Ated
CANTONE
24.03.21 - 10:550

I tessuti e non solo diventano multimediali

I QRCODE o la NFC (Near Field Communication) consentono di trasferire dati senza contatto.

Sono utili nei pagamenti ma anche in altri campi.

LUGANO - A volte alcune tecnologie che sembrano sul procinto di decollare devono attendere alcuni anni prima di essere utilizzati ad ampio spettro. È il caso dei QRCODE, nati nel 2004, ma solo negli ultimi anni ritornati alla ribalta. Si tratta in sintesi di un codice a barre di forma quadrata composto da moduli neri all’interno di uno schema bianco. Le informazioni lì contenute sono lette dalla fotocamera dei principali smartphone e rimandano a link o siti internet. Ma anche la tecnologia NFC (Near Field Communication) è in forte ascesa, perché permette di pagare e trasferire dati in maniera facile e veloce. Nella NFC Si sfrutta una connessione wireless tra due dispositivi a corto raggio di circa 10 cm, “simile” a una connessione via Bluetooth. Chiaramente, questo genere di soluzioni registra tassi di utilizzo in crescita anche a doppia cifra per via delle limitazioni ai contatti imposte dalla pandemia da Covid-19. E alcune aziende hanno inventato nuovi utilizzi davvero inaspettati e inconsueti, come ci racconta Alessandro Lochis, alla guida di una società che si chiama Innovative Solutions. Alessandro è riuscito a inserire chip tecnologici anche in normali capi di vestiario, come le magliette, t-shirt, sciarpe e bandiere che possono diventare oggetti di design multimediale. Si tratta di una delle #storievisionarie che ci aprono squarci tecnologici interessanti e che ci fa piacere valorizzare.

Alessandro, ci racconti che tipo d'idea hai avuto nell’integrare dei chip dentro a dei normali tessuti? Come funzionano esattamente? 
«L’idea è nata come tante da un’esigenza personale: ho avuto la fortuna di premiare in televisione un famoso giocatore del Milan che mi ha donato la sua maglia. Ma come condividere con gli amici davanti alla maglia l’emozione dell’incontro? Ho pensato quindi di inserire un chip Nfc che attiva il video sugli smartphone semplicemente avvicinandoli. Dopo questo primo esperimento ho deciso di realizzare delle opere artistiche. Sono partito dal resinare tessuti di uso quotidiano, rendendoli multimediali sempre grazie all’aggiunta del chip Nfc, ottenendo la sintesi tra lavoro artigianale e mondo digitale. Abbiamo poi presentato le nostre creazioni durante lo SMMEX la principale fiera della memorabilia sportiva, che si tiene ogni anno a Londra. Questo passo ci ha reso anche consapevoli delle potenzialità che questa nuova tecnologia offre anche alle aziende».

Ci fai qualche esempio concreto di applicazioni che hai sviluppato così da capire bene che tipo di effetto si può creare?  
«Abbiamo sviluppato una piattaforma web proprietaria “4evapic“. In pochi click il nostro cliente privato o azienda in modo autonomo e rapido si costruisce una landing page dalla quale attiva o aggiorna qualsiasi contenuto multimediale. Questa pagina sarà visibile grazie all’Nfc (o qrcode) inserito nell’oggetto che può essere un’opera d’arte resinata oppure una Fidaty o business card o una semplice calamita. È sempre più frequente da parte dei nostri clienti la richiesta di demo personalizzate perché è inevitabile restare affascinati dall’estrema versatilità della nostra soluzione che si adatta a qualsiasi tipo d'impresa». 

Quali sono a tuo modo di vedere i gadget più divertenti che le tecnologie QRCode e NFC possono rendere davvero unici? 
Le possibilità sono davvero infinite. Il cliente privato può conservare le sue foto, video direttamente nell’ oggetto iconico dell’esperienza: la sciarpa di un concerto, un bavaglino di un bambino, un magnete turistico. Un esempio? Ho realizzato delle calamite con le bandiere delle nazioni che ho visitato nelle vacanze degli ultimi 10 anni e grazie a “4evapic” ho a disposizione le mie foto con didascalie e geolocalizzazione: un vero e proprio album multimediale sempre a mia disposizione con un click”.

Anche per le aziende ci sono innovative soluzioni, le più immediate?
La business card multimediale aggiornabile costantemente, la Fidaty card che permette una interazione sempre nuova con il cliente, gli infopoint negli hotel/villaggi turistici, la tessera del cittadino per i piccoli comuni. Per i ristoranti, ad esempio, abbiamo pensato a simpatici gadget come calamite da frigo che diano possibilità di visualizzare il menu sempre aggiornabile da remoto e di ordinare in modalità take away. Infine, per le squadre di calcio abbiamo realizzato portachiavi che “informano” i tifosi sulle iniziative del loro team. La nostra soluzione è estremamente versatile e si adatta a qualsiasi esigenza del cliente”.

CHI È ated – ICT Ticino - ated - ICT Ticino è un’associazione indipendente, fondata e attiva nel Canton Ticino dal 1971, aperta a tutte le persone, aziende e organizzazioni interessate alle tecnologie e alla trasformazione digitale. Dal suo esordio, ated - ICT Ticino organizza manifestazioni e promuove innumerevoli conferenze, giornate di studio, visite e viaggi tematici, workshop e corsi. ated - ICT Ticino collabora con le principali istituzioni pubbliche e private, enti e aziende di riferimento, nonché altre associazioni vicine al settore tecnologico e all’innovazione. Grazie alla costante crescita qualitativa dell’attività svolta sul territorio, ated – ICT Ticino si propone come l’associazione di riferimento nell’ambito economico, politico ed istituzionale del cantone, in grado di favorire il dibattito tra aziende e professionisti e capace di coinvolgere le giovani generazioni, grazie ai percorsi promossi dal programma ated4kids e da tutte le sue altre iniziative.


Per ulteriori informazioni:
ated – ICT Ticino
Email: media@ated.ch
T. +41(0)91 8575880

ULTIME NOTIZIE ated ICT Ticino
CANTONE
1 gior
Un progetto “made in Ticino” per monitorare da remoto i pazienti cardiaci
Si tratta di un'idea dell’Istituto MeDiTech della SUPSI, che intende sviluppare un prodotto unico e innovativo
CANTONE
3 gior
Cornèr Banca sale a bordo di Swiss Virtual Expo
Anche Cornèr Banca partecipa a Swiss Virtual Expo, aderendo a un format di evento che è sulla frontiera dell’innovazione
LUGANO
5 gior
Arrivano i Ray-Ban Stories
Dalla partnership tra Facebook e EssilorLuxottica, nasce la prossima generazione di occhiali intelligenti o smart.
CANTONE
1 sett
Digital twin: cos'è e come funziona
CANTONE
1 sett
EOC diventa il primo ospedale virtuale
Al Swiss Virtual Expo lancerà un ecosistema ospedaliero per valorizzare ancora di più il ruolo centrale del paziente
ated ICT Ticino
1 sett
Dati personali e salute: come tutelarsi
I dati sono il vero “petrolio” dei giorni nostri.
Stati Uniti
2 sett
Arriva il Tesla Bot di Elon Musk
Scende in campo anche Elon Musk nello sviluppo e ricerca di robot umanoidi
CANTONE
2 sett
La pagina contatti del sito: perché non trascurarla
La pagina dei contatti è una delle più strategiche per il sito internet.
FOTO
ated ICT Ticino
2 sett
Hack4Learning: vince FormiDabile
All’iniziativa promossa da SUFFP hanno partecipato 20 persone con 4 progetti pensati per risolvere le sfide educative.
ATED - ICT TICINO
3 sett
Security lab: e-learning in formato virtuale
Anche Security Lab partecipa a Swiss Virtual Expo dentro il padiglione di ated virtual network
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile