Immobili
Veicoli
Ti Press
SVIZZERA
12.09.21 - 11:100

Certificato Covid: datori di lavoro poco interessati a richiederlo

Le grandi aziende e le amministrazioni pubbliche non sembrano (per ora) intenzionate a introdurre il Pass obbligatorio.

ZURIGO - Da domani i datori di lavoro possono se necessario richiedere un certificato Covid ai loro dipendenti: un sondaggio del SonntagsBlick mostra però che le grandi aziende e le amministrazioni pubbliche hanno poco interesse a farlo.

Il gruppo Migros, che impiega circa 90'000 persone in tutta la Svizzera, si esprime in modo chiaro: «Non vediamo il bisogno e non e non richiederemo il pass», ha detto un portavoce al domenicale. L'azienda si affida al piano di protezione esistente, che ha dato buona prova di sé.

Simili le posizioni in altri gruppi. «La dimostrazione della vaccinazione non è richiesta», fa sapere Credit Suisse. Il concorrente UBS scrive: «Nei nostri uffici per il momento non introdurremo la certificazione obbligatoria». Swisscom dichiara che il certificato non è d'obbligo per i dipendenti, né sono attualmente previsti cambiamenti.

Molte altre aziende non hanno ancora approfondito la questione: FFS, La Posta, Coop, Nestlé, Novartis e Roche non possono ancora dire se procederanno ad adeguamenti. Lo stesso quadro viene offerto dai datori di lavoro pubblici: cantoni densamente popolati come Argovia, Berna, San Gallo e Zurigo dichiarano di non aver ancora esaminato il tema.

Secondo il SonntagsBlick particolarmente sorprendente è il fatto che perfino per i funzionari federali al momento il dossier non viene considerato attuale. «L'amministrazione federale ricorrerà alla possibilità di verificare i certificati dei suoi dipendenti solo in situazioni molto specifiche», indica al domenicale un portavoce Ufficio federale del personale (UFPER). La motivazione alla base: da un lato le unità amministrative hanno già piani di protezione ben funzionanti, dall'altro per un datore di lavoro pubblico l'asticella dei controlli si alza. «Per elaborare dati sensibili dei collaboratori l'amministrazione federale deve poter fare affidamento su una base giuridica formale: l'ordinanza Covid non è sufficiente», spiega l'addetto stampa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
STATO UNITI
1 ora
Twitter replica a Musk, ma lui non la beve e risponde «💩»
Nuovo capitolo della saga che coinvolge il social network e il miliardario: «L'acquisizione non può andare avanti»
SVIZZERA
3 ore
Aumenta il prezzo delle case unifamiliari
L'indice di riferimento degli immobili residenziali è sceso dello 0,4% rispetto al trimestre precedente
STATI UNITI
19 ore
Ferie illimitate per i banchieri senior di Goldman Sachs
La decisione mira a cambiare l'immagine della banca, per tornare ad attrarre i giovani talenti
SVIZZERA
21 ore
Entro il 2025 un veicolo su due dovrà essere ricaricabile
Confederazione, Cantoni, Città e Comuni sono d'accordo: è un obbiettivo da raggiungere
SVIZZERA
1 gior
Le ferie sono più costose
Per un viaggio bisogna mettere in conto di spendere il 20% in più rispetto a prima della pandemia
RUSSIA
1 gior
Le attività di Renault in Russia passano allo Stato
La casa automobilistica aveva lasciato la Russia in seguito all'invasione dell'Ucraina
POLONIA / SVIZZERA
1 gior
Sanzioni contro Vekselberg in Polonia, colpite anche Sulzer e Medmix
Le perdite si aggirano attorno alle decine di milioni di franchi
CINA
1 gior
Da domani ripartono le attività commerciali a Shanghai
I mercati ortofrutticoli e i saloni di parrucchieri riprenderanno progressivamente le attività con una capacità limitata
STATI UNITI
1 gior
Musk: «Twitter mi ha accusato di aver violato l'accordo di riservatezza»
Solo due giorni fa il patron di Tesla aveva annunciato la sospensione temporanea dell'acquisizione del social network
STATI UNITI
4 gior
Musk frena l'acquisizione di Twitter per i numeri degli account fake
L'annuncio, ovviamente, in un tweet e la Borsa reagisce di getto. Poi la precisazione: «Resto impegnato»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile