Immobili
Veicoli
Keystone
CINA
10.08.20 - 13:280

Huawei ferma la produzione del suo chip hi-tech a causa delle sanzioni Usa

Che potenziava smartphone tablet di fascia alta, il motivo è una tecnologia americana a cui non può più accedere

PECHINO - A causa delle sanzioni americane, a metà settembre il cosso cinese delle telecomunicazioni Huawei dovrà interrompere la produzione del suo processore di fascia alta per smartphone e tablet, chiamato Kirin 9000.

Lo ha reso noto il Ceo della divisione Consumer di Huawei, Richard Yu, in un forum di settore in Cina, secondo quanto riferito nel weekend dalla stampa cinese.

Per produrre i processori - progettati da Huawei e costruiti da un'azienda esterna, la taiwanese Tsmc - sono usate tecnologie americane, a cui Huawei e le aziende che lavorano per lei non possono più accedere.

Nel maggio 2019 l'amministrazione Trump ha infatti inserito Huawei nella "lista nera" del commercio impedendole di acquistare prodotti e servizi da aziende statunitensi, e nel maggio scorso c'è stato un ulteriore inasprimento che vieta a tutte le imprese che lavorano per Huawei di usare i prodotti americani.

"Gli smartphone di Huawei non hanno la fornitura di chip, il che quest'anno renderà il nostro volume di spedizioni un po' inferiore ai 240 milioni di unità" spedite nel 2019, ha detto Yu. "Questa per noi è una grande perdita".

Nel frattempo il produttore americano di processori Qualcomm, come riferisce il Wall Street Journal, starebbe facendo pressione sul governo affinché revochi il divieto di vendita a Huawei. Qualcomm avrebbe evidenziato che il divieto avvantaggia i suoi concorrenti stranieri, dando loro accesso a un mercato che vale 8 miliardi di dollari all'anno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
MONDO
10 ore
Più miliardari (e sempre più ricchi) negli anni del Covid
573 individui sono entrati a far parte del club dei super ricchi negli ultimi due anni.
SVIZZERA
14 ore
Un albergo su due ha aumentato i prezzi
Il trend potrebbe rafforzarsi a causa dell'inflazione e della carenza di personale
SVIZZERA
21 ore
Axpo, i proprietari vogliono rinunciare ai dividendi
Parte della somma dovrebbe essere investita nel campo delle energie rinnovabili, ha annunciato l'azienda
CINA
1 gior
Xiaomi ha raggiunto Samsung e Apple
Il gigante tecnologico cinese ha superato quota 500 milioni di smartphone venduti
ITALIA
1 gior
Per chi vola dall'Italia verso l'Europa «questa sarà l'estate del caro-aereo»
Per alcune mete si parla di aumenti fino al +91%. L'allarme del Codacons italiano riguarda anche i traghetti
UNIONE EUROPEA
1 gior
La BCE a muso duro contro le cripto: «Non valgono nulla, ci vuole una regolamentazione»
Le posizione netta e severa, attraverso Christine Lagarde in un momento di altissima volatilità delle e-valute
STATI UNITI
2 gior
Stop al gas russo? Eurozona a rischio recessione
Fitch rileva il pericolo per la fine dell'anno o per l'inizio del 2023
GINEVRA
2 gior
Richemont in crescita, ma il ritorno della pandemia in Cina preoccupa
Malgrado la prudenza legata all'evoluzione del mercato cinese, il colosso del lusso registra un ottimo risultato.
MONDO
2 gior
Il test di TikTok: i videogiochi nelle chat
L'obiettivo? Aumentare il tempo che le persone passano sulla piattaforma
RUSSIA
3 gior
La Russia mette sul piatto 25 milioni di tonnellate di grano
I tentativi di «trasferire infondatamente» sulla Russia le responsabilità delle carenze alimentari «sono sacrileghi»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile