TiPress
SUPER LEAGUE
16.10.17 - 07:010

Lugano schiaffeggiato dal Basilea: la crisi è sempre più profonda

A Cornaredo urge un cambio di rotta: la classifica piange sempre più e la squadra non riesce a reagire

LUGANO - A Cornaredo è notte fonda e nessuno riesce a trovare l'interruttore della luce. In un sabato sera che poteva e doveva rilanciare il Lugano – almeno sotto l'aspetto della prestazione – i bianconeri hanno clamorosamente toppato l'appuntamento. Sulmoni e compagni hanno infatti subìto la quinta sconfitta di fila in campionato, la quarta senza segnare il benché minimo gol. Nelle ultime cinque gare i bianconeri hanno realizzato 1 gol e subiti ben 15. Numeri che non lasciano spazio a nessun tipo di commento. A Cornaredo il quadro è desolante. 

Il bel gioco proposto nelle prime giornate, purtroppo, è solo un ricordo lontanissimo. E a tal proposito è lecito porsi qualche domanda: perché a distanza di qualche settimana non funziona più nulla? Perché i giocatori non mettono più quella grinta che in luglio e agosto era una prerogativa di questa squadra? Il team segue ancora l'allenatore Pier Tami oppure si è inceppato qualcosa? Società, staff tecnico e giocatori è meglio che trovino al più presto qualche risposta, la classifica infatti piange sempre più. Il Losanna di Celestini, sulla carta l'indiziata numero uno a tornare nell'“inferno” della Challenge League, non perde dallo scorso 19 agosto (5-2 a Thun) per un totale di 6 partite.  

A Lugano, dunque, urge una scossa immediata: il presidente Angelo Renzetti deve riflettere e decidere se concedere ancora fiducia a Pier Tami oppure se optare per un cambio. La squadra è sfiduciata e non riesce a esprimere un calcio accettabile. E alla fine, più che i risultati, è proprio questo a preoccupare maggiormente tutto l'ambiente bianconero...

Commenti
 
El Jardinero 7 mesi fa su tio
Il cuore della Lugano bianconera calcio dovrebbe anche capire che fino a 3 fa eravamo ancora in Challenge League e adesso siamo proiettati in Europa (che non è l'Europa dell'hockey dove vinse pure l'Ambrì) non potendo giocare a Lugano. In una decina di anni di progressi nella Lugano calcio dopo il fallimento ce ne sono stati tantissimi. Ora mi pare ingeneroso sparare sulla croce rossa di un momento in cui non ci si capisce granchè : tra staff, giocatori e società (ieri si è fatto il nome di un altro giocatore del Chiasso..) Ovvio che la Lugano calcio non è ben strutturata come la Lugano hockey. In secondo luogo sta passando un buon momento e l'altra un pessimo momento accecata da un'ambizione forse troppo grande. Magari Tramezzani questo l'aveva intuito volendo andar via (ma trovando in Vallese altre patate bollenti). Tami porta un buon calcio , dimostrando ampiamente in Nati U21 e GC e inizio stagione bianconero. E lì la cornice di pubblico era meravigliosa. Non si può crocifiggere ora che siamo andati in apnea non facciamo lo stesso errore del Grasshopper che non è migliorato affatto cambiando allenatore. Tant'È vero che l'ha dovuto ricambiare quest'anno.... e ancora non mi sembra il bel GC che iniziò con Pier. La storia del carattere e del polso nello spogliatoio poi , con un campione assoluto come Walter Samuel non regge. Avanti e sacrificio e lavoro i risultati arriverannno. (a meno che proprio staff e squadra non remano nella stessa direzione)
GI 7 mesi fa su tio
Direi che, in primis, sarà necessario un bel blocco degli stipendi......
Roger maids 7 mesi fa su tio
Col Basilea è dura fare punti..
El Jardinero 7 mesi fa su tio
Io sono fiducioso il Lugano di Tami si riprenderà. È un vortice da cui dobbiamo uscire..lo passammo pure con Zeman..
ErPupone1971 7 mesi fa su tio
@El Jardinero Io invece purtroppo, caro "Cruz", da gran tifoso appassionato, non sono così ottimista come lei... mi pare di vedere troppe cose che non funzionano (giocatori non all'altezza e/o fuori forma, formazioni iniziali non azzeccate, mancanza di "cattiveria" ed un pochino anche di condizione fisica,...).
El Jardinero 7 mesi fa su tio
@ErPupone1971 D'accordo ma stiamo parlando del Lugano a che altezza pretendi che arrivi un giocatore che calca per il primo anno i terreni europei senza nemmeno poter giocare in casa. Ossia è un problema fisico o di spessore?
Vi In 7 mesi fa su fb
Tami via subito!!!!!!
Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
squadra
cornaredo
Risultati
19.05.2018
Super League
Basilea
 2 - 2 
fine
1-1
Lucerna
Grasshopper
 1 - 2 
fine
0-0
Young Boys
Lugano
 1 - 1 
fine
0-0
Zurigo
S.Gallo
 0 - 3 
fine
0-3
Losanna
Thun
 1 - 4 
fine
1-2
Sion
 
20.05.2018
Serie A
Genoa
 1 - 2 
fine
0-1
Torino
Cagliari
 1 - 0 
fine
0-0
Atalanta
Chievo
 1 - 0 
fine
0-0
Benevento
Udinese
 1 - 0 
fine
1-0
Bologna
Napoli
 2 - 1 
fine
2-0
Crotone
Milan
 5 - 1 
fine
2-1
Fiorentina
SPAL
 3 - 1 
fine
1-0
Sampdoria
Lazio
 2 - 3 
fine
2-1
Inter
Sassuolo
 0 - 1 
fine
0-1
Roma
 
21.05.2018
Challenge League
Aarau
 4 - 1 
fine
1-0
Vaduz
Chiasso
 3 - 0 
fine
2-0
Wohlen
Xamax
 6 - 3 
fine
3-1
Wil
Sciaffusa
 3 - 1 
fine
2-0
Winterthur
Servette
 0 - 3 
fine
0-2
Rapperswil
 
14.06.2018
Mondiali
Russia
  
17:00
Saudi Arabia
 
Classifiche
Super League
1
Young Boys
36
84
2
Basilea
36
69
3
Lucerna
36
54
4
Zurigo
36
49
5
S.Gallo
36
45
6
Sion
36
42
7
Thun
36
42
8
Lugano
36
42
9
Grasshopper
36
39
10
Losanna
36
35
Ultimo aggiornamento:20.05.2018 23:21
Challenge League
1
Xamax
36
85
2
Sciaffusa
36
64
3
Servette
36
62
4
Vaduz
36
59
5
Rapperswil
36
56
6
Aarau
36
44
7
Wil
36
39
8
Chiasso
36
36
9
Winterthur
36
32
10
Wohlen
36
18
Ultimo aggiornamento:22.05.2018 23:06
Serie A
1
Juventus
38
95
2
Napoli
38
91
3
Roma
38
77
4
Inter
38
72
5
Lazio
38
72
6
Milan
38
64
7
Atalanta
38
60
8
Fiorentina
38
57
9
Torino
38
54
10
Sampdoria
38
54
11
Sassuolo
38
43
12
Genoa
38
41
13
Chievo
38
40
14
Udinese
38
40
15
Bologna
38
39
16
Cagliari
38
39
17
SPAL
38
38
18
Crotone
38
35
19
Verona
38
25
20
Benevento
38
21
Ultimo aggiornamento:21.05.2018 23:45
TOP NEWS Sport
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report