Tipress
CANTONE
05.06.20 - 12:060

"Ma quale calo, gli affitti continuano ad aumentare"

La denuncia dell'Associazione inquilini: "Il problema è che sempre più alloggi appartengono a grandi gruppi immobiliari"

LUGANO - Gli importi delle pigioni sono ancora aumentati. Se n'è parlato ieri in occasione della presentazione dei dati da parte dell’Ufficio federale di statistica. Eppure spesso studi di agenzie e  banche riferiscono il contrario. Per l'Associazione Svizzera degli Inquilini (ASI) non ci son dubbi: "Il prezzo dell’alloggio in Svizzera negli ultimi anni si è evoluto solamente in una direzione, ossia verso l’alto: in totale dal dicembre 2005 le pigioni sono aumentate di oltre il 19%. Questo pesa massicciamente sul reddito famigliare degli inquilini".

Secondo Carlo Sommaruga, presidente dell’Associazione Svizzera Inquilini, non si può affatto parlare di pigioni in diminuzione, e denuncia: "Le cifre dell’Ufficio federale di statistica lo dimostrano chiaramente: dal 2005, secondo l’indice degli affitti, i medesimi sono aumentati di circa il 20%, mentre nello stesso periodo il rincaro generale si assesta al di sotto del 5 %. Per l’ASI, ciò significa che la pigione rappresenta una parte disproporzionale nel reddito famigliare. Non vi è alcun segnale di distensione".

Non è un mistero che soprattutto in Ticino per gli inquilini è tuttora sempre difficile trovare un alloggio abbordabile. Il centro di Lugano ha prezzi folli, e anche in periferia si fa sempre più difficoltà a trovare appartamenti decorosi a prezzi accessibili. Il problema - secondo Sommaruga - è che oggi "sempre più alloggi appartengono a grandi gruppi immobiliari quali Swiss Life, UBS, ecc., che acquistano solitamente interi immobili. Questo genere di gruppi è proprietario del 39% degli alloggi in Svizzera, mentre solo dieci anni fa la cifra si attestava al 29%. Per queste società, il reddito degli immobili è purtroppo posto in primo piano, ciò conduce ad un costante aumento delle pigioni. Nel medesimo tempo, dal 2009 gli interessi sono massicciamente diminuiti e di conseguenza anche gli oneri finanziari dei locatori. Solo una piccola parte di questa diminuzione è giunta agli inquilini, che è poi stata più che compensata dagli aumenti massivi dei prezzi delle pigioni in caso di nuova locazione e da risanamenti".


 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
MONDO
9 ore
Non è più Zurigo la città più cara del mondo
Al primo posto della classifica, influenzata anche dalle conseguenze della pandemia, è Tel Aviv
Svezia/Stati Uniti
10 ore
Rivelati i migliori artisti del 2021 secondo gli ascolti di Apple e Spotify
In entrambe le classifiche si è distinta la cantante emergente Olivia Rodrigo. Album di 20 anni fa sono tornati in auge
SVIZZERA
14 ore
Quest’anno sotto l'albero troveremo buoni, Lego e AirPods
Galaxus ha analizzato il comportamento dei clienti online, prevedendo i regali più quotati in Svizzera
STATI UNITI
17 ore
Perché SpaceX è a rischio bancarotta
Tutto dipende dallo sviluppo del motore Raptor che, al momento, è «francamente un disastro»
CANTONE
21 ore
Sia NFT, che rivista: l'idea che arriva da Lugano
Si tratta di un progetto della società con sede a Lugano The Cryptonomist, in collaborazione con l'italiana ArtRights
Canada
22 ore
Zara, Adidas e LVMH sono coinvolte nella deforestazione dell'Amazzonia
Gli alberi vengono abbattuti per fare spazio ai capi di bestiame grazie ai quali si producono borse, scarpe e portafogli
UNIONE EUROPEA
1 gior
Dalla Commissione europea, 300 miliardi per i Paesi in via di sviluppo
Il piano si chiama "Global Gateway" vuole essere «una scelta positiva per lo sviluppo delle infrastrutture»
REGNO UNITO
1 gior
Per l'antitrust britannico, Zuckerberg deve vendere Giphy
La popolare tastiera virtuale per GIF era stata acquistata da Facebook nel 2020 per 400 milioni
STATI UNITI
1 gior
Cyber Monday, l'anno scorso era andata meglio
Gli analisti sono però convinti che si andrà incontro a vendite record durante le vacanze
MONDO
1 gior
L'impatto di Omicron sull'economia: i quattro scenari di Goldman Sachs
Nel caso peggiore potrebbe causare una frenata dello 0,4%, ma si azzarda anche un'ipotesi ottimistica
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile