Tipress
L'OSPITE
14.02.21 - 08:000

Nessun pasto è gratis

Guido Sassi: esercente, candidato al consiglio comunale PLRLugano

Politiche imprudenti o miopi possono comportare rischi che prima o poi si dovrà pagare. Lugano riconosce un momento di grande sviluppo nella metà dell’Ottocento, con la costruzione delle moderne vie di comunicazione stradali (ponte di Melide, 1847) e ferroviarie (traforo del San Gottardo, 1882) si percepisce l’oppurtanità di credere allo sviluppo del settore turismo e del commercio. Solo negli anni settanta, grazie alla stabilità sociale e politica della Confederazione, e proprio alla particolare situazione geografica con la vicina Italia, c’è stato un grande afflusso di capitali, che hanno permesso una situazione di benessere. Negli ultimi ventanni abbiamo subito dei cambiamenti, oggi ci vuole una visione liberale, si devono affrontare le questioni economiche e politiche non più in compartimenti stagni. Ma credere alle nostre capacità di creare il futuro per le prossime generazioni; e non mi pare che questa continua diatriba politica vada nella direzione giusta.
Molti sono i progetti fermi nei cassetti della città, centro arte casa, ex macello, PVP sempre più in affanno, lo studio urbanistico per i quartieri divenuti “caserme” dormitori della città lasciati a se stessi, spazi verdi per bambini e famiglie, piste ciclabili che non sono garantite a chi pedala con sicurezza.
Per questo tutti gli attori devono lavorare in sinergia: pubblico, privato, strutture ricettive, ristoratori, e attività commerciali le più svariate, necessarie per promuovere riqualificando il nostro territorio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile