Keystone
Kanye West con la moglie Kim Kardashian.
STATI UNITI
27.06.20 - 17:440

L'asso nella manica di Gap si chiama Kanye West

Il rapper ha firmato un contratto di 10 anni con la catena di abbigliamento casual

CHICAGO - Kanye West al salvataggio di Gap: il controverso rapper ha firmato un'alleanza decennale tra il suo marchio Yeezy e la catena americana di abbigliamento casual, facendo volare il titolo di Gap a Wall Street. La nuova linea esclusiva si chiamerà Yeezy Gap: sarà venduta nei negozi Gap e sul sito online del brand.

Kanye ha tempo fino al 2021 per produrre i primi capi per uomo, donna e bambino e fino al 2030 per portarli alle masse. La linea non includerà le scarpe da sport per cui Yeezy è famosa. In linea alla strategia della catena fondata nel 1969 a San Francisco da Doris e Donald Fisher, i prezzi di ogni capo saranno sotto i cento dollari contro la media tra 500 e mille per un maglione o una felpa griffate Yeezy.

«Siamo entusiasti di dare il benvenuto nella famiglia Gap a un creativo dalla grande visione. Basandoci sull'estetica e sul successo del suo marchio definiremo insieme una partnership di retail di livello superiore», ha dichiarato Mark Breitbard, presidente e amministratore delegato di Global Gap e Banana Republic.

Quella con Gap non è la prima collaborazione con grandi player della moda per Kanye West. Il rapper mantiene dal 2013 un riuscito accordo con Adidas che nel solo 2019 ha generato vendite per 1,3 miliardi di dollari.

Con Gap lo studio creativo di Yeezy produrrà «capi di base moderni e di livello a prezzi accessibili». L'accordo potrà essere rinnovato per un altro quinquennio e Gap auspica di ricavarne un fatturato di un miliardo di dollari all'anno di qui al 2025. Mettendo le cose in prospettiva, nel 2019 Gap ha venduto moda per 4,6 miliardi di dollari mentre, sempre l'anno scorso, solo con le scarpe Yeezy ha superato il miliardo di dollari.

Per Kanye la collaborazione era da tempo in cantiere: «Vorrei essere lo Steve Jobs di Gap", aveva dichiarato nel 2015 il rapper che da ragazzo aveva lavorato come commesso in un negozio della catena. Se per Kanye l'alleanza con Gap è un sogno, per Gap è una dura necessità: il brand nato all'insegna dello slogan "per ogni generazione c'è un Gap» è da tempo in crisi di identità e di recente è stato costretto a chiudere oltre cento negozi dei 2800 presenti nel solo Nord America, tra cui l'ammiraglia sulla Fifth Avenue. La pandemia di coronavirus è stata l'ennesimo duro colpo, ma dopo l'annuncio della partnership con Yeezy il titolo della catena è rimbalzato del 42% sul mercato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
STATI UNITI
1 ora
Glenn Close, il peso dell'Oscar e quella volta che vinse Gwyneth Paltrow...
L'attrice, che sembra la favorita quest'anno per "Elegia americana", ricorda cosa successe nel 1999
ITALIA
5 ore
Nicola Piovani, il Covid e il disprezzo per i negazionisti
Il compositore è rimasto in isolamento ospedaliero per cinque settimane, ma ora sta bene
ITALIA
20 ore
Belen: «Ecco perché chiedo tanti baci a Santiago»
La showgirl ha raccontato di voler educare il figlio alla gentilezza
STATI UNITI
22 ore
Chandler si sposa, ma non con Monica
L'attore Matthew Perry, una delle star di “Friends”, ha annunciato il fidanzamento con la 29enne Molly Hurwitz
ITALIA
1 gior
Emma Marrone: «Potrei congelare i miei ovuli»
La cantante parla di maternità: «Non è un obbligo»
REGNO UNITO
1 gior
Dua Lipa in concerto streaming, a pagamento
L'evento, dal titolo "Studio 2054", è in programma questa sera
ITALIA
1 gior
Al Bano e Loredana, il Covid non ferma la passione
Il cantante definisce “compagna perfetta” la Lecciso. Il virus non incide sul loro amore
REGNO UNITO
1 gior
Netflix investe un miliardo di dollari negli show britannici
L'incremento rispetto al 2019 è stato del 50%
STREAMING
CANTONE
1 gior
"Come volete voi", guardare indietro per spiegare il futuro
Nel suo ultimo singolo Dose fa ricorso alla tecnica prediletta del passato per annunciare che ha voltato pagina
STATI UNITI
1 gior
Troppi compromessi sul velo: Halima Aden lascia le passerelle
La modella somala-statunitense è stata tra le prime a sfilare per i grandi marchi occidentali con l'hijab.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile