AVANTI
02.08.19 - 08:590

Un cane robot così forte da essere in grado di trainare un aeroplano da 3 tonnellate

Si chiama HyQReal e arriva dall’Italia il super cane robot progettato per supportare l'uomo in scenari di emergenza che ha dimostrato la sua potenza trainando da solo un aereo di oltre 3 tonnellate

 

HyQReal, il robot quadrupede pensato per aiutare l’uomo in scenari come terremoti, incendi e interventi in luoghi pericolosi o inaccessibili all'uomo, è stato realizzato dall’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) in collaborazione con la società Moog e con il supporto dell'Inail e dell'Unione Europea nell'ambito del progetto Echord. La nuova versione del robot idraulico HyQ è stato presentato a maggio di quest’anno all’ICRA 2019 (International Conference on Robotics and Automation) di Montreal.

HyQReal è lungo 1,33 metri e alto 90 cm, con un peso di 130 kg, è protetto da una gabbia in alluminio ed è dotato di una pelle in Kevlar, fibra di vetro e plastica. Le sue zampe, dotate di una gomma particolare che gli consente un'elevata trazione sul terreno, sono resistenti all’acqua e alla polvere. È fornito di una batteria da 48 Volt che alimenta 4 motori elettrici collegati a 4 pompe idrauliche. Possiede inoltre 2 computer, uno dedicato alla visione e uno al controllo del robot, che avviene grazie ad un operatore umano. La sua tecnologia gli permette comunque di eseguire in autonomia alcune azioni come evitare ostacoli e buche.

Il robot è l’ultima versione della serie HyQ, che comprende robot quadrupedi azionati idraulicamente e sviluppati dall'IIT dal 2007, ispirati a cavalli e capre e studiati per muoversi su ogni tipo di terreno. L’obbiettivo del progetto è infatti quello di costruire robot in grado di accedere a zone impervie e di spostarsi su terreni accidentati, così da poter intervenire nei casi di catastrofi naturali, di smantellamento di edifici, di ispezioni in strutture pericolanti e a supporto di attività gravose in agricoltura.

Il nuovo prototipo è stato testato sul campo grazie al supporto dell'Aeroporto di Genova, dove ha dimostrato tutta la sua potenza trainando un aereo passeggeri. «Trainare un aereo ci ha permesso di dimostrare la forza del robot, lautonomia energetica ed evidenziare un design adeguato agli utilizzi. Volevamo tentare qualcosa che non fosse mai stato fatto prima e la settimana scorsa ci siamo riusciti», ha commentato a margine della presentazione Claudio Semini, project leader del laboratorio di Dynamic Legged Systems dell’IIT.

Guarda le 3 immagini
ULTIME NOTIZIE AvanTI
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile