Keystone
MONDO
07.04.21 - 16:300

Quanti miliardari a Pechino, sorpassata New York

La capitale cinese ha registrato altri 33 miliardari nel 2020, salendo a un totale di 100

NEW YORK - Un quarto dei 2'755 miliardari segnalati nell'ultimo rapporto di Forbes vive in sole 10 città sparse in giro per il mondo.

Per la prima volta in sette anni, però, la Grande Mela ha perso la propria posizione in cima alla classifica della città con più paperoni, superata da Pechino. Rispetto all'anno passato, infatti, nella capitale cinese sono emersi 33 nuovi miliardari, per un totale di 100. Dal canto suo, New York ne ha 7 in più, per un totale di 99.

La Cina è la regione con la crescita maggiore. Le quattro città cinesi sulla lista: Pechino (1°), Shenzhen (5°), Shanghai (6°) e Hangzhou (10°) hanno aggiunto 96 miliardai tra loro, rispetto a un guadagno netto di 53 unità nelle altre sei città sulla lista.

Al terzo posto della top ten è scesa Hong Kong (80 miliardari, +9), che l'anno scorso era seconda, spingendo Mosca (79 miliardari, +9) dal terzo al quarto gradino della lista. Londra, che in un recente studio è stata definita la città dei milionari, invece, si situa al settimo posto della classifica. A parimerito all'ottavo posto, invece, Mumbai e San Franscisco, entrambi sede di 48 miliardari.

In generale, tutte e 10 le città hanno registrato guadagni netti di residenti miliardari, riflettendo la crescita globale dei miliardari nell'ultimo anno.

La Top Ten

  1. Pechino - 100 miliardari
  2. New York - 99 miliardari
  3. Hong Kong - 80 miliardari
  4. Mosca - 79 miliardari
  5. Shenzhen - 68 miliardari
  6. Shanghai - 64 miliardari
  7. Londra - 63 miliardari
  8. Mumbai - 48 miliardari
  9. San Francisco - 48 miliardari
  10. Hangzhou - 47 miliardari

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile