Keystone
ITALIA
09.02.19 - 20:110

Da Armonia a Zona Rossa: ecco l'alfabeto di Sanremo

Ecco in sintesi tutti i fatti salienti avvenuti sul Palco dell'Ariston durante l'edizione di quest'anno

SANREMO - Ecco in sintesi i fatti salienti del Festival di Sanremo di quest'anno:

A come ARMONIA - E' il 'logo' che Claudio Baglioni ha immaginato per il festival numero 69, yin e yang, dialogo tra gli opposti. Ma il clima è da tregua armata.

B COME BAGLIONI - 'Voglio andar viaaa'. Un messaggio subliminale per aprire il festival? Vincere la scommessa del bis era impresa non facile, tra tensioni politiche e polemiche sul presunto conflitto di interessi. Lui si ritaglia un ruolo più defilato, rivendica il 'dirottamento artistico' di Sanremo. E alla fine fa un pensierino sulla terza edizione.

C come CLAUDIO BISIO - Prova a fare la 'coscienza critica' del festival, sfruttando l'esperienza da capocomico (Zelig) e il repertorio teatrale (Father and son). Ma sul palco l'alchimia con Virginia Raffaele non scatta.

D come DUETTI - Restano il leitmotiv del festival. Il dirottatore artistico attinge al suo sconfinato repertorio, ma è pronto anche a imbracciare la chitarra e a suonare il piano con i suoi ospiti. I social si scatenano, e su Twitter c'è anche chi immagina una scenetta dal salumiere con Baglioni che chiede 'duetti de tutto'.

E come ELEGANZA - Virginia Raffaele, Anna Tatangelo, Paola Turci e Giorgia lasciano il segno con mise di alta moda e spacchi mozzafiato. Virginia inizia in stile Belen, ma gioca anche con abiti da principessa, mentre la Tatangelo sfoggia minigonne vertiginose e la Turci tute sexy con profondo scollo a V. Per il ritorno all'Ariston, Giorgia sceglie un abito lungo sobrio e romantico.

F come FABRIZIO FRIZZI - Nel giorno in cui avrebbe compiuto 61 anni, l'amatissimo conduttore viene ricordato sul palco da Claudio Baglioni. Anche in sala stampa applausi per lui.

G come GIACCHE - Ricamate, damascate, luccicanti, devoré: da Bisio a Irama, allo stesso Baglioni, senza dimenticare i cappotti di Ghemon, i look maschili non sfigurano nelle photogallery del festival.

H come HABANERA - Virginia Raffaele affonda nel monumentale abito di seta rosso fiammante e 'rilegge' Bizet a modo suo. Numero da applausi, che si conclude sulle note di Mozart eseguito fischiando mirabilmente. Riuscita anche la performance sulle notte di Mamma, che Virginia canta mimando i difetti della puntina di un vecchio grammofono. Ma la gag alla chitarra con Baglioni è da dimenticare.

I come INCASSI PUBBLICITARI - Centrano il record di sempre, 31,1 milioni di euro. E a Rai Pubblicità si brinda.

L come LIGABUE - 'The King of Rock' dà la scossa alla serata dei duetti. Gioca con il suo ruolo di 'superospite d'eccezione', si prende l'Ariston con Urlando contro il cielo, torna al Guccini di Dio è morto in coppia con Baglioni.

M come MIMI' - L'omaggio da brivido di Serena Rossi a Mia Martini, Almeno tu nell'universo a trent'anni esatti dalla prima esecuzione all'Ariston, è da incorniciare tra i momenti più intensi di Sanremo 2019: "E' un modo per chiederle scusa per tutto il male che le hanno fatto".

N come NADA - Arriva per la serata dei duetti e arricchisce l'interpretazione di Motta della sua 'Dov'è l'Italia'. E' loro il duetto più apprezzato dalla giuria.

O come OSPITI - Banditi gli stranieri (tranne un paio di duetti), è un festival tutto Made in Italy anche per i camei. Andrea Bocelli con il figlio Matteo incantano per grazia, eleganza e bravura. Ma arrivano all'Ariston anche Eros Ramazzotti, Elisa, Giorgia, Marco Mengoni, Antonello Venditti, Riccardo Cocciante, Fiorella Mannoia, Alessandra Amoroso.

P come PIO E AMEDEO - Da Foggia a Sanremo, le due ex iene scroccone di 'Emigratis' coinvolgono Baglioni nella gag più divertente di quest'anno. Sul palco dopo la mezzanotte, strappano risate fragorose con un intervento che prende di mira Salvini e la Lega, il Pd e il M5S. Non risparmiano nessuno e si candidano a condurre il prossimo Festival, "con cachet rigorosamente in nero".

Q come QUADRO DI APERTURA - Baglioni promette di non invadere la scena con le sue canzoni e invece (per la gioia dei fan), pur facendo un passo indietro, concede ogni sera una sua hit in apertura dello show, contornato da ballerini e acrobati. E' un assaggio del suo tour Al Centro che ripartirà dopo il Festival.

R come RAF E TOZZI - Il battito animale, Tu, Ti pretendo, Gloria e per finire Gente di mare: la 'vecchia guardia' del pop ruggisce ancora, e all'Ariston è subito karaoke.

S come SALVINI - E' il convitato di pietra del festival: quest'anno non si fa vedere in Riviera, ma dopo lo scontro con Baglioni sul tema dei migranti spunta lo stesso, evocato, citato, bersagliato dalla satira. Lui sta al gioco e posta: "Ormai canto Baglioni sotto la doccia". D'obbligo restare incollati al suo profilo Twitter.

T come TARGET - Gli ascolti calano, ma Rai1 brinda ai risultati da record sul pubblico dei giovanissimi, la cui attenzione è attratta anche ai temi delle canzoni a loro riferiti: adolescenza, difficoltà del rapporto genitori-figli, affetti familiari.

U come URGENZA - Il pianista di Patty Pravo non si trova... ma è solo andato a fare pipì.

V come VIRGINIA E VANONI - Il loro duetto è tra i memorabilia del festival 2019. Ornella si vendica della parodia di Virginia, duetta con lei su Caetano Veloso, si fa scappare una parolaccia, fa il verso alla Raffaele che le fa il verso.

Z come ZONA ROSSA - Barriere antipanico, varchi di sicurezza, metal detector, unità speciali di polizia e carabinieri blindano l'Ariston. Body scanner per chi ha il biglietto e pass hitech anche per contare le persone in teatro.

TOP NEWS People
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile