+ 8
GAMES
09.10.19 - 10:000
Aggiornamento : 20.10.19 - 23:59

I nostri 4 titoli preferiti della Netflix dei videogiochi di Apple

Che probabilmente avete sul vostro smartphone ma non ve ne siete accorti, a noi ha convinto ma forse non è proprio per tutti

SAN FRANCISCO - Annunciato non proprio in pompa magna e arrivato un po' di soppiatto il servizio Apple Arcade, disponibile per ora per iOS (e quindi iPhone, iPad e Apple Tv) e più avanti anche per Mac, è attivo già da qualche tempo. E probabilmente sul vostro melafonino, se avete aggiornato a iOS 13, ce lo avete già.

Come  funziona? Il modello è quello di Netflix (o del Game Pass di Xbox per trovare un paragone videogiocoso): pagando un abbonamento mensile - che da noi è di 6 franchi - si ha disposizione una nutrito catalogo di games da scaricare. A questi regolarmente se ne aggiungeranno altri.

Quella di pagare per dei videogame mobile, al giorno d'oggi, non è una cosa scontata. Tutti i grandi titoli per cellulare che vanno per la maggiore - dallo sparatutto di grido al puzzle game a cui gioca anche vostra nonna - non richiedono nessun obolo d'entrata ma piuttosto cercano i vostri soldi in altre maniere (c'è chi direbbe subdole): dalla vita bonus per ripetere uno schema particolarmente arduo, al pacchetto extra di personaggi fino all'abito all'ultimo grido per il vostro avatar.

L'idea di Apple Arcade è controcorrente e coraggiosa: far pagare, sì, ma offrire in cambio titoli di qualità che abbiano qualcosa da dire e divertano senza tentare di metterti le mani in tasca. Praticamente trasformare - o meglio, ritrasformare visto che in origine era già così - i cellulari in qualcosa che possa fare concorrenza alle console portatili. E con un occhio rivolto anche alle famiglie.

Ok, ma i giochi? Attualmente il catalogo di Apple Arcade include un centinaio di titoli e ce n'è davvero per tutti i gusti. Non tutti fanno gridare al miracolo ma, in generale, la qualità media è davvero alta. In alcuni casi il prezzo di alcuni di questi games acquistati singolarmente su console o pc vale già due-tre abbonamenti mensili.

Quindi è un affare? Dipende da che tipo di giocatori siete ma anche come si evolverà la faccenda. Il nostro consiglio è provare il primo mese gratis e  vedere se vi piace e se lo usate e poi decidere. Fra le novità che sicuramente verranno fatte valere in futuro è la compatibilità con i joypad Playstation e Xbox che porterà a cose assai interessanti.

Detto tutto questo, ecco i 4 giochi che in questo primo mese di prova ci sono piaciuti di più.

“Mutazione”

Esperimento interessantissimo questo del team danese Die Gute Fabrik, un gioco in cui - in realtà - non c'è poi tantissimo da fare. Una sorta di simulatore di vacanze estive su di un'isola popolata da mostruosi ma gentilissimi mutanti. Nei panni della giovane Kai dovremo scoprire il grande segreto nascosto nella storia della nostra famiglia, suonare e coltivare giardini di lussureggianti (e pazzesche) piante. Strano, intelligente e rilassante.

“Bleak Sword”

Sono i diversi i giochi pubblicati su Arcade dagli irriverenti Tarantino dei videogiochi di Devolver Digital, e non può che essere un bene. Fra questi c'è Bleak Sword, una sorta di gioco di combattimento a incontri a 8-bit sviluppato dallo spagnolo Luis Moreno Jimenez. Nei panni di un prode cavaliere dovremmo avere la meglio su di orde di schifezze demoniache, livello dopo livello. Un po' “Dark Souls” un po' “Double Dragon” è sanguinoso e dai comandi veramente a prova di bomba. Oscuro, velocissimo e spietato.

“Sayonara Wild Hearts”

Gli anni '80, si sa, vanno alla grande. E S"ayonara Wild Hearts" è un videogioco (ma anche un cd, se lo giocate capirete perché) che fra musica ed estetica prende a piene mani dalla scena musicale sintetica di quegli anni lì e dai “cassoni” da sala giochi. Si tratta di un gioco di corse - ma chiamarlo così è un po' limitato perché ha anche elementi di rhythm game - all'ultimo bonus. Nostalgico, veloce e divertente.

"Assemble with Care"

Forse il titolo più d'essai presente su Apple Arcade - è degli autori dello strapremiato "Monument Valley" - è praticamente un originalissimo puzzle game in 3d in cui si riparano degli oggetti (tecnologici ma decisamente dantan) per scoprire poi le storie dei loro proprietari. In un'era di obsolescenza programmata in cui sappiamo davvero poco di quello che abbiamo per le mani ogni giorno è proprio un bel giocare. Curato, coraggioso e intelligente.

Guarda tutte le 12 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
ULTIME NOTIZIE Games
GAMES
5 gior
Quell'allenamento cerebrale che è diventato un fenomeno
Il mitico “Brain Training del Dr. Kawashima“ torna anche per Switch (e ha un pennino tutto nuovo!)
FOTO
GAMES
1 sett
Sono questi i nostri videogame dell'anno per il 2019
Che è stata un'annata un po' poco incisiva ("colpa" di Fortnite?) ma assolutamente non da buttare, e nel 2020 ci aspettano le nuove console
STATI UNITI
2 sett
Sì, è calato ma "Fortnite" è ancora un mostro da 1,8 miliardi di incassi
In un settore, quello dei videogiochi che all'80% ormai dipende dai giochi gratuiti (anche per cellulare). In calo netto, invece, quelli a pagamento
GAMES
1 mese
Tre idee regalo dal Giappone per un Natale da veri fissati
Lo sappiamo che comprare doni ai videogiocatori impallinati non è una passeggiata e siamo qui darvi qualche consiglio
GAMES
1 mese
Quando le battaglie si combattono da sole
Una brevissima guida per capire gli "auto-battler" la moda videogiocosa del momento e che nel 2020 potrebbe esplodere (o sprofondare)
FOTO
GAMES
1 mese
Per Nintendo quest'anno Natale fa rima con Pokémon
“Pokémon: Spada“ e “Pokémon: Scudo”, siamo sicuri, saranno in vetta alle liste di Babbo Natale di piccini... e pure di qualche grande
FOTO
GAMES
1 mese
È da un pezzo che non vedevamo un gioco di "Star Wars" così
Arrivato un po' a sorpresa "Star Wars Jedi: Fallen Order" è un titolo di qualità da giocare sotto l'albero e spada laser in pugno
FOTO
GAMES
2 mesi
Death Stranding: lo zen e l'arte di consegnare i pacchi
Il nuovo gioco del papà di “Metal Gear” è una delle cose più strane a cui abbiamo mai giocato, e va bene così
FOTO
GAMES
2 mesi
FIFA 20: Ma in fondo, perché cambiare? (se non sei uno juventino)
L'asso di EA ritorna in pista con un'edizione bella compatta e godibilissima ma senza... la Vecchia Signora
VIDEO
GAMES
2 mesi
Abbiamo pensato bene di sfidare il wrestler ticinese Belthazar
E indovinate un po' come è andata a finire. Ah, forse dobbiamo svelare che lo scontro si è tenuto sul ring virtuale della... Play e di WWE 2k20
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile