Facebook
VENEZUELA
29.01.18 - 12:500

Maduro fa una diretta Facebook e lo sotterrano di insulti

E lui li ignora abilmente, un utente: «Abbiamo fame», e lui: «Sì, fame di giustizia, uguaglianza e anti-imperialismo»

CARACAS - Nicolas Maduro ha voluto lanciare la sua candidatura alla rielezione con un collegamento su Facebook Live, ma l'iniziativa si è rivelata un boomerang: decine di persone lo hanno insultato pesantemente in diretta, e il presidente venezuelano ha dovuto ignorare i messaggi che riceveva, o ironizzare come se non li avesse capiti.

Insieme alla moglie, Cilia Flores, Maduro ha trasmesso il suo intervento dal quartiere generale elettorale del suo partito, cercando di dargli un tono informale, quasi famigliare, mangiando un mandarino e parlando del buon umore che caratterizza i venezuelani.

Il tono dei messaggi che arrivavano in diretta però, era molto diverso: «dittatore», «assassino», «come fai a dormire la notte?», «ci stai facendo morire di fame», «verrà la tua ora e pagherai», si leggeva nello spazio dei commenti.

Secondo i media locali, circa due milioni di persone hanno seguito il collegamento di Maduro su Facebook Live, e più di 80 mila hanno inviato messaggi al presidente. Fra i commenti degli spettatori si contano circa 4 mila <3 e 10 mila lik», contro gli oltre 50 mila che hanno commentato con una faccina arrabbiata.

Maduro ha semplicemente ignorato la maggior parte dei messaggi che comparivano sullo schermo mentre parlava, ma in un caso - in risposta a un utente Facebook che diceva che «abbiamo fame» - ha risposto: «Sì, è vero, il nostro popolo ha fame di giustizia, di uguaglianza, di anti-imperialismo».

Tags
maduro
fame
facebook
mila
messaggi
TOP NEWS Estero
Copyright ©2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report