SSS
SSS - Scuole Specializzate Superiori
08.07.21 - 08:000

Il Centro di simulazione del CPS Lugano

Uno straordinario luogo di formazione e specializzazione

Come nell’ormai collaudato campo aeronautico anche in ambito sanitario l’uso della simulazione è divenuto un indispensabile strumento per incrementare la qualità della formazione e garantire la sicurezza dei pazienti. Presso il Centro professionale sociosanitario medico-tecnico di Lugano, che ospita anche la Scuola specializzata superiore, è attivo il Centro di Simulazione (CeSi) a cui fanno capo non solo gli studenti delle formazioni sanitarie, ma anche i professionisti degli ospedali e delle cliniche del Cantone.

Nello studio dei fattori che influenzano l’efficienza e l’affidabilità della prestazione sul lavoro, il modello di riferimento più utilizzato indica che l’uomo risponde a una situazione critica in base al grado di familiarità con situazioni simili. La simulazione offre oggi l’opportunità di praticare in maniera sicura ed efficace senza rischi per il paziente e di acquisire quella familiarità necessaria per meglio agire nelle situazioni sia semplici e ordinarie ma anche complesse e straordinarie.

La simulazione come strumento didattico approda nel settore sanitario durante gli anni ‘70, con una piena diffusione solo vent’anni più tardi. I simulatori moderni sono programmati per interagire con l’utente, rispondendo alle sue azioni e combinando sia gli stimoli visivi che quelli tattili, poiché ci si propone di ottenere esperienze simulate sempre più realistiche. I professionisti sanitari hanno bisogno d'interagire con una realtà anatomicamente verosimile, ma allo stesso tempo l’ambiente deve adattarsi e modificarsi in risposta allo scenario simulato

La simulazione, ossia la riproduzione verosimile di situazioni e casi clinici a scopo didattico, permette di affrontare aspetti della pratica professionale sia legati ad abilità tecniche che non-tecniche, offrendo gli strumenti per lavorare, secondo i modelli di comportamento condivisi, sulle capacità, le regole e le conoscenze.

Il professionista, attuale o in formazione, che partecipa a una sessione di simulazione e al successivo debriefing ha modo prima di sperimentare e subito dopo di riflettere sulle proprie azioni e di verificare in autonomia l’efficacia del proprio operato, raggiungendo maggior consapevolezza di sé.

Il CeSi nasce e si sviluppa con l’obiettivo di offrire agli enti ospedalieri, le università e le scuole professionali di formazione del Cantone un ambiente di apprendimento e addestramento dove attraverso la sperimentazione pratica, sia individuale che in gruppo, è possibile sviluppare, migliorare e mantenere le competenze professionali degli operatori sanitari con l’obbiettivo di limitare l’errore umano minimizzando il rischio clinico proprio a tutela dei pazienti. Dispone di diversi modelli e tipi di simulatori che possono essere usati, da soli o insieme, nelle diverse modalità di simulazione: segmenti anatomici o procedurali (task trainer), ossia modelli sintetici, sia a bassa-media fedeltà, di organi o apparati che consentono di svolgere realisticamente procedure tecniche; sofisticati modelli di realtà virtuale, utili per l’esecuzione di procedure complesse, sia chirurgiche che mediche; pazienti virtuali, quali applicativi software che permettono d'interagire con un paziente pre-programmato attraverso una interfaccia computer, uno smartphone, o un tablet; pazienti elettronici, ossia manichini a grandezza naturale, gestiti da un sistema computerizzato, che riproducono, a seconda del modello, diversi comportamenti e caratteristiche dei pazienti reali; individui addestrati che interpretano il ruolo di pazienti utilizzati soprattutto per lo sviluppo di abilità relazionali e comunicative.

Il CeSi promuove e conduce sia attività di alta formazione ma anche iniziative di ricerca sulla simulazione sia come metodologia investigativa che come metodologia di formazione efficace, sperimentando strategie e tecnologie didattiche innovative basate sull’apprendimento assistito da simulatori e pazienti standardizzati al fine di migliorare la formazione del professionista della salute e quindi la sicurezza dei pazienti.

Per maggior informazioni: https://www.cpslugano.ch/cesi  

Scuola: Scuola specializzata superiore del Centro Professionale Sociosanitario medico tecnico di Lugano

Luogo: Lugano

Formazioni: podologa/o dipl.SSS, specialista in attivazione dipl.SSS, tecnica/o dipl.SSS di sala operatoria

Formazione continua: corsi professionali certificati (breve, media, lunga durata)

Per maggiori informazioni: https://www.cpslugano.ti.ch/ 

Tel: +41 91 815 28 71

decs-cps.lugano@edu.ti.ch 

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile