Keystone
SUPER LEAGUE
07.06.17 - 14:500
Aggiornamento : 17:10

«Tramezzani è fortissimo, ha dato una grinta alla squadra che non avevo mai visto»

Il presidente del Lugano, Angelo Renzetti, si è espresso in merito alla nuova situazione che si è presentata a Cornaredo: «Tami? Non so ancora, ma il suo profilo corrisponde a quello che cerco»

2 anni fa «Renzetti? C'è rispetto. Volevo addirittura rimanere soltanto per quello che lui mi ha dato»
2 anni fa Ufficiale: Tramezzani lascia il Lugano

LUGANO - Nella giornata odierna - mercoledì 7 giugno - gli appassionati di calcio hanno appreso che Paolo Tramezzani non sarà più l'allenatore del Lugano. Il tecnico 46enne e il presidente del Lugano Angelo Renzetti hanno deciso di separarsi consensualmente, nonostante un contratto fino al 2019 e la qualificazione centrata dai bianconeri ai gironi di Europa League.

«Ci siamo trovati ieri sera e ho ascoltato le sue motivazioni, così insieme abbiamo deciso di sciogliere il rapporto», ha esordito in conferenza stampa proprio il numero uno bianconero. «Mi dispiace che se ne vada, ma il calcio è così e non ho avuto difficoltà ad accettare la sua volontà di fare un'esperienza diversa. Non so dove andrà ad allenare, l'unica cosa che mi interessa è quella di avere avuto un buon rapporto con lui. Ha dato tanto al Lugano e anche se ci sono state delle frizioni fra di noi, come succede in tutte le famiglie, sono ovviamente soddisfatto dei risultati da lui ottenuti. È stato un professionista tutta la vita e sa cosa vuole».

Ma chi siederà ora sulla panchina bianconera? «Abbiamo bisogno di un allenatore che continui su questa strada. Paolo ha dato una grinta e una forza alla squadra che non avevo ma visto prima a Lugano. Sto valutando un paio di profili e come detto mi piacerebbe un tecnico che sappia proseguire con questo spirito. La traccia lasciata da Tramezzani è importante, ora abbiamo un gioco, tanta qualità, una mentalità vincente e questi aspetti non voglio perderli. Devo prendere un allenatore capace di mantenere questo assetto, se poi trovo quello - anche se sarà molto difficile - che sarà in grado di darmi la ciliegina sulla torta, allora sarei l'uomo più felice del mondo».

Negli ultimi giorni si è insistentemente parlato di Pier Tami... «Vorrei qualcuno che sappia migliorare ulteriormente la situazione attuale, anche se il risultato ottenuto da Paolo lo posso definire un miracolo, è fortissimo. Dal canto suo Tami è un coach importante, conosce il calcio svizzero, i giocatori, è capace a trattare con i giovani e ha una grande esperienza: è insomma un profilo che corrisponde a quello che cerco». 

A questo punto bisogna sperare che l'ottimo rapporto instaurato con i giocatori bianconeri, non porti alcuni di questi ultimi a seguire Tramezzani nella sua nuova avventura... «Se qualcuno vuole i nostri giocatori dovrà pagarceli. I ragazzi sono nostri, tutto ha un prezzo».

 

Commenti
 
tormar68 2 anni fa su tio
Che lo vogliate o no, fino a d'ora, il pres ha sempre avuto ragione. Politica, scelta allenatore e giocatori. Inoltre, senza i vari direttore sportivo, direttore tecnico, e i vari magna magna.
Mario Bernasconi 2 anni fa su fb
non mi sorrprende di non trovare accenni sul lavaro dei "giornalisti" !!!!
Bär 2 anni fa su tio
Renzetti per carità non prendermi Tami, retrocessione assicurata...
El Jardinero 2 anni fa su tio
@Bär Tami in Nazionale U21 e prima parte di Grasshopper è stato un grande. Se poi a Zurigo han fatto una politica societaria deficitaria non è colpa di Pierre che è ottimo tecnico. Altrochè retrocessione assicurata d'egitto.
maisai55 2 anni fa su tio
Cosa pensa che gli altri giornalisti sono piu teneri dei nostri ? Per me son tutte scuse ..... se dopo 5 mesi sei cotto... chissà se facevi tutta la stagione , prendeva un'infarto ? Mi dispiace ma sono deluso ....lo trovato un po spocchioso e permaloso ! Ok avere ambizioni ...ma con un curriculum di 5 mesi ? Se allena una squadra svizzera spero che i Bianconeri finiscano il campionato davanti a lui.
matteo2006 2 anni fa su tio
@maisai55 Sempre che finisce il campionato in Svizzera e se va a Sion non è per nulla scontato.
El Jardinero 2 anni fa su tio
@matteo2006 Vero, l'ambizione di Tramezzani ad ogni modo penso sia l'Italia.
F/A-18 2 anni fa su tio
Un'allenatore vale l'altro, sono i giocatori che ti fanno vincere o perdere le partite, dipende la loro motivazione, certo che a Lugano tanti hanno aumentato le loro quotazioni, furbo il presidente a scegliere gente brava che sa che se fa bene aiuta il borsellino di tutti.
madras 2 anni fa su tio
È proprio vero che i contratti sono una boiata. Solo se fosse stato licenziato penso che avrebbe fatto valere la clausula. Ma cosÎ SE NE VA SENZA PAGARE NEMMENO UNA PENALE, per me è una boiata !!
Diablo 2 anni fa su tio
Scusi Presidente, ma forse ho sentito io male, ma in conferenza non mi pare sia stato proprio gentile nei confronti di Tami e non l'ha proprio definito al massimo :D
TOP NEWS Sport
DEL
3 ore

«Lapierre? Era entusiasta di venire a Berlino»

Il direttore sportivo della compagine tedesca - Stéphane Richer - si è espresso in merito al trasferimento dell'attaccante canadese in Germania

TENNIS
4 ore

Teichmann vince un altro derby

A Losanna Jil Teichmann, dopo il successo contro Timea Bacsinszky, ha superato anche la giovane Simona Waltert. Nei quarti sfiderà Tamara Korpatsch

CICLISMO
6 ore

Zampata di Simon Yates sui Pirenei

Il 26enne britannico ha vinto la 12esima tappa del Tour de France. Alaphilippe resta in giallo: invariata la classifica dei "big"

SERIE A
8 ore

Fabian Schär: futuro al Milan?

Il difensore centrale della nazionale elvetica è legato al Newcastle fino al 2021, ma...

MERCATO
11 ore

Neymar-Juve, si può? «Continui contatti»

In rotta con il PSG la stella brasiliana è pronta a cambiare aria. Real in pole?

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile