato un terribile retroscena riguardante il suo rifiuto ad allenarsi in gruppo
SERIE A
1 gior
L'avventura di Balotelli è giunta al capolinea: «Siamo tutti delusi»
Il presidente del Brescia Massimo Cellino ha probabilmente chiuso le porte a Super Mario: «Gli ho voluto bene»
SUPERLIGAEN
1 gior
Il calcio riparte in Danimarca: tifosi allo stadio con... l'app Zoom!
Questa sera scenderanno in campo Agf e Randers e per l'occasione è prevista un'iniziativa digitale storica
SWISS LEAGUE
1 gior
Con Monnet (e Bezina), il Sierre fa sul serio: «Cittadina passionale, mi ricorda Ambrì»
L'attaccante 38enne: «Sono contento di aver ritrovato Goran dopo le avventure vissute insieme in Nazionale»
SUPER LEAGUE
1 gior
«Ripresa? Non si mette molto bene»
Angelo Renzetti, presidente del Lugano: «Non si tratta tanto di far felice qualcuno, ma di essere coerenti»
PARIGI
1 gior
«Contrasti e mascherine? C'è troppa incoerenza»
Didier Deschamps, ct della Nazionale francese: «Tutto è legato agli incassi...»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile