Keystone
SVIZZERA
03.06.20 - 20:530

«Sicuri di vincere la causa con Swisscom»

Il Ceo di Sunrise è oltremodo positivo per quanto riguarda l'azione di risarcimento danni per oltre 350 milioni.

Il numero uno della compagnia è forte di una sentenza emessa dal Tribunale federale. «Si tratta solo di determinare l'ammontare dei danni».

BERNA - L'operatore telecom Sunrise è certo d'imporsi nell'azione di risarcimento danni per oltre 350 milioni di franchi contro Swisscom. «Le chance di successo sono del 100%», afferma il suo direttore André Krause in un'intervista pubblicata nell'edizione di domani della Handelszeitung, di cui l'agenzia finanziaria AWP ha letto l'anteprima.

«La questione infatti non è di sapere se Swisscom ci abbia causato un torto. Questo è già stato stabilito l'anno scorso dal Tribunale federale (TF). In realtà si tratta solo di determinare l'ammontare dei danni subiti», afferma il Ceo.

Ma quando pensa che la vicenda troverà un epilogo con una decisione dell'ultima istanza giudiziaria?, chiede il giornalista. «Spero ancora prima del mio pensionamento», risponde il direttore del gruppo, nato nel 1970. Non sarà certo Sunrise a voler andare fino al TF: «Abbiamo segnalato più volte che siamo pronti a discutere. Tuttavia, posso capire che Swisscom voglia ricorrere ai tribunali, anche nei confronti dei propri azionisti», aggiunge il cittadino tedesco.

L'azione di risarcimento danni risale alla metà dello scorso mese. Sunrise ha fatto causa a Swisscom, di cui la Confederazione detiene la maggioranza del capitale, nel quadro degli abusi commessi da quest'ultima sul mercato dei servizi ADSL. Sulla base di una sentenza del TF, il numero due elvetico del settore delle telecomunicazioni ha chiesto al suo concorrente un risarcimento danni per 350 milioni di franchi più interessi.

La vicenda è annosa. Nel novembre 2009, la Commissione della concorrenza (COMCO) aveva appioppato al principale operatore del Paese una multa di 220 milioni di franchi, per illeciti sul mercato dell'internet a banda larga (ADSL) commessi fra il 2001 e il 2007 con la sua politica dei prezzi. Praticando una compressione dei margini, la società ha impedito a Sunrise di gestire queste attività in modo redditizio.

Swisscom era attivo da una parte come fornitore di ADSL e dall'altra come fornitore per gli altri operatori. Questi ultimi infatti avevano bisogno delle sue prestazioni per essere in grado di proporre il necessario servizio a banda larga. La società esigeva però prezzi troppo elevati rispetto a quelli fatturati ai clienti finali. In poche parole, ha intralciato i suoi concorrenti proponendo un servizio indispensabile a un costo eccessivamente alto.

Swisscom ha dapprima presentato ricorso al Tribunale amministrativo federale (TAF) contro la decisione della COMCO, vedendosi ridotta la multa a 186 milioni ma confermata la condanna, e poi al TF. I giudici losannesi, il 9 dicembre 2019, si sono però allineati al TAF.

A seguito del definitivo verdetto da parte della giustizia, Sunrise ha incaricato una società di consulenza di calcolare i danni subiti, a livello di perdita di quote di mercato e mancati guadagni per ADSL, telefonia fissa e mobile. La somma stimata si eleva a 457 milioni, ma anticipando la prescrizione ormai scattata per parte dei fatti rimproverati, la compagnia ha presentato il 15 maggio al Tribunale del commercio di Berna un'azione di risarcimento danni pari a 350 milioni più interessi. Swisscom si era limitata a dichiarare che "verificherà le pretese avanzate".

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
santo 1 anno fa su tio
Sunrise, la peggior cosa che mi sia capitata nella vita. Vomito ad intermittenza
tazmaniac 1 anno fa su tio
ma concentratevi sui servizi parecchio scadenti che offrite, fenomeni. MAI con Sunrise.
aleddgg 1 anno fa su tio
Il numero due fa rosicare, personalmente per il trattamento ricevuto da sunrise, Swisscom tutta la vita,
dinci 1 anno fa su tio
Non mi interessa: rimarrò sempre fedele a Swisscom!
comp61 1 anno fa su tio
scontro tra titani
francox 1 anno fa su tio
Per pagare l'ennesima multa licenzieranno, come le altre volte. Di certo non la pagheranno quelli che dovrebbe farlo. La gente andrà in disoccupazione e in assistenza. E ancora una volta, pagheremo noi.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
REGNO UNITO
33 min
Burberry "scippa" il Ceo a Versace
Si tratta di Jonathan Akeroyd, che riceverà un ricco regalo di benvenuto: sei milioni di sterline
Regno Unito
3 ore
Come distruggere Big Tobacco, il Regno Unito ci sta pensando
Un nuovo emendamento chiede di scrivere su ogni sigaretta "Fumare uccide" e di alzare l'età legale da 18 a 21 anni
SVIZZERA
5 ore
Roche, trimestre a nove zeri per i test Covid
Il giro d'affari del colosso farmaceutico ha raggiunto, nei primi nove mesi del 2021, i 13.3 miliardi di franchi
STATI UNITI
7 ore
Facebook starebbe pensando di cambiare nome
L'azienda (non il social) potrebbe cambiare marchio, forse anche tentando di lasciarsi alle spalle critiche e problemi
ITALIA / SVIZZERA
21 ore
Garage Italia ceduta in Lussemburgo, ecco perché Lapo Elkann si è dimesso
Emergono nuovi dettagli sulla decisione dell'imprenditore di lasciare: una cessione ai lussemburghesi
GERMANIA
1 gior
L'aeroporto di Francoforte-Hahn è in insolvenza
È da anni che il numero di passeggeri era in calo, ancor prima della crisi legata al coronavirus
REGNO UNITO
1 gior
Commercio internazionale, Londra non respingerà Pechino
L'apertura del premier Boris Johnson alla Cina in occasione del "Global Investment Summit". Ma «non saremo ingenui»
SVIZZERA/ITALIA
1 gior
Lapo Elkann ha dato le dimissioni dall'ormai "svizzera" Garage Italia
Non sarà più il Presidente del Cda di Garage Italia Customs, di proprietà della basilese Youngtimers
CINA
1 gior
Dopo il terremoto Evergrande, la Cina rallenta e si scopre un po' più fragile
Crescita azzoppata e molte nubi all'orizzonte, la Repubblica Popolare scampa alla recessione Covid ma cede a sé stessa
FOTO
STATI UNITI
1 gior
MacBook Pro 2021: ecco le “macchine bestiali”
In una presentazione a velocità della luce Apple ha presentato i suoi due nuovi MacBook Pro.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile