Keystone
SVIZZERA
08.06.20 - 09:320
Aggiornamento : 16:15

La pandemia di coronavirus si porterà via 100'000 posti di lavoro

Sono queste le previsioni (assai cupe) di diversi esperti, i più toccati? Chi lavora nel turismo, ma anche i negozi

Molti di questi, probabilmente non ritorneranno mai più

ZURIGO - Quasi 100'000 posti di lavoro che spariranno nel nulla, molti dei quali per non tornare più. E tutto a causa della crisi legata alla pandemia di coronavirus. Sono queste le catastrofiche previsioni dell'istituto di ricerca BAK Economics, riportate nell'edizione di oggi del TagesAnzeiger.

L'ondata di licenziamenti, spiegano gli esperti, si abbatterà sulla Svizzera nei prossimi 6-18 mesi: «Fra i vari settori economici, entro il 2021 prevediamo una perdita di circa 95'000 posti di lavoro», spiega Alexis Bill-Körber di BAK. Le persone che rimarranno senza impiego, però, potrebbero essere ben di più in quanto lo studio parla di posti a tempo pieno.

«Si parte dal presupposto che, già quest'anno, il numero di professionisti dipendenti diminuirà dell'1,3%», continua Bill-Körber. Una stima, quella dell'istituto che è più rosea di quelle ufficiali: il di Previsioni congiunturali della Confederazione, infatti, stima che la perdita di posti si attesterà attorno all'1,5% e arrivare a sforare la soglia dei 100'000.

Il turismo sarà il settore più colpito - Con il calo dei visitatori a causa della pandemia, gli esperti non hanno dubbi: il settore del turismo è quello che risentirà di più di questa crisi con perdite stimate attorno ai 30'000 posti. Molti dei quali, probabilmente, non verranno mai più recuperati. A risentirne saranno soprattutto gli stagionali, fetta rilevante del totale dei lavoratori impiegati.

Tremano pure il metallo e... le lancette - Si parla, invece, di almeno 20'000 posti nel metalmeccanico, come ipotizzato dal responsabile dell'associazione di categoria Swissmem, prendendo come termine di paragone la crisi economica del 2008. Quei posti poi, spiega, non sono più ritornati. In difficoltà anche l'industria orologiera svizzera il cui export è precipitato (fino ad arrestarsi) durante i mesi di marzo e aprile, si temono tagli fino a 4'000 posti.

Si preoccupano anche i commercianti - La Swiss Retail Federation si aspetta licenziamenti e anche chiusure di filiali, ma è ancora troppo presto per fare previsioni: «Non abbiamo la sfera di cristallo ma è probabile che molte attività non riusciranno ad arrivare al 2020», spiega il responsabile Dagmar Jenni, «di sicuro non possiamo che essere preoccupati anche perché si tratta di un circolo vizioso: più disoccupazione uguale meno clienti».

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-18 1 anno fa su tio
A chi scriveva gli striscioni ‘’io resto a casa’’ tra un po’ a casa ci resterà sul serio perché sapete cosa vi dico? Quando ci si accorgerà che tanti lavori si possono fare da casa la gente lavorerà da casa, ma non dalle case ticinesi o svizzere ma dall’estero dove tutto costa la metà od anche dieci volte meno. Indi per cui la frittatona è fatta, io penso che chi non è ancora col didietro per terra ci andrà tra non molto.
Tato50 1 anno fa su tio
E i milioni ricevuti quale aiuto dove sono finiti ? Quelli che licenziano scrivono le lettere con la luce a quadretti che entra nelle celle dopo i depositi fatti nelle varie isolette ? -;(( E a pagare sono i poveri cristi-;((
Canis Majoris 1 anno fa su tio
Siamo schiavi di un’economia marcia... saltati centinaia di migliaia di posti di lavoro in tutto il mondo... mi chiedo perché non si cambi sistema..
Blobloblo 1 anno fa su tio
A certi fenomeni che hanno risposto sotto vorrei dire che forse quelli che dovevano mettere via i soldi per i tempi di crisi sono gli imprenditori, mica gli operai.... chi è che cancella i posto di lavoro? Gli impiegati???? Ma dai
lecchino 1 anno fa su tio
Tranquilli! Quelli che avevano appeso in balcone gli striscioni "andrà tutto bene" possono sempre esporli nuovamente. Mentre i #iorestoacasa potranno farlo a tempo indefinito. ... meglio di così!
TOP NEWS Economia
STATI UNITI
1 ora
Twitter fa un passo verso l'e-commerce
Il social permetterà ad alcuni rivenditori di pubblicizzare i prodotti direttamente sul profilo
STATI UNITI
13 ore
Mattel avvisa: a Natale i giocattoli saranno più cari
Colpa dell'aumento dei costi delle materie prime e dell'approvvigionamento, ha spiegato il colosso dei giocattoli
MONDO
15 ore
Londra al top per studiare, ma se la cavano anche Zurigo e Losanna
Tra le prime venti anche le due città svizzere. Sul podio, Monaco di Baviera e Seul/Tokyo
STATI UNITI
17 ore
Apple: guadagni alle stelle, ma aleggia l'ombra dei chip (mancanti)
Un raddoppio nell'ultimo trimestre porta ottimismo, ma la carenza di semiconduttori urge cautela
SVIZZERA
20 ore
Congiuntura: analisti sempre ottimisti, ma un po' meno
La fiducia degli specialisti era maggiore nel mese di giugno
SVIZZERA
20 ore
Voglia di nozze tra piccole e medie imprese svizzere
Zurigo, Berna, Argovia, Zugo e Vaud sono stati i cantoni più dinamici nel primo semestre
STATI UNITI
1 gior
Amazon pensa ai bitcoin? «Notizia inventata»
L'azienda ha smentito un'indiscrezione rimbalzata ieri sui media internazionali
SVIZZERA
1 gior
Un primo semestre da record per Lindt & Sprüngli
L'utile netto si è quintuplicato, le aspettative della dirigenza sono state superate su più fronti
STATI UNITI
1 gior
Jeff Bezos, ora, punta alla luna
L'agenzia spaziale, però, ha già un accordo da 2,9 miliardi con SpaceX
ITALIA
2 gior
Anche Nutella si fa più verde
Riduzione delle emissioni e imballaggi riutilizzabili: la linea dell'azienda è chiara
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile