LA RAZZA
21.05.18 - 11:290

Il Levriero Afghano

Bello, nobile, veloce e… irrimediabilmente testardo

 

Simbolo di eleganza e bellezza, il levriero è un cane per pochi non solo a causa della “nobilità” che gli viene attribuita dall’uomo: scopriamo perché. Questa razza ha origini che si perdono nell’antichità: secondo gli studiosi, il levriero arriva in Europa dall’Asia Centrale passando per le attuali montagne dell’Afghanistan e testimonianze dell’esistenza dei levrieri sono state ritrovate sui papiri egizi.

A quei tempi il levriero era un cane da caccia, specialità nella quale eccelleva grazie alla sua vista eccezionale e alla sua velocità. Grazie alla sua stazza leggiadra e ai suoi movimenti raffinati, con il passare dei secoli s’è trasformato in un cane da compagnia, particolarmente apprezzato in Europa da parte dei ceti sociali più abbienti. Ma da parte sua il levriero non è affatto altezzoso o snob: è un cane molto affettuoso con il suo padrone, che ama correre e giocare.

Perché, allora, è un cane per pochi? A causa del suo carattere: non è infatti un cane facile da addestrare, essendo dotato di un forte spirito d’indipendenza. Farsi obbedire, insomma, non è facile e con lui è necessaria una enorme quantità di pazienza. Se l’avete, però, è il cane che fa per voi.   

ULTIME NOTIZIE Amico Animale
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report