AvanTi
STATI UNITI
08.10.20 - 08:000

Speciali pinzette ottiche per afferrare singole molecole

Ingegneri costruiscono pinzette così piccole da poter raccogliere singole molecole e proteine senza danneggiarle

La tecnologia biomolecolare fa un enorme passo avanti. Per la prima volta, infatti, un team di ingegneri della Vanderbilt University, nel Tennessee, ha costruito delle speciali pinzette ottiche che hanno delle dimensioni tali da poter essere in grado di afferrare singole biomolecole e proteine ​​senza danneggiarle. Grazie a questa innovativa tecnologia, secondo i suoi ideatori, i medici potrebbero avere la possibilità di diagnosticare molto prima malattie come l’Alzheimer.
Le nano-pinzette messe a punto dai ricercatori della Vanderbilt University sono definite tecnicamente “pinzette opto-termo-elettroidrodinamiche” (OTET) e utilizzano un laser che intrappola e solleva singoli oggetti, piccoli anche solo dieci nanometri, senza tuttavia mirare direttamente all’oggetto e danneggiarlo con la luce intensa.
Secondo tale ricerca, pubblicata il 31 agosto scorso sulla rivista Nature Nanotechnology, le nuove pinzette possono addirittura raccogliere singole proteine ​​e molecole di DNA, mentre le pinzette ottiche esistenti, che sono dispositivi in ​​grado di intrappolare e manipolare piccoli oggetti utilizzando laser altamente focalizzati, non potrebbero afferrare nulla di più piccolo di un globulo rosso.
«Abbiamo sviluppato una strategia che ci consente di pinzare oggetti estremamente piccoli senza esporli a luce o calore ad alta intensità che possono danneggiare la funzione di una molecola», ha dichiarato in un comunicato stampa Justus Ndukaife, ricercatore capo e assistente professore di ingegneria elettrica presso la Vanderbilt University. «La capacità di intrappolare e manipolare oggetti così piccoli ci dà la capacità di comprendere il modo in cui il nostro DNA e altre molecole biologiche si comportano in grande dettaglio, a livello singolare».
In effetti, essere in grado di isolare, classificare e indagare su singole proteine ​​potrebbe essere estremamente prezioso per i medici che cercano di rintracciare sui pazienti i segni del morbo dell’Alzheimer o di altre malattie neurodegenerative. Siccome le pinzette ottiche lavorano con piccole e singole molecole, i medici potrebbero teoricamente essere in grado di individuare le proteine ​​associate all’Alzheimer addirittura nelle primissime fasi della malattia.
«Il cielo è il limite quando si tratta delle applicazioni di OTET», ha riferito nel comunicato Ndukaife, il quale ha collaborato con il Center for Technology Transfer and Commercialization per depositare un brevetto di questa tecnologia. «Non vedo l'ora di scoprire come altri ricercatori sfrutteranno le sue capacità nel loro lavoro».

ULTIME NOTIZIE AvanTI
RUSSIA
2 gior
La Russia vuole inviare un “rimorchiatore spaziale” nucleare su Giove
Gli ingegneri hanno iniziato a sviluppare un veicolo a propulsione nucleare con l’obbiettivo di lanciarlo nel 2030
STATI UNITI
4 gior
Stretch: il nuovo robot magazziniere della Boston Dynamics
Il robot è in grado di attraversare le corsie di un magazzino, scaricare camion e spostare fino a 800 scatole l’ora
STATI UNITI
6 gior
Relativity Space punta su razzi riutilizzabili e stampati in 3D
La startup ha raccolto 650 milioni di dollari per realizzare razzi stampati in 3D rimpiegabili e sfidare così SpaceX
STATI UNITI
1 sett
Mappare la mente con gli ultrasuoni
Un team di ricercatori ha utilizzato la tecnologia a ultrasuoni funzionali per leggere la mente di alcune scimmie
STATI UNITI
1 sett
Google lancia Project Starline, la piattaforma di video chat in 3D
Project Starline è una tecnologia che permetterà di chattare con le persone in 3D come fossero davanti a noi
STATI UNITI
2 sett
Ricreare un campo magnetico intorno a Marte per renderlo abitabile
La NASA vuole posizionare tra Marte e il Sole un dipolo magnetico che faccia da scudo contro raggi e venti solari
NORVEGIA
2 sett
DyRET: il robot a quattro zampe che può cambiare forma
L’automa è in grado di mutare la propria configurazione per adattarsi alle caratteristiche dell’ambiente esterno
STATI UNITI
2 sett
Realtà virtuale e alterazione della percezione del tempo
Secondo un nuovo studio la realtà virtuale crea un “effetto compressione” per cui il tempo sembra andare più veloce
GERMANIA
3 sett
Nuovo record di efficienza per le celle fotovoltaiche in GaAs
L’Istituto Fraunhofer sta realizzando delle celle fotovoltaiche speciali per applicazioni Power-by-Light
AUSTRALIA
3 sett
Realizzati i primi modelli artificiali di embrione umano partendo da cellule della pelle
Si chiamano blastoidi e serviranno per studiare infertilità, aborti precoci, malattie congenite e sviluppo embrionale.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile