Deposit
SVIZZERA
25.05.21 - 15:440

Assicurazioni: gli svizzeri sono clienti fedeli

Lo indica un sondaggio della società di consulenza Deloitte

Secondo gli esperti, i robot e gli algoritmi non sostituiranno i consulenti assicurativi

ZURIGO - I consumatori svizzeri rimangono solitamente fedeli alla loro compagnia di assicurazione. Il 21% rinnova una polizza a scadenza senza sottoporla ad esame e il 71% afferma di cambiare raramente società di riferimento; solo l'8% indica di passare a un'altra azienda quando vede un'offerta migliore.

I dati emergono da un sondaggio condotto su un campione di 1'000 persone nella svizzera tedesca e romanda per conto della società di consulenza Deloitte e i cui risultati sono stati pubblicati oggi. Chi decide di saltare il fosso lo fa soprattutto per il rapporto prezzo-prestazioni (48%), ma una quota non indifferente si decide a cambiare assicuratore perché insoddisfatto del precedente operatore.

Al momento di sottoscrivere un contratto il consumatore guarda logicamente ai costi e alle coperture. Praticamente nullo è il ruolo che viene attribuito al marketing o all'immagine aziendale. «Dal punto di vista del cliente, il marchio non sembra essere importante quando si prende una decisione di acquisto: ma sappiamo per esperienza che le persone difficilmente stipulano assicurazioni con compagnie di cui non hanno mai sentito parlare», afferma Roger Lay, dirigente di Deloitte Svizzera ed esperto del ramo, citato in un comunicato odierno. «Le imprese devono essere visibili e godere di un alto profilo, in modo da essere presenti nella mente delle persone quando queste rinnovano le loro polizze», aggiunge lo specialista.

La maggioranza del campione (57%) sarebbe anche disposta a sottoscrivere un contratto con una società che non era finora del ramo oppure a farlo in combinazione con l'acquisto di un prodotto come potrebbe essere una vettura. La quota in questione è molto più elevata fra i giovani di meno di 30 anni (78%) che fra gli ultra 65enni (29%).

Quattro interpellati su cinque (79%) hanno grande fiducia nei rappresentanti assicurativi e il 47% sottoscrive una polizza attraverso questi operatori. La consulenza personale rimane infatti la principale fonte di informazioni, per tutte le categorie di età; un gruppo tutt'altro che indifferente (27%) degli interrogati del sondaggio - realizzato nel dicembre 2020 - afferma però di informarsi da solo, specialmente online.

«Gli agenti d'assicurazione non sono destinati all'estinzione», si dice convinto Simon Walpole, responsabile del segmento assicurativo presso Deloitte Svizzera, a sua volta citato nella nota. «I clienti non vogliono sostituire il loro consulente con algoritmi e robot, ma in futuro si aspettano che essi usino questi strumenti quando danno loro consigli. Tra dieci anni i consulenti con alte competenze digitali saranno gli assicuratori di maggior successo in Svizzera», conclude Walpole.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
4 ore
«In molti restituiranno i crediti Covid in fretta»
È quanto ha dichiarato il responsabile della clientela commerciale di Credit Suisse
STATI UNITI
9 ore
«Non voglio essere CEO di niente»
Elon Musk ha commentato la sua relazione con la posizione di Amministratore delegato
SVIZZERA
1 gior
Il commercio online continua a crescere in Svizzera, ma non come l'anno scorso
Le vendite al dettaglio invece dovrebbero registrare un lieve calo
SVIZZERA
1 gior
Sunrise UPC: affari in crescita nel secondo trimestre
Complice il B2B, il gruppo di telecomunicazioni ha incrementato la cifra d'affari. Il risultato operativo è però sceso.
STATI UNITI
2 gior
I dipendenti di LinkedIn potranno scegliere di lavorare al 100% da casa
La rete sociale ha aggiornato la sua politica post-pandemica: il provvedimento vale per l'intera forza lavoro globale
MONDO
2 gior
Abbiamo già finito le risorse del 2021
Lanciata anche una campagna "100 giorni di Possibilità" in vista della COP26
ZURIGO
2 gior
Credit Suisse: crolla l'utile nel secondo trimestre
Già nel primo trimestre l'istituto bancario era finito nelle cifre rosse.
STATI UNITI
2 gior
Twitter fa un passo verso l'e-commerce
Il social permetterà ad alcuni rivenditori di pubblicizzare i prodotti direttamente sul profilo
STATI UNITI
3 gior
Mattel avvisa: a Natale i giocattoli saranno più cari
Colpa dell'aumento dei costi delle materie prime e dell'approvvigionamento, ha spiegato il colosso dei giocattoli
MONDO
3 gior
Londra al top per studiare, ma se la cavano anche Zurigo e Losanna
Tra le prime venti anche le due città svizzere. Sul podio, Monaco di Baviera e Seul/Tokyo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile