Junkfully
CANTONE
26.10.20 - 06:300
Aggiornamento : 10:31

Junkfully, affamati... sul Tubo

Due ragazzi con 85mila iscritti al loro canale YouTube hanno intrapreso un viaggio tra i locali ticinesi

LOCARNO - In fissa con il cibo, viaggiano da un ristorante all’altro alla ricerca di una novità, una scoperta mozzafiato che li sorprenda.

Sono i Junkfully, due ragazzi che hanno 85mila iscritti al loro canale YouTube e che da qualche anno si sono trasferiti a Locarno.

Francesco e Daniele, conosciuti sul web come Okiro e Doppiaddi, hanno così lanciato la loro rubrica “2 Affamati in Ticino”, durante la quale si lanciano alla ricerca dei posti migliori dove ingozzarsi in Ticino.

Ciao junkfully! Avete lanciato un nuovo format legato al territorio ticinese, di che si tratta?
«La nostra nuova serie “Due affamati in Ticino” è dedicata a quei ristoranti, locali e food truck che sono, a nostro giudizio, i migliori della Svizzera italiana. Di episodio in episodio ci muoveremo, quindi, attraverso hamburger, pizza, sushi, cibo tipico ticinese ecc, portando il pubblico di YouTube alla scoperta del cibo e dei posti più buoni dove mangiare nel Canton Ticino. Il primo episodio, già disponibile online, è stato girato a Locarno e, oggi stesso alle ore 13.00, uscirà sul nostro canale YouTube il secondo episodio, che ci porterà in un locale di Lugano. Anche se abbiamo già girato diversi video in Ticino, questa è la prima serie che realizziamo interamente dedicata al nostro cantone. “Due affamati in Ticino” è un po’ il nostro modo di ringraziare il paese che ci ha accolto».

Come vi siete conosciuti? Andate d’accordo?
«Ci siamo conosciuti quasi 14 anni fa a Roma tramite amici in comune e, sebbene all’inizio non ci prendessimo particolarmente, le nostre passioni in comune (in particolare quella sul cibo), ci hanno fatto avvicinare e diventare grandissimi amici. Riguardo all’andare d’accordo, fortunatamente siamo quasi sempre in sintonia e, quando non accade, si lavora insieme per trovare una soluzione che convinca entrambi».

Ma da quando siete appassionati di junkfood?
«Sin da bambini, più precisamente dal momento in cui abbiamo dato il primo morso al nostro primo hamburger! È stato un colpo di fulmine che ci ha portato ad amare il cibo “trucido”, che si tratti di hamburger, pizza, donuts o altro. Dobbiamo però dire che la nostra passione non è limitata al solo junk food, anzi al contrario, siamo appassionati e affascinati dal cibo e dalla cucina in generale, probabilmente merito del fatto di venire da famiglie in cui si mangia davvero bene, e in cui il cibo ha grande importanza».

Come vi è venuta l'idea di aprire il canale youtube?
«Desideravamo fortemente condividere la nostra passione per il cibo con il prossimo e, nel 2016, abbiamo aperto il primo sito italiano dedicato al fast, street e comfort food, ovvero Junkfully. Sul sito pubblicavamo articoli e recensioni di cibi, snack e panini dei fast food, che si sono poi tramutate in recensioni video. Utilizzando un semplice cellulare, per riprendere e per registrare l’audio, ci siamo quindi buttati in questa avventura su YouTube. I primi video erano veramente grezzi e noi un po' impacciati ma poi, col tempo, ci siamo migliorati moltissimo arrivando ad avere grande credibilità da parte dei professionisti del settore e, soprattutto, dalla nostra fantastica community».

Secondo quali criteri valutate la qualità del cibo che recensite?
«Cerchiamo sempre di essere molto semplici nel giudicare il cibo che proviamo, soprattutto nel modo in cui esponiamo il nostro parere. In realtà, però, prendiamo in considerazione diversi aspetti come, ad esempio, consistenza, sapore, originalità, presentazione e, soprattutto, quanto ti faccia volare dal piacere quando lo mangi».

Qual è la cosa più strana/particolare che avete mai assaggiato?
«Nel corso degli anni ne abbiamo provate diverse: insetti, frattaglie, frutti esotici e molto altro. Diciamo che quando c’è da assaggiare qualcosa non ci tiriamo indietro, a prescindere da quanto strano possa essere!».

Vi siete da poco trasferiti, vi piace Locarno?
«Moltissimo! Siamo arrivati qui per lavoro 3 anni fa e abbiamo trovato un ambiente rilassato e a misura d’uomo, senza contare il paesaggio stupendo che rende il tutto ancora più bello».

Le conseguenze del Covid hanno toccato anche voi? Vi siete dovuti trasformare?
«Purtroppo si! Non appena iniziato il lockdown abbiamo deciso di non pubblicare più video ma fare solo live su YouTube per cercare, nel nostro piccolo, di essere il più vicini possibile a chi ci segue. In seguito a questo cambiamento abbiamo deciso di puntare, su YouTube, più sulla qualità che sulla quantità, concentrandoci sui format di maggior successo, e di proseguire le live dal lunedì al venerdì su Twitch».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
CANTONE
2 ore
Sinplus di nuovo in pista con un nuovo EP: «Questa è la musica che ci piace di più»
“It's Not About Being Good” è un ritorno a tutto rock per i fratelli locarnesi Ivan e Gabriel Broggini
SVEZIA
13 ore
Spotify hackerato: presa di mira anche Dua Lipa
I profili di alcuni artisti sono stati invasi da messaggi pro Trump e pro Taylor Swift.
SVIZZERA
15 ore
"Prix d'honneur" a Frank Braun: «La cultura cinematografica svizzera gli deve molto»
Gestore di sale e regista, sarà premiato in occasione delle 56esime Giornate cinematografiche di Soletta.
VIDEO
STATI UNITI / EGITTO
22 ore
Scarlett Johansson: «Rilasciate immediatamente Patrick Zaki»
In un video, l'attrice americana denuncia la vicenda del ricercatore e studente dell'Università di Bologna.
STATI UNITI
23 ore
Niente Zoom, la notte degli Oscar sarà dal vivo
L'Academy lo ha annunciato alla rivista Variety
FOTO
STREAMING
1 gior
Natale ricco sotto l'albero di Netflix & co.
Cosa guarderemo a dicembre? Una lista delle principali uscite sulle piattaforme streaming
STATI UNITI
1 gior
Ellen Page: «Sono trans. Chiamatemi Elliot»
Sei anni fa aveva annunciato di essere omosessuale
ITALIA
1 gior
Belen, dal fratello una frecciata a Stefano De Martino
Il commento di Jeremias a una foto della sorella su Instagram non passa inosservato ai fan (e non solo)
COREA DEL SUD
1 gior
Il parlamento ha votato un emendamento per permettere ai BTS di posporre il servizio militare
Che in Corea del Sud è obbligatorio entro i 28 anni, il motivo è la loro «enorme importanza economica e culturale»
ITALIA
1 gior
Michelle Hunziker e la «nostalgia della normalità»
La presentatrice ripesca un vecchio video e scatena la malinconia dei follower
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile