Ti-Press
L'OSPITE
01.06.21 - 09:370

L'autogestione è ingestibile: sosteniamo il sindaco

Maruska Ortelli, Presidente gruppo Lega dei Ticinesi Lugano

Lo smantellamento dell’ex Macello di Lugano, durante la notte di sabato sera, non ha placato gli animi degli autogestiti. Tant’è che ieri, lunedì, oltre 300 persone hanno pensato di violare l’intimità del sindaco Marco Borradori andando sotto casa sua minacciandolo. Ennesima manifestazione non autorizzata ed ennesima prova che la scelta attuata dal Municipio cittadino sull’ormai EX centro sociale sia stata la più giusta.  
 
Gli atteggiamenti di questi facinorosi, fomentati dalle ventate di odio della sinistra politica, non si possono più tollerare. Noi, come Gruppo Lega dei Ticinesi di Lugano, sosteniamo le scelte dell’Esecutivo ed esprimiamo la nostra vicinanza al sindaco Borradori. Un momento non facile, ma che sicuramente, grazie alla sua grande esperienza e alla sua intelligenza, riuscirà a superare nel miglior modo possibile. 
 
Come Gruppo Lega, auspichiamo che le autorità intervengano prendendo i dati dei più esagitati. Lugano non ha bisogno di queste persone per andare avanti. Il futuro è nella democrazia e in uno stato libero da queste prove di forza inutili e sterili. Nessuno è contro all’autogestione, ma quest’ultima deve essere fatta nel pieno rispetto della legalità. Pensiamo alla Rote Fabrik di Zurigo: uno spazio aperto a tutti, un centro culturale rinomato in tutta la Svizzera.  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile