keystone-sda.ch (ALEXANDRA WEY)
SVIZZERA
07.04.20 - 13:140

Una lettera al Consiglio federale contro i privilegi al traffico aereo

La richiesta arriva da 46 gruppi, divisi tra organizzazioni e partiti politici

All'industria aerea viene inoltre richiesto di adattarsi agli obiettivi climatici

BERNA - Il trasporto aereo non va privilegiato in questo periodo di crisi rispetto agli altri settori dell'economia. Lo chiedono 46 organizzazioni e partiti politici in una lettera aperta destinata al Consiglio federale. Qualsiasi sostegno pubblico deve proteggere i lavoratori, oltre che essere vincolato a condizioni con chiari obiettivi climatici.

A causa della crisi legata al coronavirus, dando seguito alle richieste delle compagnie aeree, il Governo ha messo a punto un gruppo di lavoro per definire misure di sostegno specifiche al settore. Per i firmatari della lettera, il piano di salvataggio non deve però permettere al trasporto aereo di «ritornare ai suoi livelli di crescita frenetici, ma al contrario di adattarsi agli obiettivi climatici».

Il trasporto aereo internazionale già oggi non è sottoposto alla tassa sul cherosene e neppure all'IVA, ricorda un comunicato odierno della Coalizione traffico aereo, ambiente e salute (COTAS). L'aviazione non deve quindi beneficiare di un nuovo trattamento preferenziale rispetto agli altri settori economici.

Il Consiglio federale dovrebbe invece attivarsi a livello internazionale per introdurre una tassa sul cherosene. Considerando che l'80% delle destinazioni dei voli che decollano dalla Svizzera sono in Europa, i fondi andrebbero inoltre investiti nell'espansione del trasporto ferroviario internazionale, treni notturni compresi.

Il traffico aereo, viene precisato nella nota, è infatti responsabile del 19% dell'impatto climatico svizzero. Per poter raggiungere gli obiettivi climatici è dunque necessaria «una riduzione massiccia e immediata delle emissioni di gas a effetto serra direttamente nel settore dell'aviazione e non attraverso sistemi di compensazione, scambio di certificati o misure che danneggiano i diritti umani e ambientali», si legge nella lettera firmata, tra gli altri, anche dalla consigliera nazionale Priska Seiler Graf (PS/ZH) e dalla "senatrice" Lisa Mazzone (Verdi/GE), entrambe copresidenti della COTAS.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
STATI UNITI
3 min
Undici Picasso all'asta per 110 milioni di dollari
Si tratta di opere che ornavano il noto Bellagio Hotel, a Las Vegas
NIGERIA
2 ore
eNaira, la Nigeria lancia la sua moneta virtuale
Si tratta della forma digitale della Naira, la moneta fisica nazionale
MONDO
20 ore
Mai così tante persone sui social media
Spicca la crescita di TikTok, che è riuscita a raggiungere più di un miliardo di utenti in soli cinque anni
REGNO UNITO
1 gior
«Siamo alla fine dell'esame, e il tempo sta per scadere»
Riguardo al clima rimangono le domande più difficili, e non c'è tempo. Lo sostiene il deputato Alok Sharma
SVIZZERA / MONDO
1 gior
Il (breve) sorpasso del bitcoin sul franco svizzero
Il traguardo, in termini di capitalizzazione di mercato, è stato raggiunto durante il recente scatto della criptovaluta
DANIMARCA
2 gior
La casa di "Mamma ho perso l'aereo" in versione LEGO
Il set, in vendita da novembre, comprende ben 3'995 pezzi, e cinque personaggi
Francese
2 gior
Big John è stato battuto all'asta per 6,6 milioni di euro
È il più grande triceratopo mai rinvenuto. Vissuto 66 milioni di anni fa, oggi ha trovato la sua nuova casa
STATI UNITI
2 gior
Elon Musk potrebbe essere il primo “trilionario” della storia
A permettere al magnate americano di superare la soglia dei dodici zeri la crescente fortuna della sua SpaceX
STATI UNITI
3 gior
Più di Instagram e WhatsApp, l'offerta "monstre" è per Pinterest
PayPal starebbe valutando l'acquisizione del social network fotografico per circa 39 miliardi di dollari.
SVIZZERA
3 gior
Decathlon aprirà a Zermatt la sua prima filiale di montagna
L'attività di noleggio di sci e biciclette costituirà una parte centrale del business
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile