Depositphotos (depositedhar)
SVIZZERA
30.08.21 - 14:510

Non sempre l'incompetenza è un male: può anche essere un valore aggiunto

Costringe i manager a dover ascoltare chi ne sa di più, sostiene un esperto di gestione aziendale

ZURIGO - L'incompetenza professionale? Un valore aggiunto per un dirigente, perché in tal modo chi è ai vertici è costretto ad ascoltare i sottoposti. Lo sostiene Hans Wüthrich, professore emerito di management ed esperto di gestione aziendale.

Di per sé essere competenti non è un grave difetto, ammette lo specialista in un'intervista pubblicata oggi dalla Neue Zürcher Zeitung (NZZ). «Ma troppa competenza professionale ha anche i suoi effetti collaterali: sussiste la tendenza - spesso inconscia - a operare in modalità microscopica, a scavalcare i subordinati o a trovare difficile delegare».

«Invece chi diventa responsabile di un'area con la quale non ha alcun legame professionale impara quanto possa essere prezioso guidare attraverso le domande, invece che le risposte», argomenta il 65enne. «Ci si permette anche di porre quesiti stupidi e da essi possono emergere soluzioni alternative. Questo è possibile solo se vi esiste una distanza professionale».

Secondo Wüthrich le imprese devono quindi scambiare magari temporaneamente i dirigenti ai vertici: il responsabile della produzione può perciò guidare il marketing e il capo delle finanze l'ufficio acquisti. «Il valore aggiunto è di natura fondamentale: gli esperimenti con risultati aperti creano nuovi mondi di esperienza per manager e leader. Chi deve dirigere una nuova area come non specialista si rende improvvisamente conto di quanto avesse precedentemente guidato solo per pura competenza professionale».

Lode all'incompetenza, quindi. «Sì, perché se si viene dell'esterno si è costretti ad ascoltare», risponde l'intervistato. «E devi fidarti di coloro che sono al secondo livello dirigenziale e della loro professionalità. Questo ha come effetto un potenziamento di questi dipendenti, che si trovano migliorati nella loro immagine di sé. Un manager che non è uno specialista ha anche più tempo per pensare. Alle riunioni non deve assumere la guida in termini di contenuti, può invece concentrarsi sui processi, sul dialogo. Al centro della scena scivolano gli aspetti interpersonali e spontanei».

Secondo l'esperto non si tratta di denigrare la competenza, «ma vale la pena di fare esperimenti contro-intuitivi, perché essi contribuiscono all'innovazione e allo sviluppo organizzativo intelligente». Si tratta anche d'impedire che i subordinati deleghino sempre i loro problemi a chi comanda, nell'aspettativa che il manager abbia già una soluzione: in tal modo i team si rendono improvvisamente conto di avere molto più potenziale.

Le esperienze acquisite attraverso esperimenti sulla base di questi principi rimangono nel tempo. «I manager si rendono conto di quanto sia liberatorio il non dover sempre dare risposte e avere più tempo per riflettere. E i subordinati non vogliono rinunciare alla nuova responsabilità appena conquistata. Questo spesso porta il secondo livello di dirigenti a disciplinare il leader che ritorna e a dirgli: 'basta, non devi preoccuparti di questo ora, lo abbiamo fatto e funziona: usa il tuo tempo per qualcosa di meglio'».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
REGNO UNITO
5 ore
Nel Regno Unito potrebbe mancare l'alcol per Natale
Un "cocktail perfetto" sta rallentando la distribuzione di superalcolici e bollicine, rendono attenti gli specialisti
SVIZZERA
2 gior
L'agricoltura svizzera? Più resistente alla crisi e sostenibile
L’Ufficio federale dell’agricoltura dà conto dell'espansione del biologico e di un aumento degli acquisti consapevoli
SVIZZERA
3 gior
SIX pensa a trasferire alcune attività all'estero
Via anche la sede principale e la direzione? «È fuori questione»
SVIZZERA
3 gior
Per molte aziende svizzere il 2022 potrebbe essere l'anno del fallimento
Lo sostiene uno studio di A&M che parla di una «bancarotta ritardata da Covid» diffusa a livello nazionale. Ecco perché
ITALIA
3 gior
L'Italia dichiara guerra alle etichette Nutriscore, interviene anche l'Antitrust
Ben l'85% dei prodotti Made in Italy verrebbe bocciato dal sistema di etichettatura che molti paesi stanno già usando.
SVIZZERA
3 gior
La domanda di personale è in forte aumento
Mancano però ingegneri, tecnici, informatici e operatori della sanità, secondo Adecco Svizzera
Cina
4 gior
Le navi mercantili cinesi sono scomparse dai radar
Una nuova legge entrata in vigore il primo novembre potrebbe essere la causa della mancanza d'informazioni
STATI UNITI
4 gior
L'usato di Michael Jordan vale sempre come l'oro
Un paio di "Nike Jordan XIII" saranno battute all'asta da Christie's. Valore stimato? Tra 300mila e 500mila dollari.
SVIZZERA
4 gior
Che sprint per il settore della costruzione
Il fatturato del terzo trimestre è il più elevato degli ultimi tre decenni, ma la SSIC mette in guardia
GIAPPONE
4 gior
Giappone, budget miliardario per i semiconduttori
Le anticipazioni di Nikkei parlano di uno stanziamento pari a 4,87 miliardi di franchi per rilanciare i settori chiave
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile