BangShowBiz
STATI UNITI
23.02.16 - 16:450

Charlie Sheen: "Io irascibile? Tutta colpa della crema al testosterone"

L'attore attribuisce le sue sfuriate ad un particolare medicamento

LOS ANGELES - Salito alle cronache nel 2011 per una sfuriata sul set di 'Due Uomini e Mezzo', Charlie Sheen attribuisce i suoi scatti di rabbia all'utilizzo di una crema al testosterone.

L'attore, in preda al suo delirio, all'epoca dei fatti si definì uno "stregone" e un "vincitore", aggiungendo come nelle sue vene scorresse "sangue di tigre".

Allontanato dalla serie televisiva, Charlie, che ha recentemente confermato di essere sieropositivo, crede sia stata l'assunzione di ormoni ad aver alterato il suo già fumantino carattere.

Intervenuto alla trasmissione 'The Dr Oz Show', la star 50enne ha confessato: "Era un periodo particolare della mia vita, in cui mi sentivo fuori dal mio corpo e completamente distaccato dalla realtà. Mi sentivo un superuomo all'epoca. Vivevo tanti alti e bassi. Utilizzavo tantissima crema al testosterone e penso di essermi spinto forse un po' troppo in là. Ero diventato borderline ... più che una rabbia da steroidi, si trattava di un 'disimpegno' da steroidi".

Sheen - che dopo la cacciata dalla serie televisiva, partì per un tour dal nome "My Violent Torpedo of Truth/Defeat is Not An Option" - sembra oggi fare mea-culpa e ammette di essersi pentito di aver attaccato e insultato pubblicamente Chuck Lorre, creatore di 'Due Uomini e Mezzo'.

"Credo che quella roba sia stata umiliante... non nego di aver provato piacere al momento nel dare alle persone degli slogan e distribuire in giro delle t-shirt. Mi sentivo onnipotente, è stata un'esperienza vibrante ... ma non mi piaceva la rabbia. A volte tendo ad essere vittima della mia stessa rabbia."

TOP NEWS People
STATI UNITI
12 ore
Baby Yoda arriva sugli scaffali
Hasbro lancia un animatronic con le fattezze del beniamino di "The Mandalorian".
ITALIA
15 ore
Sanremo troppo maschilista? Rai multata per un milione e mezzo di euro
L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni italiana ha bacchettato l'azienda radiotelevisiva pubblica.
STREAMING
ITALIA
15 ore
Al Bano e Romina di nuovo insieme (in un disco)
"Raccogli l'attimo", annunciato a Sanremo, contiene anche un arrangiamento reggaeton de "Il ballo del qua qua"
STATI UNITI
18 ore
Quello che finisce su Netflix
Uno sguardo al catalogo della piattaforma tra serie concluse, addii dolorosi e storie lasciate a metà.
CANTONE / REGNO UNITO
20 ore
La sfida rock di Camila Koller
Domani la cantautrice pubblicherà il suo nuovo singolo.
STATI UNITI
22 ore
Trump deride "Parasite"
Il presidente Usa ricorda i problemi avuti per l'accordo sul commercio con la Corea del Sud e contesta la scelta.
BELLINZONA
1 gior
Gli Antani Project per il closing party di Rabadan
«Per noi suonare nei carnevali ticinesi è sempre un divertimento, noi cerchiamo di farvi divertire ma riceviamo sempre molto in cambio»
STATI UNITI
1 gior
Il sogno a luci rosse della figlia di Steven Spielberg
Mikaela Spielberg ha comunicato la notizia ai genitori via Facetime: «L'hanno presa abbastanza bene»
ITALIA
1 gior
Michelle Hunziker fa la “dichiarazione” alla Toffanin: «Fiera di te»
La showgirl ha dedicato un lungo post all’amica conduttrice
STATI UNITI
1 gior
Orlando Bloom ha corretto il tatuaggio con il nome sbagliato del figlio
Lo aveva scritto in codice morse (ma male) per colpa di una tabellina con l'alfabeto trovata su internet
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile