INDIA
18.05.12 - 11:000
Aggiornamento : 24.11.14 - 00:49

Star di Bollywood ubriaca messa al bando da uno stadio di cricket

NEW DELHI - Una delle più famose star di Bollywood, Shahrukh Khan, è stato messo al bando da uno stadio di cricket di Mumbai per cinque anni dopo una rissa con le forze del servizio d'ordine al termine di una partita. Lo ha deciso stamattina la Federazione del cricket di Mumbai (Fca) secondo quanto riportano i giornali indiani. L'attore, famoso per la pellicola "Il mio nome è Khan" presentata due anni fa al Festival di Roma, non potrà più entrare nello stadio Wankhede per i prossimi cinque anni.

"Abbiamo deciso all'unanimità di proibire il suo ingresso per cinque anni sia per incontri sportivi nazionali che internazionali" ha detto il responsabile della Fca aggiungendo che "non sono tollerati comportamenti che violano il regolamento dello stadio".

Secondo il servizio d'ordine, l'attore era in stato di ebbrezza mercoledì sera al termine di un match vinto dalla squadra di Calcutta (che sponsorizza) nel seguitissimo torneo della Indian Premier League (Ipl) e avrebbe spintonato alcuni agenti in divisa dopo una lite. In una conferenza stampa, Khan ha però negato le accuse di ubriachezza e ha spiegato di essersi infuriato dopo che il servizio d'ordine hanno malmenato i suoi figli e altri bambini che stavano festeggiando a bordo del terreno di gioco.

I media indiani, tuttavia, precisano che una decisione finale sul bando sarà presa soltanto dal direttivo della Federazione nazionale del cricket (Bcci). Intanto, un altro scandalo ha sconvolto il popolare sport. Un giocatore australiano, Luke Pomersbach, ingaggiato per la Ipl, è stato arrestato oggi a New Delhi per aver molestato una donna durante una festa nella capitale indiana dopo la vittoria della sua squadra.

Ats Ans

TOP NEWS People
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile