Immobili
Veicoli
KEYSTONE
I detenuti Vip hanno paura del coronavirus e chiedono di uscire di prigione.
STATI UNITI
31.03.20 - 18:000

Terrore coronavirus nelle prigioni Usa: i detenuti Vip vogliono uscire

Bernie Madoff, Michael Avenatti, Bill Cosby e R. Kelly, tra gli altri, ritengono di essere in pericolo

LOS ANGELES - Il coronavirus spaventa la popolazione carceraria degli Stati Uniti, e in particolare quelli che possiamo considerare detenuti Vip.

Il Los Angeles Times riferisce che nomi noti del mondo dell'economia e dello spettacolo - che per qualche motivo sono finiti dietro le sbarre - chiedono di essere rilasciati, considerando che la loro salute potrebbe essere in pericolo con il diffondersi del virus nelle prigioni. L'ultimo in ordine di tempo è Michael Avenatti, l'ex avvocato della pornostar Stormy Daniels (protagonista di uno scandalo politico che ha coinvolto Donald Trump), che lunedì ha presentato istanza di scarcerazione dalla struttura federale dove è detenuto a New York. Un giudice ha riconosciuto che il coronavirus potrebbe essere un pericolo per la salute del legale caduto in disgrazia.

Come detto, Avenatti non è il solo ad aver presentato questo tipo di richiesta. Lo hanno già fatto il finanziere Bernie Madoff e l'ex divo di cinema e tv Bill Cosby. I legali della star della musica R&B R. Kelly, ancora in attesa di essere processato per abusi sessuali a carico di ragazze minorenni, hanno chiesto la sua scarcerazione dalla prigione di Chicago dove si trova. Con questa motivazione, spiega sempre il quotidiano californiano: «Richiedere alle persone di risiedere in una struttura carceraria equivale a far bere loro del veleno».

Anche Michael Cohen, ex avvocato personale del presidente Trump, ha chiesto di scontare quello che resta della sua condanna a tre anni agli arresti domiciliari. Ma un giudice ha respinto la sua istanza. «Dopo dieci mesi di pena detentiva, è tempo che Cohen accetti le conseguenze delle sue condanne penali, per gravi crimini che hanno provocato seri danni istituzionali».

Fino a questo momento sono 28 i detenuti e 24 le persone che lavorano nei penitenziari Usa che sono stati testati positivi al coronavirus.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
STATI UNITI
1 min
Il lato oscuro di Playboy: «Stare in quella villa mi ha segnata a vita»
Non solo lustrini, bikini e jet-set nella Mansion di Hugh Hefner. Una docuserie prova a raccontarne storie (e abusi)
ITALIA
12 ore
La “cinquina” di Gigi D’Alessio: è nato Francesco
Il cantante ha festeggiato con la compagna Denise Esposito la nascita del suo quinto figlio
STATI UNITI
13 ore
Anche Elton John ha il Covid
Il cantante ha dovuto rinviare due concerti previsti a Dallas
STATI UNITI
15 ore
Non Covid, ma problemi di produzione degli show...
Sarebbe questa la ragione reale della decisione presa da Adele, secondo Tmz che cita fonti del Caesars Palace
VIDEO
FRANCIA
17 ore
Charlotte Casiraghi apre la sfilata di Chanel... a cavallo
La figlia di Carolina di Monaco ha reso omaggio a una disciplina cara alla fondatrice della maison
SVIZZERA
19 ore
Latifa Echakhch allestirà il padiglione svizzero alla Biennale di Venezia
Il progetto s'intitola "The Concert" ed è stato concepito e realizzato insieme ad Alexandre Babel e a Francesco Stocchi
CINA
21 ore
Da qualche giorno in Cina “Fight Club” ha un finale completamente diverso
Ad accorgersi della novità, chi ha guardato il cult di David Fincher via streaming questo fine settimana
ITALIA
23 ore
Massimo Ranieri: «A 70 anni voglio un altro figlio»
Il cantante ha già una figlia che ha riconosciuto però solo quando aveva 24 anni
ITALIA
1 gior
C'è troppo Covid: niente adunata per i 70 anni di Vasco
Il fan club di Zocca ha annullato l'evento previsto per il 5 febbraio
VIDEO
STATI UNITI
1 gior
Il presunto stupro sul set: «Non sapevo come dire di no»
Evan Rachel Wood torna ad accusare Marilyn Manson in un nuovo documentario
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile