People
16.04.08 - 17:110
Aggiornamento : 16.11.14 - 22:54

Salute: contrordine, vitamine in pillole potrebbero accorciare vita

Roma, 16 apr. (Adnkronos Salute) - Altro che elisir di lunga vita. Uno studio dell'università di Copenaghen lancia il contrordine: gli integratori vitaminici e gli antiossidanti potrebbero non portare alcun beneficio e anzi aumentare i rischi di morte prematura. La ricerca danese, destinata senz'altro a far discutere, ha passato in rassegna 67 studi sul tema condotti su un campione di 233 mila persone, in parte sane e in parte malate. E il bilancio non promette bene per gli amanti delle diffusissime pillole colorate, finora considerate alleate preziose della salute.

Dalla meta-analisi, pubblicata sulle pagine di The Cochrane Collaboration, è infatti emerso che "non c'è alcuna prova convincente" di un aumento dell'aspettativa di vita, ma al contrario alcuni dei prodotti, tutti rigorosamente sintetici, presenterebbero un aumento del rischio di morte prematura del 16%. In particolare, le vitamine A ed E potrebbero interferire con le difese naturali dell'organismo. E proprio queste, insieme al beta-carotene, finirebbero - secondo la ricerca - per aumentare la mortalità. I ricercatori danesi mostrano, numeri alla mano, che integratori a base di vitamine A finirebbero per far schizzare il rischio di morire del 16%, il beta-carotene del 7% e infine la vitamina E del 4%. Notizie migliori per chi preferisce far scorta di vitamina C.

Integratori di questa sostanza, insieme a quelli che contengono selenio, non sembrano dare una pericolosa 'sforbiciata' agli anni di vita vissuta. Tuttavia alle pillole di vitamina C e selenio non vanno nemmeno riconosciuti reali benefici. Il Dipartimento britannico della Sanità ha invitato i cittadini a colmare il fabbisogno di vitamine attraverso un'alimentazione bilanciata, sottolineando come non si abbiano ancora studi affidabili sull'impatto a lungo termine dell'uso di integratori. Un mercato, quello di vitamine e antiossidanti in pillole, che solo in Gran Bretagna produce ben 330 milioni di dollari l'anno.

TOP NEWS People
VIDEO
STATI UNITI
1 ora
La strage di Las Vegas nel nuovo video di Eminem
Nel suo singolo "Darkness" il rapper torna a parlare del problema delle armi da fuoco negli Stati Uniti
LOCARNO
4 ore
Da Nek a Loco Escrito: altri nomi per Moon&Stars
Altri tasselli per completare il programma della kermesse musicale locarnese
STATI UNITI
6 ore
Eminem fa undici, strizzando l’occhio a Hitchcock
A sorpresa, il rapper ha pubblicato nelle scorse ore il suo nuovo album “Music To Be Murdered By”
ISRAELE
8 ore
«Stop this story», ecco perché le celebrità lo stanno postando
Cantanti e attori di tutto il mondo stanno partecipando alla campagna contro l'antisemitismo lanciata su Instagram
STREAMING
MAGGIA
10 ore
Periodo da urlo per Lu Land: nuovo singolo e agenda intasata
Arriva sul mercato discografico “Viverci da sempre”, brano pop scritto in collaborazione con il paroliere di Francesco Renga. E all’orizzonte ecco nuovi progetti
CANTONE
14 ore
Addio Rocky Wood, benvenuti Monte Mai
Dalle ceneri della band nasce un trio, che sta preparando il suo debutto discografico
STREAMING
22 ore
Pare proprio che Netflix abbia congelato "Mindhunter"
La serie di David Fincher, che tra l'altro ha parecchi estimatori, è finita in un limbo e gli attori sono stati liberati, come andrà a finire?
Gossip
23 ore
Gregoraci all’attacco: “Savino mi ha fatto fuori da Sanremo!”
Su Instagram lo sfogo della showgirl contro il conduttore de "L'Altro Festival"
ITALIA
1 gior
Belen e Stefano, anche i ricchi… risparmiano!
La coppia mostra su Instagram un acquisto decisamente inusuale per i loro standard
SVEZIA
1 gior
Spotify lancia le playlist per gli animali domestici
È un algoritmo a scegliere i brani più adatti a cani, gatti, criceti, uccellini e... iguane
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile