TiPress - foto d'archivio
L'OSPITE
05.08.20 - 07:540

Alcune considerazioni ai mammasantissima delle FFS

Massimiliano Robbiani, Deputato indignato del Mendrisiotto

Che i mammasantissima delle FFS non capissero un tubo del Ticino (oltre che del traffico ferroviario) già lo sospettavamo da tempo. Di figuracce al sud delle Alpi nel hanno fatte fin troppe. L’ultima è di poche ore fa, quando fregandosene completamente delle richieste di un’intera regione avanzate dai Sindaci e dalla commissione regionale dei trasporti, hanno confezionato una risposta vergognosa. Niente treni IC a lunga percorrenza con fermate nel Mendrisiotto perché fra le altre cose determinerebbero importanti ritardi al traffico ferroviario, perché solo il 5% dei passeggeri varca il Gottardo in treno, perché guadagnerebbero meno. In pratica, che gliene frega alle FFS del Mendrisiotto.

Ebbene, a questi fenomeni confederati bisognerebbe ricordare un paio di cosette. Il Mendrisiotto, guarda un po’, è sulla tratta internazionale nord-sud, una tratta che non si ferma a Lugano, come sembrano credere loro. Sono così furbi che per decenni non si sono accorti che l’Italia va da Chiasso e non da Lugano in giù. Se però avessero desiderio di annetterci alla vicina Repubblica che ce lo dicano subito, così i cittadini del Mendrisiotto la pianteranno di pagare per progetti ferroviari del menga che a loro non servono. La densità di popolazione e il gettito fiscale generato dal Mendrisiotto sono irrilevanti?

Benissimo: allora i soldi ce li teniamo noi e le FFS coi loro trenini senza sbocco continuino a viaggiare altrove. È scandaloso che Alp Transit si fermi a Lugano.

È scandaloso che dal Mendrisiotto per salire su treni veloci si debba andare a Lugano. È scandaloso che sui treni la gente stia in piedi per ore. È scandaloso che si risponda picche (e con quel tono) ad una regione che ha sostenuto anche finanziariamente i progetti ferroviari che portano beneficio a tutto il Cantone tranne che al Mendrisiotto. Adesso anche il Governo deve mettersi al fianco della nostra regione (già particolarmente dimenticata da qualunque progetto si muova in Ticino) e dire chiaramente alle FFS che il Ticino va da Airolo a Chiasso, che il Mendrisiotto è la seconda regione più importante del Ticino, dopo Lugano, e che deve assolutamente potersi agganciare degnamente alla rete ferroviaria internazionale. E già che ci sono, che gli si dice forte e chiaro che la qualità del loro servizio è indegna della Svizzera. I treni non dovrebbero trasformarsi in carri bestiame come accade ormai da troppo tempo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile