Ti Press
SVIZZERA
03.10.19 - 11:080
Aggiornamento : 13:53

Calanca è il comune più pigro della Svizzera (elettoralmente parlando)

Nel 2015 la partecipazione in assoluto più bassa del Paese, nel voto per il Consiglio nazionale, è stata registrata nel Comune del Moesano: solo il 29,5%. Ma c'è una spiegazione...

CALANCA - Calanca (GR) è il comune elettoralmente più pigro della Svizzera, perlomeno sulla carta: lo mette in evidenza oggi l'Aargauer Zeitung, che spulciando fra i risultati delle elezioni federali di quattro anni or sono punta i riflettori su vari primati locali.

Nel 2015 la partecipazione in assoluto più bassa del Paese, nel voto per il Consiglio nazionale, è stata registrata nel Moesano, con il 29,5% di Calanca. Interpellato dal giornale, il sindaco Toni Theus ha detto di non sapersi spiegare il perché. Una possibile ipotesi viene invece avanzata dalla cancelleria cantonale: il comune ha una quota elevata di svizzeri all'estero. Visto che costoro partecipano meno al voto - per ostacoli amministrativi o mancanza di interesse - ne soffre il tasso complessivo di chi si reca alle urne. Questo fa sì che nel 2015 a Calanca vi siano stati più aventi diritto di voto (193) che abitanti (187), bambini compresi. Quindi la caratteristica di "indolenza elettorale" va relativizzata.

Il più entusiasta - Nei Grigioni si trovano anche gli elettori più entusiasti: sono quelli di Lohn, gruppo di case situato a 1600 metri di altitudine nella ragione della Viamala. Dei 38 aventi diritto hanno espresso il loro voto 36 persone: una partecipazione del 95%, la più elevata del paese. Il comune - caratterizzato da diverse fattorie bio - si smarca anche spesso dall'orientamento delle località vicine, votando in modo più progressista.

Il più veloce - Schmiedrued (AG) è invece il comune più veloce: il 18 ottobre 2015 ha pubblicato i risultati poco dopo le 11.00, cosa vista in modo poco favorevole nella Berna federale: dati elettorali a urne ancora aperte altrove potrebbero infatti influenzare il comportamento dei votanti. Nella stragrande maggioranza dei comuni i seggi si chiudono infatti alle 12.00: eccezioni (10.00) esistono soprattutto nei cantoni di Argovia e Zurigo. Nella sua ultima direttiva relativa al prossimo 20 ottobre il Consiglio federale ha chiesto ai comuni di non rendere noti risultati prima di mezzogiorno: si vedrà se Schmiedrued si atterrà a queste indicazioni.

Il più... nordcoreano - «Condizioni nordcoreane» - così l'Aargauer Zeitung - vigono invece a Dallenwil e a Wolfenschiessen, due comuni del canton Nidvaldo in cui nel 2015 l'UDC ha ottenuto - in entrambi i casi - l'88,7%: in nessuna altra località elvetica un partito ha raggiunto un risultato migliore. C'era da eleggere l'unico deputato del cantone, l'uscente Peter Keller, sfidato solo da un altro candidato senza partito che voleva evitare un'elezione tacita e che ha raccolto il 17,2%.

Il più scontento - Nidvaldese è anche il record di schede bianche: appartiene al capoluogo Stans, dove questa soluzione è stata scelta da 392 elettori su 3554, una quota dell'11%: ha pesato con ogni probabilità la scarsità della scelta, vista la contesa fra un uscente e una personalità non conosciuta.

Il più rappresentativo - Per finire il comune che più ha riflesso su scala locale quello che è stato il risultato nazionale è stato Frauenfeld (TG): il PS ha ottenuto il 19,4% delle schede (19,3% a livello nazionale) e anche i voti ottenuti da UDC, PLR e PPD hanno presentato scarti minimi rispetto a quelli osservati a livello elvetico.

Commenti
 
hcap76 1 mese fa su tio
Ma un altra foto della Valle Calanca non c'era? Lì si vede il paese di Verdabbio che sta in Mesolcina...
Geni86 1 mese fa su tio
@hcap76 Grande! Io mi stavo chiedendo in base a cosa Tio decide se dare la possibilità di commentare o meno... Almeno tu hai potuto fare questa giusta osservazione!
Biagio 1 mese fa su tio
@hcap76 Chissà perché, magari sia il fotografo che la persona che ha pubblicato l'articolo non ci sono mai stati.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Elezioni federali 2019
FRIBURGO
3 sett
Stati, niente ballottaggio per l'UDC
Il comitato direttivo ha deciso che Pierre-André Page, arrivato quarto domenica scorsa, non parteciperà al secondo turno
SVIZZERA
3 sett
Ecco dove "l'onda verde" ha colpito
Il successo in Consiglio nazionale dei Verdi è stato forgiato soprattutto nelle 31 città che contano oltre 15mila elettori
FRIBURGO
3 sett
Stati, almeno tre nomi per il ballottaggio
Levrat, Vonlanthen e Gapany si sfideranno il 10 novembre. Stasera l'UDC decide per la candidatura di Pierre-André Page
VAUD
3 sett
Olivier Français sostenuto a denti stretti dall'UDC
L'obiettivo dei democentristi è di mantenere il seggio del centro-destra in Consiglio degli Stati
SVIZZERA
3 sett
La campagna "porno" del Partito pirata ha fatto un buco nell'acqua
I video sono stati visualizzati milioni di volte su Pornhub ma i risultati politici non sono stati raggiunti
SVIZZERA
3 sett
Il clima? I costi della salute preoccupano di più
Quali sono i temi prioritari che il nuovo Parlamento dovrà affrontare? Le risposte degli elettori, nel sondaggio Tamedia
CANTONE
3 sett
Il giorno dopo la "marea verde"
Il trionfo ottenuto da Verdi e Verdi liberali occupa ampio spazio sulle prime pagine dei quotidiani svizzeri
SVIZZERA
3 sett
L'attuale formula magica «è superata»
Per il politologo Claude Longchamp il PLR la nuova combinazione deve essere 2-2-1-1-1
SVIZZERA
3 sett
Possibili cambiamenti a sinistra agli Stati
PPD e PLR rimarranno le principali forze nella Camera dei Cantoni
ELEZIONI FEDERALI 2019
3 sett
«Puntiamo a rompere la maggioranza della destra»
Parla Christian Levrat, presidente nazionale del PS. Il prossimo 20 ottobre l'appuntamento alle urne
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile