Immobili
Veicoli
Deposit
SVIZZERA
25.11.21 - 13:000
Aggiornamento : 14:11

Per molte aziende svizzere il 2022 potrebbe essere l'anno del fallimento

Lo sostiene uno studio di A&M che parla di una «bancarotta ritardata da Covid» diffusa a livello nazionale. Ecco perché

ZURIGO - Il sostegno della Confederazione alle aziende ha permesso a molte di sopravvivere al biennio 2020-2021, malgrado molte si siano indebitate pesantemente, ma il 2022 sarà tutta un'altra storia.

A sostenerlo è una recente analisi del gruppo di analisti finanziari di A&M che conferma come, per una serie di convergenze che comprendono una diffusa mancanza di liquidità (a causa dei debiti di cui sopra) e un calo delle entrate, l'anno prossimo si preannunci particolarmente tetro e all'insegna dei fallimenti.

Prese in esame dallo studio sono 178 aziende elvetiche, che non operano nel settore finanziario o immobiliare, e che hanno tutte sofferto in maniera tangibile le ripercussioni del 2020. La percentuale di queste che si trovano a rischio fallimento entro l'anno scorso aleggia attorno al 24%, il 30% in più rispetto al periodo pre-pandemia.

A&M utilizza il termine di «bancarotta ritardata» o «gap di bancarotta da Covid 19» un fenomeno che si paleserà a partire proprio dal 2022: «Si tratta di uno scenario senza dubbio preoccupante», spiega Alessandro Farsaci di A&M svizzera nella nota stampa diffusa dal gruppo, «le misure della Confederazione non hanno prevenuto affatto il fallimento delle aziende, ma lo hanno semplicemente ritardato. Ci aspetta un periodo d'incertezza che porterà a ristrutturazioni e a cambiamenti strategici per riadattarsi al mondo post-Covid».

Perché proprio per il 2022? Perché dopo il termine degli aiuti (che alcuni cantoni elargiranno fino a dicembre 2021) in maniera generalizzata a partire da febbraio 2022 scomparirà la possibilità del lavoro ridotto. Inoltre, a partire da inizio 2022 chi ha ricevuto un prestito fino a 500mila franchi dovrà iniziare a restituirlo. 

Su tutto questo pesa un economia tutt'altro che stabile e piena d'incertezze su cui pesa anche lo spettro di un possibile aumento della disoccupazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
LE FOTO
EMIRATI ARABI UNITI
6 ore
"Enigma", il misterioso diamante nero va all'asta
Le sue origini? Ancora enigmatiche, potrebbe essersi formato quando un meteorite ha colpito la Terra
SVIZZERA
8 ore
Una commessa fino a quattro miliardi di euro per Stadler Rail
È la più importante degli 80 anni di storia del costruttore ferroviario elvetico
SVIZZERA
11 ore
Un purosangue zurighese al timone di Credit Suisse
La scelta di Axel Lehmann suona di ultima chiamata per il colosso bancario, secondo Inside Paradeplatz
SVIZZERA
13 ore
Credit Suisse, reazioni negative in Borsa
Le dimissioni di António Horta-Osório sono un altro evento negativo dopo gli scandali del 2021
MONDO
14 ore
«Dall'inizio della pandemia, ogni 26 ore è nato un nuovo miliardario»
Un rapporto dell'Oxfam mette a nudo «la pandemia delle disuguaglianze», più super-ricchi e più persone cadute in povertà
SVIZZERA
17 ore
Violò due volte la quarantena, il presidente del CdA di Credit Suisse lascia e si scusa
António Horta-Osório, in carica da meno di un anno, si è dimesso dopo un'indagine interna
KOSOVO
1 gior
Kosovo in tackle sul Bitcoin, svendita e fuga dei "minatori"
Lo stato balcanico ha annunciato un blocco delle criptovalute per alleviare la crisi energetica
REGNO UNITO
2 gior
Unilever offre 50 miliardi di sterline per GSK Consumer Healthcare
Se dovesse andare in porto si tratterebbe di una delle operazioni più grandi per la piazza di Londra
SVIZZERA
2 gior
Denner aumenta gli stipendi
Nuovo record di fatturato nel 2021. La catena premia i dipendenti
MONDO
3 gior
Là dove il Bitcoin non è il benvenuto
La controversa regina delle cripto è valuta "non grata" in alcune nazioni. Vediamo quali.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile