Foto d'archivio
+ 32
SERIE A
14.04.19 - 08:000
Aggiornamento : 10:57

Icardi, Wanda e mille liti? No, è stata solo una questione di soldi (e una punizione dell'Inter)

In vista di un possibile trasferimento al Real di Maurito, la stampa spagnola ha svelato cosa ha fatto esplodere l'Inter nelle scorse settimane

MILANO (Italia) – “Wanda ha parlato troppo”. “Mauro ha litigato con i compagni”. “Il club ha giustamente usato il pugno duro”. “Sono questioni che non c'entrano con il campo”. Della litigata, enorme e a mezzo stampa, che negli scorsi mesi ha coinvolto Icardi e l'Inter, si è detto – e scritto – tutto e il contrario di tutto. Si sono fatte ipotesi, rincorse voci e, soprattutto, si sono cercati i colpevoli. Mai come in quest'occasione il tifo si è schierato da una parte, premiando la società a discapito del singolo.

Secondo quanto riportato dai media spagnoli, la guerra tra la Beneamata e il suo attaccante è tuttavia stata molto meno “nobile” di quanto si sia creduto. La causa scatenante non sono stati imbrogli, voltafaccia, parole o promesse non mantenute. A far cominciare tutto è stata, semplicemente, una questione di quattrini.

Secondo la stampa iberica, certa del prossimo approdo di Maurito al Real, i bisticci sono cominciati durante la trattativa per il rinnovo del contratto. Per iniziare a mercanteggiare, il club ha domandato a Wanda Nara di raddoppiare la clausola rescissoria presente nell'accordo, passando da 110 a 220 milioni di euro. La richiesta è stata respinta al mittente dalla bionda procuratrice, che a quel punto ha manifestato l'intenzione di levare le tende. Fine di ogni chiacchierata e immediata punizione da parte della società, che si è ripresa la fascia da capitano, consegnandola poi ad Handanovic.

Dalla Spagna raccontano inoltre che, vista la situazione venuta a crearsi, Icardi ha perso enormemente valore e, a giugno, potrebbe salutare il nerazzurro per una cifra molto inferiore rispetto alla clausola. Potrebbe diventare un Blanco per circa 60 milioni di euro.

KEYSTONE/AP (Antonio Calanni) (foto d'archivio)
Guarda tutte le 36 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
HCL
1 ora
Lugano, Fazzini rinnova fino al 2022!
Il 24enne attaccante ticinese resta fedele ai bianconeri: firmato un nuovo contratto biennale
MOTOMONDIALE
3 ore
«Caro Valentino, hai sbagliato...»
Jeremy Burgess, ex capo tecnico con il quale l'italiano ha vinto sette titoli in MotoGP, ha espresso il suo pensiero...
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
6 ore
Le c***ate di Evra e le palle di Xhaka: «Un non top player, per ora»
Il centrocampista svizzero trascina, con carattere, un Arsenal balbettante. Arno Rossini: «Ha questa stagione e la prossima per fare il "click". Può e deve segnare 10-15 gol»
CHAMPIONS LEAGUE
14 ore
Due-bala salva la Juve
Una doppietta in 2' di Paulo Dybala ha permesso ai bianconeri di battere 2-1 il Lokomotiv. Successi larghissimi per Tottenham, PSG e City
NATIONAL LEAGUE
15 ore
I Lions allungano, rimontona per il Rapperswil
Battendo 2-0 il Ginevra, lo Zurigo ha allungato in vetta alla classifica. Sangallesi avanti 5-3 sul Bienne dopo essere stati sotto 0-3
HCAP
15 ore
All'Ambrì non basta la generosità, alla Valascia vincono gli Orsi
I leventinesi – decimati dagli infortuni – si sono dovuti arrendere al cinismo del Berna. 5-2 il risultato finale con doppietta di Scherwey
CHAMPIONS LEAGUE
16 ore
Morata fa godere l'Atletico
Ai Colchoneros è bastato un colpo di testa dell'ex Juve: Leverkusen ko a Madrid. 2-2 esterno della Dinamo Zagabria del ticinese Gavranovic contro lo Shakhtar Donetsk
NHL
18 ore
Niente Svizzera e niente Lugano: Sbisa agli Anaheim Ducks
Il difensore elvetico si è accordato con la nuova franchigia fino al termine della stagione
HCL
21 ore
Ohtamaa verso la KHL, spalle coperte con Postma: «Avanti con 4 stranieri»
Col finnico in partenza (contratto in scadenza il 3 novembre), i bianconeri hanno annunciato l'arrivo in prova del canadese. Domenichelli: «Paul è un difensore molto valido, il mio compito...»
NATIONAL LEAGUE
1 gior
«Pestoni? A volte decisivo ma si prendeva delle pause»
Alex Chatelain dentro la crisi del Berna: «Un avvio del genere ci ha lasciato spaesati. Jalonen rinnovato per rinforzare la sua posizione? Può anche essere. Monitoriamo Gaëtan Haas»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile