TENNIS
16.07.17 - 15:080
Aggiornamento : 19:34

Federer, sei fantastico! Ecco la 19esima meraviglia

Il renano ha vinto per l’ottava volta il torneo di Wimbledon, grazie al netto 6-3, 6-1, 6-4 rifilato a un claudicante Marin Cilic

LONDRA - Non ci sono più parole per descrivere Roger Federer. Il basilese - sempre più re di Wimbledon - ha vinto il 19esimo Slam della sua carriera, grazie al nettissimo 6-3, 6-1, 6-4 rifilato a un Marin Cilic condizionato da alcuni problemi fisici.

Per King Roger quello vinto oggi a Londra è il secondo Major della stagione (non gli capitava dal 2009 di vincere due Slam in un anno) - dopo quello conquistato in Australia ad inizio anno -, l’ottavo sul suo giardino preferito londinese. Nessuno ha fatto meglio di lui.

Il basilese ha chiuso il torneo senza concedere nemmeno un set ai suoi avversari a dimostrazione dell'ottima condizione raggiunta. 

La domanda che sorge spontanea è la seguente: dove vuole arrivare Federer? 

Di seguito vi proponiamo la cronaca della partita

1. SET: Il basilese ha vinto il primo set con il punteggio di 6-3. Inizialmente sono stati la tensione e il nervosismo a farla da padrone: i due contendenti, in particolare il basilese, hanno sbagliato alcuni colpi che solitamente “entrano”. La prima palla break del confronto è stata conquistata dal croato nel quarto game, annullata da Federer. In seguito, smaltita un po’ di tensione, è uscito il vero Roger: nel quinto game lo svizzero, di classe e di “prepotenza”, ha piazzato il primo break di giornata. King Roger ha chiuso la prima frazione rubando nuovamente il servizio a Cilic sul 5-3.

2. SET: Sulle ali dell’entusiasmo del primo set vinto Roger è andato a prendersi subito un altro break nel secondo game del secondo set, affossando un Cilic in chiara difficoltà. Quest’ultimo ha pure avuto una crisi di nervi, dovuta a un problema fisico che non gli ha permesso di esprimersi al meglio: a un certo punto infatti il croato si è “nascosto” sotto l’asciugamano e si è sfogato piangendo. Ciò non ha sortito gli effetti sperati nel bombardiere croato, RogerOne ha infatti continuato a controllare la contesa senza troppi patemi d’animo. Federer ha chiuso il secondo set grazie a un nuovo break al sesto game. 2-0 e 19esimo Slam a un passo. 

3. SET: Cilic, con le spalle al muro, è cresciuto. Nei primi game della terza frazione il suo gioco è parso un attimo più incisivo. Ma sono state soltanto delle fiammate sporadiche: al settimo game, infatti, Federer ha rubato nuovamente il servizio al suo avversario spianandosi la strada verso l’ottavo Wimbledon. 

Keystone
Guarda le 3 immagini
2 anni fa Federer, ma chi ti ferma più?
Commenti
 
GI 2 anni fa su tio
peRFetto, paRFait, peRFekt, peRFect, peRFecto........E ora, in tutta calma verso la vetta !!!!!!!!!!!!! Grazie RogerFourOne per aver menzionato la Svizzera nel tuo breve discorso !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
bledsoe 2 anni fa su tio
Che grandissimo il ruggero nazionale!!
rexlex 2 anni fa su tio
IMMENSO
bananajoe 2 anni fa su tio
Meraviglioso!!
francox 2 anni fa su tio
126 minuti fa avevano appena iniziato!
Fabio Ambrosini 2 anni fa su fb
Un grande ????
Meck1970 2 anni fa su tio
Incredibile. ... fenomeno. ...
TOP NEWS Sport
SERIE A
4 ore

Il guerriero Sinisa ottiene un punto

Nella prima di Serie A il Bologna ha pareggiato a Verona. Successi esterni per Atalanta, Lazio e Brescia. Torino avanti contro il Sassuolo e bel 3-3 tra Roma e Genoa

MOTOGP
6 ore

Fiamme, paura e... sollievo: «Dovizioso ha perso la memoria»

Il pilota italiano ha superato senza troppi problemi l'incidente di Silverstone

SERIE A
7 ore

Il Milan comincia con uno schiaffo

Poco ispirati e in difficoltà sul piano fisico, nella prima di campionato i rossoneri sono stati battuti 1-0 dall'Udinese

SUPER LEAGUE
9 ore

Il Lugano dura un tempo, poi è triplo ribaltone del San Gallo

Avanti 0-1 al 45', dopo essere rimasti in dieci i bianconeri sono stati ripresi e superati dai biancoverdi, alla fine impostisi 3-2. Vittorie per Sion e Servette

HCL
10 ore

Lugano ancora in difficoltà: ne prende altre cinque

Seconda - netta - sconfitta consecutiva dei bianconeri nella Venosta Cup. L'Ingolstadt di Doug Shedden si è imposto 5-1

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile