Immobili
Veicoli
Keystone
Mark Zuckerberg.
STATI UNITI
23.09.21 - 08:300

Facebook strapagò una multa per proteggere Mark Zuckerberg

L'accordo avrebbe impedito di nominare il Ceo nella denuncia legata al caso Cambridge Analytica

WASHINGTON - Facebook subordinò il pagamento di 5 miliardi di dollari alla Federal Trade Commission (Ftc), per lo scandalo Cambridge Analytica, all'impegno dell'agenzia federale americana a non perseguire individualmente il CEO Mark Zuckerberg. 

Lo riportano i media statunitensi. Si tratta di una causa intentata in Delaware da alcuni azionisti della piattaforma sociali, i quali sostengono che i membri del board di Fb consentirono alla società di strapagare la multa - la più grande mai comminata contro una società hi-tech - per proteggere Zuckerberg, fondatore e maggiore azionista della compagnia.

«Zuckerberg, Sandberg e altri consiglieri di amministrazione hanno autorizzato un accordo multi miliardario con la Ftc come un espresso quid pro quo (uno scambio, ndr) per impedire che Zuckerberg fosse nominato nella citazione della Ftc e soggetto a responsabilità personale o alla richiesta di deporre», si legge negli atti della causa.

L'agenzia non ha mai svelato che originariamente intendeva citare Zuckerberg nella sua indagine. Facebook, lo ricordiamo, era stato messo sotto accusa per aver violato le norme sulla privacy ai danni di milioni di utenti nella raccolta dati di Cambridge Analytica per alcune campagne elettorali, tra cui quella vincente di Donald Trump.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
GRIGIONI
12 ore
La crisi ucraina condiziona il WEF di Davos
In collegamento da Kiev inaugurerà il forum il presidente Zelensky. Assenti invece i rappresentanti russi.
SVIZZERA
14 ore
Boom di vendite per gli articoli sportivi
Nel 2021 il mercato svizzero ha sfiorato i due miliardi di franchi, un nuovo record
SVIZZERA
16 ore
«Aumenteranno i fallimenti, sia in Svizzera che nel mondo»
È la previsione di uno studio dell'assicuratore Allianz Trade
SVIZZERA/UCRAINA
20 ore
La zurighese Vetropack sopprime 400 impieghi, a causa dei missili
L'impianto è fortemente danneggiato, e il gruppo non «vede alcuna alternativa»
STATI UNITI
22 ore
Netflix taglia 150 posti di lavoro
È la prima conseguenza del rallentamento della crescita dei ricavi e del calo degli abbonamenti
SVIZZERA
1 gior
Pneumatici sempre più cari
Russia e Ucraina sono i principali fornitori di materie prime. E ora i prezzi stanno schizzando verso l'alto
CINA
1 gior
Buonanotte da una sconosciuta, a un solo yuan
Wong Biying manda messaggi su richiesta per aiutare le persone a riempire il vuoto della solitudine
ITALIA
1 gior
Eni ha aperto un conto in rubli presso Gazprom Bank
Avviene, precisa la società italiana, «su base temporanea» e con la condivisione delle istituzioni italiane
MONDO
1 gior
L'epoca del profitto a tutti i costi? Sembra essere finita
Oggi è fondamentale la «massimizzazione del welfare degli azionisti», secondo il premio Nobel Oliver Hart
STATO UNITI
1 gior
Twitter replica a Musk, ma lui non la beve e risponde «💩»
Nuovo capitolo della saga che coinvolge il social network e il miliardario: «L'acquisizione non può andare avanti»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile