Keystone
SVIZZERA
30.03.21 - 09:340

Trasporto di denaro, La Posta getta la spugna

Tra la crisi finanziaria e le recenti aggressioni ai furgoni blindati, il gruppo ha deciso di vendere

La gestione del gruppo SecurePost SA passerà all'azienda zurighese Loomis Schweiz AG

ZURIGO - La Posta ha deciso di ritirarsi dal settore della logistica dei valori e cedere di conseguenza le attività di trasporto di denaro contante svolte dall'affiliata SecurePost SA.

In tal senso, gli asset della SecurePost SA passeranno all'azienda Loomis Schweiz AG dal primo maggio. La società zurighese di trasporto di denaro manterrà nel proprio organico i 450 collaboratori di SecurePost SA. Le parti hanno inoltre concordato di non divulgare il prezzo di vendita.

«Con la ditta Loomis Schweiz AG, la Posta ha trovato un acquirente solido che assorbirà e continuerà a impiegare tutti i collaboratori» ha annunciato La Posta. «La vendita a una ditta attiva sul piano internazionale, in grado di operare in modo efficiente nel rispetto delle severe disposizioni normative e attuariali, garantisce anche per il futuro un approvvigionamento di denaro contante di qualità in Svizzera».

Crisi, rapine, coronavirus - I motivi che hanno spinto La Posta a cedere le attività di trasporto di denaro sono diverse: da un lato, «SecurePost SA si trova da diversi anni sotto una forte pressione in termini economici» ed è già stata oggetto di un’incisiva riorganizzazione. D'altra parte, recentemente SecurePost «è stata vittima di brutali rapine e aggressioni a diversi furgoni blindati, in particolare nella Svizzera romanda, che hanno costretto nuove disposizioni normative e attuariali» ha spiegato La Posta in un comunicato odierno.

«Inoltre», ha concluso poi la nota, «la situazione è ora aggravata dagli effetti negativi dalla crisi del coronavirus sulla circolazione del denaro contante».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Marta 6 mesi fa su tio
La Posta farebbe bene ad abbassare drasticamente i prezzi.
Ro 6 mesi fa su tio
“ Per forza, è una società che crea solo poveri “ Scherzo ma .... non troppo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
22 ore
Al lavoro sul curriculum? La novità dagli USA: le "mad skills"
Si tratta di competenze atipiche e curiose, come attività artistiche o sport estremi
Regno Unito
1 gior
Banksy: 25 milioni per l'opera che si è distrutta all'ultima asta
Si tratta della nota "Girl With Balloon", la cui metà inferiore è rimasta "triturata" nel 2018
MONDO
1 gior
Scatto del bitcoin, si riporta a quasi 60'000 dollari
La criptovaluta gode del vento in poppa dell'atteso via libera, negli Stati Uniti, del suo primo ETF sui futures
ITALIA
1 gior
Alitalia: ieri sera l'ultimo volo
La storia della compagnia aerea si è conclusa giovedì sera nella capitale, con l'arrivo dell'ultimo aereo alle 23.22
FOTO
INDONESIA
1 gior
L'isola di Bali si apre ai turisti, ma per ora non ce n'è neanche uno
L'isola era rimasta in lockdown da aprile, nei prossimi giorni non sono ancora previsti voli internazionali
CINA
1 gior
Microsoft ha chiuso LinkedIn in Cina
Quello che resterà sarà una bacheca digitale, senza funzioni social. La decisione arriva dopo pressioni governative
SPAGNA
1 gior
Bolletta della luce: un aumento del 44% in un anno
Il Governo spagnolo sta intanto valutando le possibili misure per limitare l’impatto del rincaro dell'energia
SVIZZERA
2 gior
Gli orologi svizzeri, guidati dalla Cina e dai giovani
I brand stanno valutando le loro strategie sulla base della sensibilità ambientale delle nuove generazioni...
MONDO
2 gior
Cominceranno anche da noi a mancare le cose?
La crisi globale dell'approvvigionamento per ora non ci riguarda ma c'è chi sostiene che presto potrebbe peggiorare
Scozia
2 gior
Siamo nel pieno del secondo maggior aumento annuo di Co2 della storia
L'International energy agency lancia un avviso prima della Cop26, «serve vera determinazione»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile