AvanTi
STATI UNITI
09.11.19 - 15:080

Il pilota automatico di Tesla è statisticamente 9 volte più sicuro della guida umana

Tesla ha aggiornato i dati del rapporto sulla sicurezza della guida autonoma: in condizioni di guida medie il pilota automatico sarebbe quasi 9 volte più sicuro di un conducente umano

Da più di un anno Tesla sta rilasciando i dati sulla sicurezza delle auto a guida autonoma. Ad ottobre ha pubblicato i suoi aggiornamenti sul terzo trimestre 2019 e i numeri avrebbero confermato che, in condizioni di guida medie, il pilota automatico è più sicuro di quello umano.

Nello specifico, durante il trimestre, le auto con il pilota automatico attivato sono state coinvolte in un incidente ogni 4,34 milioni di miglia percorse. La media degli incidenti causati da conducenti umani, invece, è di uno ogni mezzo milione di miglia. Secondo i dati proposti dalla casa automobilistica guidata da Elon Musk, quindi, il pilota automatico delle Tesla ha quasi 9 volte meno probabilità di provocare un incidente rispetto a un conducente umano.

Tesla ha tratto i numeri sulle auto a guida umana dai dati della National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), ma come sottolineato da Electrek, bisogna fare delle precisazioni sui termini di paragone. Il pilota automatico, infatti, viene principalmente utilizzato sulle autostrade, che solitamente sono caratterizzate da meno incidenti rispetto alle strade di superficie perché le condizioni di guida sono molto più semplici. Le Tesla sono poi generalmente auto più nuove, hanno quindi un vantaggio in termini di sicurezza rispetto alla gamma degli altri veicoli, a volte molto più vecchi, che contribuiscono agli incidenti registrati dall'NHTSA. Un ulteriore vantaggio delle Tesla è che se un veicolo con pilota automatico attivato commette un errore, il guidatore umano può assumere rapidamente i controlli per evitare l’incidente.

Probabilmente, un confronto più appropriato potrebbe riguardare l’auto a guida autonoma e le sue precedenti versioni. Anche in questo caso, comunque, le notizie sono confortanti. Nel primo e nel secondo trimestre del 2019, infatti, il tasso di incidenti è stato rispettivamente di circa uno ogni 2,87 milioni di miglia e uno ogni 3,27 milioni di miglia. Il salto a un incidente ogni 4,34 milioni di miglia è dunque significativo.

Bisogna comunque dire che il Rapporto di Tesla sulla sicurezza dei suoi veicoli è sempre stato abbastanza tenue sui dati. L’aggiornamento Q3 di ottobre non fa eccezione. Infatti, questo include solo un dato, ovvero il numero di incidenti che si verificano nelle Tesla con il pilota automatico attivato. Tuttavia, il sistema a guida autonoma delle Tesla ha mostrato miglioramenti significativi.

In questo senso, non solo gli incidenti con il pilota automatico sono in continua diminuzione, ma il confronto con i tassi medi di incidenti stradali sta diventando sempre più importante.

ULTIME NOTIZIE AvanTI
CINA
7 ore
Un chip per ricaricare le batterie con l’acqua calda
In Cina hanno sviluppato un chip in grado di convertire il calore dell’acqua calda di un thermos in energia elettrica
STATI UNITI
5 gior
Effettuati i primi test per i camion a guida completamente autonoma
Waymo ha iniziato a testare i suoi camion a guida autonoma in Texas e ha annunciato una partnership con Daimler
STATI UNITI
1 sett
La stimolazione elettrica del cervello può aumentare la capacità di imparare le lingue
I ricercatori hanno scoperto che la stimolazione non invasiva del nervo vago favorisce l’apprendimento delle lingue
SPAZIO
1 sett
Il primo piano europeo per rimuovere la spazzatura spaziale
Nel 2025 l’ESA avvierà la prima missione per la raccolta dei detriti rimasti in orbita intorno alla Terra
SINGAPORE
1 sett
Il nuovo chip fotonico che apre la strada al 6G
I ricercatori di Singapore hanno dimostrato che grazie al loro chip il 6G potrà essere 100 volte più veloce del 5G
MARTE
2 sett
Ingenuity, l’elicottero-drone che volerà su Marte
Il Mars Helicopter della Nasa partito con il rover Perseverance potrebbe cambiare il modo di studiare il Pianeta Rosso
ISRAELE
2 sett
Uno studio israeliano ha scoperto come rallentare l’invecchiamento
Secondo la ricerca sessioni di ossigenoterapia in una camera iperbarica riducono il numero delle cellule senescenti
NORVEGIA
2 sett
Trasformare i deserti in fertili campi
Una startup norvegese è riuscita a coltivare nel deserto di Dubai grazie a un mix innovativo di acqua e argilla
SPAZIO
3 sett
Un gigantesco pallone aerostatico per studiare come nascono le stelle
Con la missione Asthros la NASA lancerà un telescopio appeso a un pallone aerostatico grande come un campo da football
CINA
3 sett
Il computer quantistico “fatto di luce” che batte tutti gli altri
La Cina supera Google e conquista la supremazia quantistica con il computer Jiuzhang basato sui fotoni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile