Activision/From Software
+ 5
GAMES
03.04.19 - 09:000
Aggiornamento : 18:11

Oh spietato "Sekiro", ma quante volte ci hai ammazzato?

Tantissime, ma da un titolo di From Software non ci aspettavamo altro. E voi siete pronti a una delle sfide più dure di quest'anno?

 

TOKYO - La maledizione dell'innovatore è quella di doversi superare ogni volta che si mette al lavoro su qualcosa di nuovo. È una regola che vale per l'arte, la musica, la cucina e pure per i videogiochi. Ne sanno qualcosa From Software e il suo boss-mentore Hidetaka Miyazaki che nel 2010 ha rilanciato la sua azienda a livello mondiale con un gioco assolutamente al di fuori degli schemi.

Un dolore dimenticato - "Demon's Souls", pubblicato per Play 3 e seguito dal successo planetario "Dark Souls", reintroduceva nel videogioco cose che mancavano da tempo: il mistero, la difficoltà e la buona cara vecchia cattiveria. Fra trappole, trame oscure, oggetti criptici e boss spietati al limite dell'impossibile al giocatore era richiesto un impegno, fisico e pure intellettuale, da tempo dimenticato. 


Activision/From Software
Il rampino ci permetterà di scoprire nuove vette e aiuterà per cogliere di sorpresa gli avversari.

Una serie da culto - Non è quindi un caso se la quadrilogia dei "Souls" ha poi finito per fare la storia, influenzando - in maniera più o meno marcati - una marea di titoli e creando un vero e proprio sotto-genere dell'action in terza persona. Senza contare l'immensa platea di fan sfegatati e gamer coraggiosi che fra Youtube e Twitch si dilettano nelle sfide più improbabili all'ultima... morte.

Così si cambia tutto - Comprensibile quindi come l'attesa per questo "Sekiro: Shadows die Twice" fosse particolarmente alta. Non solo si tratta dell'ultima fatica di From e Miyazaki da un bel po' di tempo a questa parte, ma promette anche di essere qualcosa di molto diverso di quanto visto fino a oggi. Uno stacco simile (e superiore) a quello che c'era stato con lo splendido "Bloodborne" per Playstation 4. E, possiamo dirlo senza timore di smentita, è proprio così.


Activision/From Software
Kuro, erede di una magica stirpe e protetto del Lupo, ha il potere di concedere l'immortalità.

C'era una volta il Giappone - Ambientato nel Giappone feudale - fra pagode, samurai, monaci e campi di battaglia - ci vede nei panni di un ninja orfano e senza nome chiamato semplicemente Lupo (Okami). Lo scopo della sua vita è quello di proteggere il giovane nobile Kuro, nelle cui vene scorre un sangue miracoloso in grado di donare la vita eterna. Una benedizione, ma anche una maledizione, che Lupo dovrà sfruttare fino in fondo per salvare il bimbo dalle grinfie di... e abbiamo già detto troppo.

Nei panni di un ninja - Se per quanto riguarda spade, morte e avversari ostici da combattere siamo pienamente in territorio "Souls" & compagnia, sono tantissimi gli elementi di stacco rispetto a quanto già visto. In primo luogo Lupo avrà la possibilità di saltare e utilizzare un rampino per proiettarsi verso l'alto. In questo modo potrà sfruttare al meglio l'ambiente circostante per cogliere impreparati i nemici in puro stile "stealth".


Activision/From Software
Al centro del sistema di combattimento, come nella scherma vera, ci sarà la parata e il contrattacco. Serviranno riflessi pronti e un ottimo senso del ritmo.

Parare, parare e parare - In seconda istanza è cambiato tantissimo anche il combattimento che, più che le schivate e la destrezza, premia le parate eseguite con precisione e i contrattacchi. Per i fan della serie sarà quindi imperativo "riformattare" il proprio stile di gioco, pena una quantità ancor più alta di decessi. Già perché "Sekiro", al pari dei suoi "fratellini", resta un titolo decisamente impegnativo. 

Morire due, quattro, quaranta volte  - Aiuta un po' (ma nemmeno poi troppo) la capacità di Lupo risorgere dopo una sconfitta per un'immediata vendetta, in caso di ulteriore k.o. però sarà necessario ripartire dall'ultimo check point perdendo metà dei tesori accumulati. Per districarsi nelle battaglie saranno diversi i gadget che potranno essere innestati sul suo braccio artificiale: dagli esplosivi, alle mitiche shuriken (le stelle ninja) passando pure per un ombrello corazzato e un lanciafiamme rudimentale.


Activision/From Software
Ambienti e musiche da urlo, i modelli invece non sono sempre altrettanto ispirati. Comunque l'atmosfera c'è.

Belloccio e cattivo - Dal punto di vista tecnico ci troviamo di fronte a un lavoro più che discreto: ottima la direzione artistica, buona la realizzazione dei modelli (anche se non tutti sono davvero al top) e bellissimi gli ambienti. Stellari, invece, musica e sonoro in generale. I controlli sono rapidi, precisi e a prova di bomba. I "soulsiani" però vorranno di sicuro riposizionare un paio di tasti (soprattutto quello per l'uso degli oggetti).

Consigliato (solo?) ai tosti - Consigliato oppure no? Ci viene da dire assolutamente sì se siete fan di From e vi piacciono le sfide (toste) e siete di quelli che non si perdono facilmente d'animo. Se invece siete in cerca di un action al fulmicotone ma non siete sicuri di essere all'altezza date un'occhiata a chi ci sta giocando su Twitch o Youtube per farvi un'idea se faccia per voi o meno. 

VOTO: 9,5

"Sekiro: Shadows die Twice" è disponibile per Playstation 4 (versione provata), Xbox One e Windows Pc.

ZAF

Activision/From Software
Guarda tutte le 10 immagini
ULTIME NOTIZIE Games
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report