Keystone
SVIZZERA
08.06.18 - 12:170

Accordi tra banche sui tassi di cambio: i dati di Credit Suisse alla COMCO

Il TAF ritiene che la presunzione d'innocenza viene rispettata, così come il principio di proporzionalità

SAN GALLO - Credit Suisse dovrà fornire dati relativi alle transazioni sulle valute alla Commissione della concorrenza (COMCO). Il Tribunale amministrativo federale (TAF) ha respinto il ricorso dell'istituto di credito nell'ambito di un'inchiesta su sospetti accordi illeciti fra banche in merito ai tassi di cambio.

Credit Suisse sosteneva che la decisione della COMCO violasse il divieto di autoincriminazione e il principio di proporzionalità. In una sentenza pubblicata oggi, il TAF conferma le richieste della COMCO. Quest'ultima ha precisato espressamente che i dati servirebbero unicamente a stabilire il livello di un'eventuale sanzione. La presunzione di innocenza viene quindi rispettata.

Esiste inoltre la possibilità di ricorso contro una decisione definitiva della COMCO, fanno notare i giudici di San Gallo. La banca potrà quindi difendersi contro l'utilizzo dei dati. Il TAF aggiunge che le informazioni sul commercio di valute possono essere ottenute indipendentemente dalla volontà del Credit Suisse.

Nel marzo del 2014, la COMCO aveva aperto un'inchiesta per sospetti accordi illeciti sui tassi di cambio contro Credit Suisse e altre banche. I sospetti riguardavano in particolare «lo scambio di informazioni riservate e il coordinamento generale per l'acquisto e la vendita di valute a un livello di prezzo concordato».

La sentenza del TAF non è definitiva e può essere attaccata davanti al Tribunale federale.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
TOP NEWS Finanza
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
SVIZZERA
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile