IUFFP
26.10.18 - 07:000

«Lo sport mi ha insegnato a perseverare sulla mia strada»

Intervista ad Amanda Scolari, vincitrice del premio IUFFP

 

Conferito il premio IUFFP a dieci tra progetti didattici interdisciplinari e lavori di approfondimento di apprendiste e apprendisti e studenti delle scuole professionali. Tra questi è stato premiato il lavoro “Quali aspetti curare per essere uno sportivo di successo?” di Amanda Scolari, da giugno assistente di cura diplomata. La premiazione si è svolta in concomitanza con la cerimonia di consegna dei titolo dello IUFFP ai e alle responsabili della formazione professionale che ha avuto luogo giovedì, 18 ottobre al Centro sportivo nazionale della gioventù Tenero.

Amanda, La tua attività artistico-sportiva ha rappresentato per te un sostegno durante la formazione?

Lo sport mi ha insegnato a persistere per raggiungere sempre nuovi obiettivi e rimanere così motivata, attitudine che mi è stata molto utile nella formazione: posso dire che mi ha insegnato a perseverare sulla mia strada. Ho imparato anche a superare le difficoltà mantenendo la calma. Sul ghiaccio quando cadi devi rialzarti e continuare a pattinare, capisci che non ti devi spaventare per rimanere razionale. Questa qualità mi aiuta ad affrontare anche le situazioni di emergenza sul lavoro, quando si tratta di reagire a sangue freddo.

Quale significato ha per te il Premio IUFFP?

In fase di redazione del mio lavoro di approfondimento non pensavo di partecipare al concorso. Mi ha incoraggiata il mio docente di cultura generale, ma non speravo di vincere il premio. Chiaramente ne sono felice, e mi dà fiducia in me stessa.

Il lavoro di approfondimento ha contribuito a collegare la tua passione per il pattinaggio artistico con la tua professione?

Sì, perché ho trattato un tema personale, la mia passione per il pattinaggio artistico che ho iniziato a praticare molto presto e che in qualche modo è parte di me, anche quando svolgo la mia professione. Concretamente il lavoro mi ha poi permesso di approfondire aspetti legati al mondo sociosanitario, descrivendo per esempio il ruolo del team medico a cui fanno capo gli sportivi professionisti.  

Come vedi il tuo futuro professionale e sportivo?

Vorrei continuare a formarmi per diventare dapprima operatrice sociosanitaria e in un secondo tempo infermiera. Mi piacerebbe lavorare in ospedale, maturare esperienza e in seguito svolgere la professione in casa anziani. Vorrei poi approfondire, sempre formandomi, nozioni di psicologia e psichiatria nell’ottica del lavoro con i pazienti affetti da Alzheimer. Per quanto riguarda invece il mio futuro sportivo spero di potere continuare a insegnare. Al momento sono una  monitrice e insegno ai bambini, ma una volta compiuti i diciotto anni vorrei conseguire il certificato di Gioventù+Sport per diventare maestra di pattinaggio artistico.

Premio IUFFP

Il premio IUFFP è indetto annualmente dall’Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale IUFFP. Ideato nel 2004 a corollario dell’attività di formazione di base e continua dei docenti del settore professionale, il concorso si prefigge di valorizzare l’impegno per approfondimenti di cultura generale e interdisciplinari realizzati nell’ambito delle procedure di qualificazione per l’ottenimento dell’attestato federale di capacità AFC, del certificato federale di formazione pratica CFP e della maturità professionale.

Articolo di Luca Dorsa, IUFFP

ULTIME NOTIZIE IUFFP
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report