tipress
L'OSPITE
06.06.19 - 16:540

Pieno sostegno allo Sciopero delle donne

Gruppo Pensionati del Sindacato Unia Ticino

Riunito in assemblea a Bellinzona, il Gruppo Pensionati del Sindacato Unia Ticino e Moesa ha espresso pieno sostegno allo sciopero delle donne del prossimo 14 giugno.

Le motivazioni che hanno spinto le donne a promuovere, su scala nazionale, una giornata dai forti contenuti rivendicativi, sono validissime e affondano le radici in una constatazione di fatto inequivocabile: le donne sono discriminate nella società in generale e sui posti di lavoro in particolare, il loro ruolo non solo viene ritenuto subalterno ma lo è concretamente.

Oltre che legittimo, lo sciopero delle donne è anche legale e di conseguenza vengono respinte al mittente le accuse di agire nell’illegalità rivolte, in maniera non poi tanto velata, alle organizzatrici e alle donne che vi aderiranno. L’illegalità risiede semmai nel mancato rispetto della Costituzione federale, che all’articolo 8 così recita: «Uomo e donna hanno uguali diritti. La legge ne assicura l’uguaglianza, di diritto e di fatto, in particolare per quanto concerne la famiglia, l’istruzione e il lavoro. Uomo e donna hanno diritto a un salario uguale per un lavoro di uguale valore».

C’è ancora tanto da fare per avere una legalità di fatto ed è giusto farlo presente alla classe politica chiamata a decidere e a tutta la collettività, sostenendo con forza lo sciopero delle donne del 14 giugno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile