TiPress
AIROLO
22.11.20 - 19:300
Aggiornamento : 23.11.20 - 15:43

Ecco cosa disse dieci anni fa: «La velocità? Mi è sempre piaciuta, incoscienza di gioventù»

Da Airolo alla conquista del mondo, poi a 25 anni lo stop alla carriera.

«È arrivato un momento in cui ho iniziato a calcolare il rischio».

AIROLO - Lo sport ticinese ha perso una grande campionessa. Doris De Agostini, vera e propria scheggia in discesa, si è spenta all'età di 62 anni.  Medaglia di bronzo ai campionati del mondo di discesa libera a Garmisch nel 1978. Vincitrice della Coppa del Mondo di specialità nel 1983, anno in cui è stata pure nominata atleta svizzera dell'anno. 19 podi in carriera di cui otto successi individuali. Insomma numeri davvero importanti per l'airolese, numeri che avevano fatto sognare tutti gli appassionati ticinesi. I ripidi pendii non le facevano paura, anzi. Quando vedeva i "muri" innevati era proprio lì che Doris si lasciava andare senza pensare a nulla. Erano i suoi sci che "cantavano"...

Intervistata dieci anni fa "Glamilla Comunicazione" ecco quelle che erano le sue idee in merito alle Olimpiadi. «L'importante è partecipare? Quest’affermazione è diventata ormai una cosa romantica, quasi fiabesca, perché guardando in faccia alla realtà ci si accorge di troppi interessi economici attorno allo sport ed è inevitabile quindi che ai Giochi si chieda una medaglia. È il massimo a cui uno sportivo può aspirare. Dal punto di vista del valore tecnico, però, vale di più vincere la Coppa del Mondo generale o di specialità perché è la somma di tutte le gare di un anno e rappresenta la continuità. Alle Olimpiadi ci sono troppi fattori casuali che possono influenzare l’andamento della competizione».

Ecco, invece, il suo pensiero in merito allo sci moderno, completamente diverso da ciò al quale era abituata lei: «Le gare sono diventate uno show e gli sportivi un veicolo pubblicitario per promuovere la data marca o il dato prodotto. Noi eravamo degli sportivi che restavano allo stato puro senza grandi sponsor». 

Perché la discesa e non le discipline tecniche? «A me la velocità è sempre piaciuta. Scoprire quanto potevo rischiare e quando il filo si poteva rompere, questa è l’incoscienza della gioventù. Ma poi è arrivato un momento in cui ho iniziato a calcolare il rischio e la mia decisione è stata di dire basta. Questo è tipico degli sport estremi».

 

SPORT: Risultati e classifiche

TiPress
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Alex 10 mesi fa su tio
Sportiva con la S maiuscola,donna e atleta di tempi perduti. Grazie di averci fatto sognare Doris!R.I.P. condoglianze alla famiglia
Dani/hcl 10 mesi fa su tio
Si è fermato il tuo cuore ma non si è spento il tuo sorriso!! Ciao Doris
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
3 ore
Croci-Torti perfetto, il Lugano no
Croci-Torti in extremis: Lugano, non hai fatto una gran figura
PORTO
6 ore
Truffa a Cristiano Ronaldo, svaniti (e ricomparsi) 288’000 euro
Cristiano Ronaldo e l’impiegata disonesta: addebitati 200 viaggi mai fatti
FC LUGANO
9 ore
Il Lugano vuole continuità: «Conosco pregi e difetti di questo gruppo»
Mattia Croci-Torti è carico in vista del match contro il GC: «Sono reduci da una brutta eliminazione in Coppa».
FC LUGANO
12 ore
«Orgoglioso di questa chiamata, se avessi rifiutato sarei stato un codardo»
Mattia Croci-Torti è stato confermato alla guida dei bianconeri. Martin Blaser: «Competenza e continuità».
SUPER LEAGUE
12 ore
Lugano & Croci-Torti: l'avventura continua fino al 2023
Il 39enne fa parte dello staff tecnico bianconero da quattro stagioni.
FORMULA 1
15 ore
«Non ci saranno contrasti con Hamilton»
Il 23enne futuro pilota della Mercedes: «Abbiamo un ottimo rapporto e lavoreremo insieme per sviluppare la macchina»
HCL/HCAP
19 ore
Ginevra è dolcissima per McSorley, weekend amaro per l'HCAP
Il fine settimana he regalato tre punti al Lugano, nessuno all'Ambrì.
SERIE A
1 gior
Anche un Milan in emergenza ferma la Juve
Rebic risponde a Morata: i bianconeri restano a secco di vittorie dopo quattro giornate.
COPPA SVIZZERA
1 gior
Ottavi di Coppa: sorteggio sfortunato per le ticinesi
Le sfide si disputeranno a fine ottobre
MOTO E
1 gior
Incubo Aegerter, campione del mondo per (soli) 10 minuti
L'elvetico ha conquistato la gara ma è stato penalizzato per aver buttato a terra Jordi Torres e ha perso il Mondiale.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile