Archivio Deposit
STATI UNITI / EUROPA
17.02.21 - 06:050
Aggiornamento : 07:46

I lavoratori "da remoto" fuggiti nei resort di lusso

Homeworking? Anche in villaggi vacanza da 70'000 dollari al mese

NEW YORK / LONDRA - Lavoro da casa? In molti hanno deciso di renderlo «lavoro da resort», godendosi il clima e la tranquillità tipici delle ferie in attesa dell'arrivo del vaccino.

È un trend piuttosto presente tra manager e alti funzionari sia in Europa, che negli Stati Uniti, come conferma il portale Bloomberg. 

A differenza della prima ondata di Covid-19, che ha preso le persone alla sprovvista, durante la seconda c'era chi era già pronto - nel caso di lockdown e ritorno all'home working - a fuggire dalle restrizioni.

Alcune agenzie di viaggi hanno confermato tale tendenza: In Europa, in molti hanno deciso di spostarsi in luoghi dal clima più caldo, come Dubai o le Maldive, per sfuggire al confinamento invernale. Diversi businessman americani, invece, hanno potuto optare per diverse opzioni vicine, in quanto molti paesi hanno aperto le frontiere e allentato le restrizioni di viaggio: ad esempio Hawaii, Messico, Costa Rica, Belize e Caraibi.

«In molti hanno deciso di spostarsi a vivere in posti più tranquilli, per evitare lo stress da lockdown» ha detto a Bloomberg Jack Ezon, fondatore dell'agenzia Embark Beyond. Le destinazioni sono varie, in quanto i clienti vanno ovunque ci sia un clima caldo, ma altrettanto importante è il funzionamento del collegamento Wi-Fi.

Il costo medio, secondo Ezon, è di 70'000 dollari al mese, con la maggior parte dei clienti che prenotano soggiorni lunghi, che variano da due a quattro mesi.

Fa bene alla creatività?

Secondo Shawn Garvey, Ceo di una società d'innovazione energetica di San Francisco, una soluzione del genere gli ha permesso anche di aumentare la propria produttività. «Ero stanco, non avevo più ispirazione», ha raccontato al portale statunitense. «Le mie giornate consistevano nel rotolare fuori dal letto e lavorare dal portatile in mutande».

Insomma, Garvey non ha nessun interesse a tornare «finché gli uffici non saranno di nuovo aperti».

D'altronde, coloro che sono partiti non vedono questi soggiorni come una vacanza, ma più come una parentesi della loro vita lavorativa classica, ma svolta in un ambiente diverso.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
5 ore
«Prima costavano 80 centesimi, adesso anche 300 franchi»
La crisi dei chip raccontata dell'interno di un'azienda svizzera colpita: «Sono settimane che le macchine sono spente».
ITALIA
7 ore
Ita Airways, atterraggio non consentito in caso di nebbia
Lo prevedono le norme internazionali per le compagnie durante il periodo di "rodaggio"
MONDO
10 ore
Harvard, MIT, Stanford: ecco le migliori università al mondo
Il Politecnico federale di Zurigo è il quinto istituto in Europa e il 26esimo su scala globale
SVIZZERO
12 ore
Posta nel mirino, Cirillo si difende
Il numero uno del gigante giallo risponde alle accuse per le recenti acquisizioni aziendali
STATI UNITI
14 ore
Mai nessuno è stato ricco tanto quanto Elon Musk
Merito dell'exploit di lunedì, con l'annuncio dell'acquisto di 100mila Tesla da parte di Hertz
SVIZZERA
16 ore
Logitech, fatturato oltre le attese
Cala però la redditività nel terzo trimestre, con più spese per il marketing e d'investimenti in ricerca e sviluppo
SVIZZERA
19 ore
Terzo trimestre proficuo per UBS, ha guadagnato oltre due miliardi
Si tratta di un aumento dell'8,9% su base annua. Una performance superiore alle attese degli analisti.
Stati Uniti
20 ore
Sono passati vent'anni dal lancio del primo iPod
Il lettore rivoluzionario che Steve Jobs presentava come «il lettore che contiene mille canzoni e sta nella mia tasca»
SVIZZERA
1 gior
Il governo Draghi blocca Syngenta
Negata l'acquisizione della produttrice di sementi Verisem, che è stata giudicata d'importanza strategica
SVIZZERA
1 gior
I prezzi delle auto rischiano di salire
La colpa è della mancanza di componenti. E dei prezzi alle stelle delle materie prime
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile