Iniziata la costruzione del più grande reattore a fusione nucleare del mondo
AvanTi
FRANCIA
28.11.20 - 08:000

Iniziata la costruzione del più grande reattore a fusione nucleare del mondo

Ha preso il via nel sud della Francia la fase di assemblaggio dell’impianto a fusione nucleare che sarà attivo dal 2025

Il 28 luglio scorso è iniziata a Cadarache, nella Francia meridionale, la costruzione del più grande reattore a fusione nucleare del mondo. Il suo nome è ITER (International Thermonuclear Experimental Reactor) e nasce dalla cooperazione internazionale di ben 35 Stati. La fase di assemblaggio dell’impianto durerà altri 5 anni, diventando quindi operativo nel 2025. Si tratta di un'eccellenza ingegneristica da 20 miliardi di euro e verrà realizzato con l’obbiettivo fondamentale di verificare la validità della fusione nucleare come fonte utilizzabile di energia.
Il reattore cercherà di replicare le reazioni che avvengono nel sole, e in generale nelle stelle, al fine di produrre energia pulita senza i rischi connessi alla fissione nucleare. A differenza della fissione, infatti, dove si ha la scissione degli atomi di un elemento chimico pesante come l’uranio-235, la fusione nucleare è una reazione in cui i nuclei di due o più atomi si uniscono tra loro, dando origine al nucleo di un nuovo elemento chimico. Per ottenere tale fusione, però, è necessaria una forza enorme che sia in grado di superare la repulsione elettromagnetica.
ITER sarà un edificio estremamente grande e complesso. Verranno utilizzati milioni di componenti per assemblare il gigantesco reattore che, una volta terminato, peserà 23.000 tonnellate. Quasi 3.000 tonnellate di magneti superconduttori saranno collegati da 200 km di cavi, tenuti tutti a - 269° C dal più grande impianto criogenico del mondo. Il cuore del reattore è un gigantesco magnete, il “tokamak”, al cui interno l’energia prodotta attraverso la fusione degli atomi viene assorbita sotto forma di calore nelle pareti. Proprio come avviene in una centrale elettrica convenzionale, un tokamak utilizza il calore per produrre vapore e quindi elettricità attraverso turbine e generatori.
A dire il vero, ITER è un tokamak che permetterà ai ricercatori di verificare il funzionamento a impulsi lunghi e le numerose tecnologie richieste su scala del reattore, ma la centrale non sarà attrezzata per produrre elettricità. ITER, infatti, servirà a sua volta per la progettazione di un impianto di nuova generazione, chiamato DEMO, la cui pianificazione è già iniziata. L’avvio della costruzione è previsto per il 2030 e il funzionamento nel 2040. Oltre a DEMO, l’ultimo passo per produrre energia da fusione sarà la realizzazione di un altro prototipo di reattore, completamente ottimizzato per generare elettricità in modo efficiente.
Ad ogni modo, i vantaggi della fusione nucleare sono davvero enormi. Essa rilascia quasi 4 milioni di volte più energia di una reazione chimica come la combustione di carbone, petrolio o gas e, a parità di massa, 4 volte di più rispetto alle reazioni di fissione nucleare. Gli elementi utili per la fusione nucleare sono ampiamente disponibili e quasi inesauribili. Inoltre, al contrario della fissione, la fusione non produce scorie radioattive. Come ha affermato il direttore di ITER Bernard Bigot: «Ottenere l'accesso a una fonte di energia pulita sarebbe un miracolo per il nostro pianeta».

AvanTi
Guarda le 4 immagini
ULTIME NOTIZIE AvanTI
VIDEO
ISRAELE
3 gior
La prima fabbrica al mondo di carne coltivata in laboratorio
La start-up israeliana Future Meat ha aperto un impianto in grado di produrre 500 kg di carne coltivata al giorno.
LUGANO
5 gior
Camillo Vismara SA aderisce al progetto sostenibiliTi in qualità di Heroes League Partner
L’azienda di Cadro sceglie di farsi promotrice di un cambio di passo dettato dall’amore per la propria terra
SVIZZERA
1 sett
I corsi della School of Disruption: l’e-learning per i lavori del futuro
L’iniziativa del SIDI consente di acquisire le competenze utili per cogliere nuove opportunità di lavoro e di business.
STATI UNITI
1 sett
Oggetti stampati in 3D che percepiscono l’interazione con l’utente
I ricercatori hanno integrato le capacità di rilevamento in metamateriali per creare dispositivi di input interattivi
ITALIA
1 sett
E se la realtà fosse un gioco di specchi quantistici?
Una nuova teoria del fisico italiano Rovelli suggerisce che la realtà potrebbe essere un gioco di specchi quantistici
MONDO
2 sett
Celle solari trasparenti che durano 30 anni
Dotate di una buona efficienza si potranno integrare in vetrate e infissi per trasformare le case in centrali elettriche
FOTO
STATI UNITI
2 sett
Una mano robotica gonfiabile con senso tattile
Creata una protesi che offre agli amputati un controllo tattile in tempo reale e consente una vasta gamma di attività.
STATI UNITI
2 sett
Google ha utilizzato l’Intelligenza Artificiale per disegnare i suoi chip
L’AI di Google ha auto-progettato i suoi chip impiegando solo 6 ore invece di mesi di lavoro da parte degli ingegneri.
FOTO
ISLANDA
3 sett
Entrato in funzione Orca, il più grande impianto al mondo per la cattura della CO2
Realizzato in Islanda, potrà assorbire circa 4.000 tonnellate di CO2 ogni anno, pari alle emissioni di 870 auto.
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
3 sett
Elon Musk svela il robot umanoide Tesla Bot
L’automa funzionerà con l’AI dei veicoli e affiancherà l’uomo per svolgere compiti pericolosi, ripetitivi e noiosi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile