Keystone
SVIZZERA
04.05.18 - 12:180

Sunrise non accetterà più disdette per lettera o email. Scattano le proteste

Per revocare un contratto occorrerà passare per la chat o per il call-center

ZURIGO - Niente più disdette per lettera o per email: per revocare un contratto presso Sunrise occorrerà passare per la chat o per il call-center. Secondo i rappresentanti dei consumatori si tratta di una prassi astrusa e contraria agli interessi della clientela. L'operatore risponde che in tal modo si evitano malintesi.

Sempre più clienti beneficiano di pacchetti che comprendono telefonia, internet e televisione, spiega all'ats Therese Wenger, portavoce dell'azienda. "Purtroppo sussistono spesso ambiguità nelle comunicazioni scritte di recesso e sono necessarie domande, che possono essere facilmente chiarite per telefono o per chat nel contatto diretto con il cliente".

Il nuovo sistema - che entrerà in vigore il 28 maggio - comporterà vantaggi anche per il cliente, si dice convinta Wenger: non dovrà infatti più scrivere lettere. Rimane per contro immutato l'approccio quando si passa direttamente a un altro operatore che si occuperà poi in prima persona della disdetta.

La Fondazione per la protezione dei consumatori (FPC) critica aspramente la novità proposta da Sunrise. Per diversi clienti rischia di essere spiacevole dover spiegare a un collaboratore dell'azienda il perché si vuole recedere dal contratto: probabilmente inoltre i dipendenti di Sunrise cercheranno di far cambiare idea alla controparte.

La FPC teme inoltre che il cliente non possa più dimostrare per iscritto il passo effettuato. A questo proposito la portavoce Wenger ribatte che "naturalmente il cliente riceverà una conferma scritta".

Per FPC il modo di procedere di Sunrise non è comunque degno di un'azienda presente ormai da tempo sul mercato. La fondazione invita l'impresa a rinunciare al suo progetto.

Secondo Ralf Beyeler, esperto presso il servizio di confronti internet Moneyland, la novità è "una porcheria", il cui scopo è evidente: offrire ai clienti che vogliono disdire l'abbonamento delle offerte più economiche. I nuovi contratti avrebbero poi una scadenza di 24 mesi.

Per la direttrice di FPC Sara Stalder giuridicamente non vi è peraltro nulla da eccepire: ogni azienda può fissare le sue regole nelle condizioni generali. "A nostra conoscenza Sunrise diventerebbe però l'unica impresa a non accettare una disdetta scritta".
 
 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
TOP NEWS Finanza
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
SVIZZERA
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile