Keystone
UNIONE EUROPEA
26.04.18 - 12:110

Da Amazon a Booking, l'Ue chiede trasparenza sui risultati delle ricerche

Le piattaforme dovranno fare chiarezza sui criteri e gli algoritmi utilizzati per visualizzare i risultati

BRUXELLES - Stop ai risultati delle ricerche online di prodotti e servizi senza trasparenza, dai voli aerei su Skyscanner alle camere d'hotel su Booking sino ai libri su Amazon o accessori su eBay.

È l'obiettivo del nuovo regolamento proposto dalla Commissione Ue nell'ambito del mercato unico digitale. D'ora in poi le piattaforme che agiscono da intermediari tra i venditori e i consumatori dovranno fare chiarezza nei confronti delle imprese sui criteri e gli algoritmi utilizzati per visualizzare i risultati, i prezzi di questi servizi, la differenza di pubblicità tra i servizi 'interni' offerti dalla piattaforma e quelli di aziende esterne, da cui in ultimo dipendono le vendite di chi offre i propri prodotti o servizi online.

E influenzando quindi la scelta dei consumatori, a seconda che i risultati diano più o meno visibilità e posizioni di prominenza, per esempio, a un hotel o una compagnia aerea piuttosto che a un'altra.
 
 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
Tags
risultati
servizi
ricerche
booking
amazon
ue
trasparenza
TOP NEWS Finanza
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report