Keystone
SVEZIA
11.04.18 - 11:560

Ikea: «I clienti avranno pochi soldi e vivranno nelle megalopoli»

Il gigante svedese dell'arredamento low cost sta optando per un nuovo approccio di pianificazione triennale studiando l'attuale evoluzione sociale

STOCCOLMA - Ikea si sta preparando a un futuro fatto di megalopoli e abitanti che vivono con pochi soldi e in piccoli spazi.

Il gigante svedese dell'arredamento low cost sta abbandonando le strategie di pianificazione in un orizzonte temporale che va dai cinque ai dieci anni, e opta per un nuovo approccio triennale in modo da stare al passo con una società in rapida trasformazione.

La nuova strategia consentirà a Ikea di rivolgersi a un mondo urbanizzato in cui le persone «vivono in piccoli spazi, hanno portafogli leggeri e poco tempo», ha detto l'amministratore delegato Jesper Brodin in una intervista a Bloomberg, facendo riferimento a una ricerca aziendale da cui è emerso che entro il 2030 circa il 60% della popolazione mondiale vivrà in grandi città, il doppio di adesso.

L'obiettivo è quello di entrare direttamente nelle case dei potenziali clienti puntando sul digitale, shopping online e un servizio migliore di consegna a domicilio. Il punto di forza resta l'offerta a basso costo. «È sempre la priorità numero uno - ha detto Brodin - il nostro piano finanziario tiene conto di investimenti a prezzi inferiori». E se l'attenzione sullo sviluppo dei grandi centri commerciali resta confermata, sarà però ridimensionata alla luce delle nuove priorità. Ikea è infatti nel mezzo di una trasformazione in cui sta posizionando più negozi in centro città e ha già aperto numerosi piccoli showroom proprio per raggiungere meglio i clienti delle aree urbane.
 
 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Potrebbe interessarti anche
Tags
clienti
soldi
megalopoli
pochi soldi
TOP NEWS Finanza
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report