Keystone
SVIZZERA
03.07.18 - 09:570

Obbligazioni: obiettivo semplificazione

La start-up Loanboox vuole rivoluzionare il mercato che pesa oltre 500 miliardi di franchi

ZURIGO - Rivoluzionare il mercato svizzero delle obbligazioni, un comparto che pesa oltre 500 miliardi di franchi, rendendo assai più semplice e veloce l'emissione di titoli: è l'ambizione di Loanboox, una start-up zurighese che ha lanciato una nuova piattaforma potenzialmente in grado di fare concorrenza alle banche.

«La versione beta è pronta e abbiamo diversi clienti pilota del settore pubblico con i quali stiamo testando la piattaforma», ha spiegato alla Reuters Stefan Feller, responsabile del settore mercato dei capitali dell'azienda fintech. Loanboox punta ad assicurarsi una parte delle lucrative attività finora saldamente nelle mani degli istituti di credito.

Quando un responsabile finanziario di una città o di un'impresa ha un fabbisogno di capitale più elevato spesso prende in considerazione l'emissione di obbligazioni. Oggi prende in mano il telefono o scrive una e-mail, concordando un incontro con una o più banche per organizzare la vendita dei titoli agli investitori. Anche quest'ultimo passo avviene di regola per telefono, posta elettronica o posta tradizionale.

Questa procedura, che attualmente richiede da tre settimane a diversi mesi, potrebbe essere radicalmente abbreviata da Loanboox. «Sulla piattaforma il processo può essere completato in un minuto con pochi clic», spiega Stefan Mühlemann, fondatore e direttore dell'azienda.

La sua società si rivolge soprattutto a città, cantoni e grandi imprese con un elevato rating creditizio. Per quanto riguarda gli investitori, la piattaforma è aperta a compagnie di assicurazione, fondi pensione, gestori patrimoniali e banche. «La maggior parte di quello che hanno bisogno i comuni e gli altri enti pubblici in genere sono prodotti standard», osserva Mühlemann. E questo genere di domanda ben si sposa con l'idea di una piattaforma.

Loanboox mette quindi in discussione il ruolo della banca come mediatore tra i finanziatori e le persone in cerca di capitale. Rimane infatti necessario un istituto in qualità di agente pagatore, che contabilizzi la transazione: ma la procedura di emissione, che oggi può facilmente generare ricavi di centinaia di migliaia di franchi per una banca, verrebbe scorporata. Attraverso Loanboox un debitore venderebbe i suoi titoli in qualità di autoemittente direttamente ai clienti.

L'emittente deve registrarsi una volta su Loanboox e poi caricare documenti come bilanci, valutazioni di rating, prospetti di emissione e altro ancora. Inserisce poi l'importo desiderato, la data di valuta e il periodo di emissione. Gli investitori possono poi a loro volta inserire le loro aspettative di interesse o di rendimento e l'importo che desiderano sottoscrivere. «La piattaforma permette agli emittenti e agli investitori di seguire il processo dal vivo», afferma Feller. «La procedura attraverso di noi è più semplice, meno costosa e più trasparente», gli fa eco Mühlemann.

Loanboox non effettua un'analisi della solidità finanziaria dell'emittente. «Le parti devono farlo da sole; tuttavia, stiamo lavorando con Independent Credit View, che offre questo servizio a pagamento», aggiunge Feller.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
TOP NEWS Finanza
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
SVIZZERA
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile